Certificato di agibilità di una casa: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se state pensando di acquistare un bene immobile, o, nel caso specifico, una casa che corrisponda alle vostre esigenze, è di estrema importanza che facciate una scelta molto ponderata. L'acquisto di un bene immobile rappresenta spesso non solo una spesa importante nella vostra vita, ma soprattutto un potenziale investimento. È molto importante, quindi, essere in grado di effettuare una valutazione completa. Nel caso specifico delle case adibite ad uso abitativo, occorre non trascurare le certificazioni necessarie. Ogni casa, infatti, per essere abitata, ha bisogno di alcune attestazioni che ne sanciscano l'idoneità. Una delle certificazioni più importanti è sicuramente il certificato di agibilità. Ecco 5 cose da sapere su di esso.

26

Che cos'è

Il certificato di agibilità è una certificazione utile a dichiarare una casa agibile, e quindi idonea ad essere adoperata per uso abitativo. Questa attestazione comporta il rispetto di una serie di normative e regolamentazioni attinenti, che riguardano soprattutto l'igiene, la sicurezza, la regolamentazione degli impianti installati all'interno della stessa casa.

36

Quando è necessario richiederlo

Essendo obbligatorio, il certificato di agibilità va richiesto tassativamente in alcune situazioni specifiche:
- per una nuova costruzione; - per lavori di ristrutturazione (se richiedono modifiche sostanziali); - se si desidera effettuare un ampliamento; - per inserire una sopraelevazione; - qualora si voglia modificare la destinazione d'uso della casa.

Continua la lettura
46

Come si ottiene

Gli aspetti principali cui bisogna fare riferimento per ottenere il certificato di agibilità sono due: a chi è necessario inoltrare la richiesta ed entro quali tempistiche. Nel primo caso, la richiesta deve essere presentata all'ufficio preposto del Comune di locazione dell'immobile. Nel secondo caso, è bene ricordare che il certificato di agibilità deve essere necessariamente richiesto almeno entro 15 giorni dalla data di ultimazione dei lavori effettuati.

56

Procedure da seguire

Per ottenere il certificato d'agibilità, sarà necessario informarsi a proposito della dettagliata procedura da seguire. Possiamo aiutarvi segnalandovi una minima parte della documentazione di cui avrete bisogno:
- ricevuta di accatastamento;
- dichiarazione di conformità e salubrità degli ambienti;
- dichiarazione di conformità e collaudo degli impianti;
- certificato di collaudo statico (ove richiesto);
- dichiarazione di conformità inerenti all'accessibilità della struttura.

66

Conseguenze relative alla mancanza del certificato di agibilità

Infine, occorre tenere ben presente che l'inadempienza della richiesta di attestazione di agibilità prevede una sanzione amministrativa. Qualora il certificato non venisse richiesto per i casi in cui è previsto, si rischia di incorrere in una multa che può attestarsi tra i 77 e i 470 euro circa.
Quindi, la regola più opportuna è sempre informarsi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Certificato di idoneità statica: 5 cose da sapere

Regolato dai Decreti Ministeriali del 15 Maggio e del 20 settembre 1985, per Certificato di Idoneità Statica si intende un documento, redatto da un professionista, propedeutico alla richiesta del certificato di agibilità o del condono edilizio qualora...
Case e Mutui

Certificato di destinazione urbanistica: 5 cose da sapere

Il certificato di destinazione urbanistica è un documento che serve ad individuare in quale zona del territorio comunale si trova un determinato lotto, rispondendo alle caratteristiche utili che servono al fine di un acquisto o di una costruzione, sia...
Case e Mutui

Assicurazione mutuo: 10 cose da sapere

Chiunque si ritrovi in trattativa con una banca, oppure un qualunque altro istituto di credito, per ottenere un mutuo deve sapere che l'istituto bancario in questione insieme alle condizioni per il mutuo pone anche dei prodotti assicurativi. Sull' assicurazione...
Case e Mutui

Ristrutturazione casa: cosa sapere per chiedere il mutuo

Se la nostra casa necessita di una ristrutturazione totale o parziale, è importante sapere che la liquidità per far fronte alle spese, si può ottenere chiedendo un mutuo presso una banca. Si tratta di un'operazione molto simile a qualsiasi altra...
Case e Mutui

5 cose da sapere prima di vendere una casa

Quotidianamente sono effettuate migliaia di transazioni per ciò che concerne il mercato immobiliare. Queste operazioni consentono di vendere, acquistare o affittare degli immobili e danno la possibilità di mettere a confronto sia privati che professionisti...
Case e Mutui

Fondo di solidarietà: 5 cose da sapere

I fondi di solidarietà sono una categoria di pagamenti dedicati ai lavoratori di piccole aziende, che non beneficiano della cosiddetta Cig, ovvero la cassa integrazione guadagni. Infatti, al giorno d'oggi, una società deve possedere almeno 50 dipendenti...
Case e Mutui

Detrazioni ristrutturazioni: 5 cose da sapere

Se dobbiamo eseguire dei lavori di ristrutturazione in casa o all'esterno, è noto che vi è la possibilità di ottenere la detrazione del 50%. Per accedere a questa agevolazione statale, è tuttavia necessario conoscere a fondo normative e modalità...
Case e Mutui

5 cose da sapere sul mutuo a tasso con CAP

Quando parliamo di mutui, la cosa migliore è sempre valutare le proposte che ci offre il mercato in modo da trovare il finanziamento migliore. In questa guida vi spiego nei dettagli 5 cose da sapere sul mutuo a tasso con Cap, cioè quello apposito che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.