Casa in classe A: caratteristiche

Tramite: O2O 18/08/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando bisogna procedere all'acquisto di una nuova abitazione, è necessario considerare tanti aspetti. Le caratteristiche di un appartamento risulta infatti fondamentali per ottenere un notevole risparmio economico in termini di energia elettrica. Generalmente il consumo energetico viene espresso in chilowattora per metro quadrato (kWh/mq). Gli edifici italiani di oggi registrano mediamente 160 kWh/mq, quindi fanno parte della classe energetica D (medio-bassa). Tuttavia è possibile trasformare un appartamento in classe energetica A, rispettando qualche accortezza e facendo alcuni investimenti. Non esistono delle linee guida nazionali precise, ma si potrà risparmiare qualcosa come il 40-50% sull'energia elettrica ed il combustibile. Tutto ciò risulta davvero interessante, quindi vediamo successivamente le caratteristiche essenziali per avere una casa in classe energetica A. Buona lettura!

27

Occorrente

  • Impianto fotovoltaico
  • Caldaia a condensazione
  • Infissi in polivinilcloruro
37

La buona posizione delle stanze

La classe energetica A richiede di sfruttare al meglio le potenzialità dell'appartamento, analizzandone il contesto in fase di costruzione. Precisamente occorre verificare che il locale abbia una posizione congeniale per garantire una buona esposizione riguardo l'ambiente circostante. Il consiglio funzionale è quello di optare per camere soleggiate durante l'inverno ed ombreggiate nella stagione estiva. Le stanza andranno quindi disposte razionalmente ai venti, ovvero verso sud. Così facendo si risparmierà notevolmente sugli impianti di condizionamento. Di conseguenza si otterrà una casa in classe energetica A, dove le stanze risulteranno fresche in estate e poco gelide nella stagione invernale. La protezione dell'abitazione contro il vento avviene efficacemente anche quando risultano presenti alberi in vicinanza.

47

La mancata dispersione di calore o fresco

Nella casa in classe energetica A non possono esistere le dispersioni di fresco o calore. Tutto questo farà registrare la mancanza di inutili sprechi riguardanti l'impianto di condizionamento in qualsiasi stagione dell'anno. Per minimizzare le dispersioni termiche verso l'esterno, bisogna adoperare i cappotti termici. Si tratta di pannelli isolanti collocati esternamente alle mura perimetrali e rasati dopo la fissazione meccanica. La riduzione al minimo delle dispersioni termiche verso le zone interne più nascoste richiede una valutazione giusta dei punti termici. Occorrono la coibentazione delle pareti tramite l'impiego di materiali efficienti come il polistirene o la lana di roccia ed il montaggio di vetri basso-emissivo doppi o tripli. Relativamente alle caratteristiche fisiche ideali alla costruzione, il legno non si può adoperare in ogni stanza. Bisogna quindi sostituirlo con materiali innovativi a basso costo, tipo il laterizio o il calcestruzzo cellulare abbinato agli isolanti termici. All'interno di una casa in classe energetica A giocano un ruolo indispensabile anche i serramenti, che vanno scelti preferibilmente in PVC.

Continua la lettura
57

Gli impianti di massima efficienza e modernità

Affinché una casa possa rientrare in classe energetica A, gli impianti di produzione richiedono la massima efficienza e modernità. A tal proposito risultano importanti i pannelli solari fotovoltaici rivolti a sud, che garantiscono ogni anno un notevole risparmio energetico. Un secondo consiglio davvero utile è quello di sostituire la caldaia tradizionale con una a condensazione o ad elevato rendimento. Quest'ultime riducono infatti la dispersione di calore ed il consumo dei combustibili. Alla caldaia a condensazione o ad alto rendimento è possibile combinare un pannello solare termico, per riscaldare l'acqua in economia. Come quarta soluzione per avere impianti di massima efficienza e modernità si ha il riscaldamento a pavimento. In questo caso, la distribuzione del calore nell'ambiente casalingo avverrà più efficientemente. Non ci saranno infatti più gli spifferi e non si formeranno più le correnti d'aria interne all'abitazione. L'ultimo suggerimento per rendere efficienti e moderni gli impianti è quello di acquistare elettrodomestici di classe A+, A++ o A+++ secondo la Direttiva 2010/30/UE. Per quanto riguarda il frigorifero ed il congelatore, bisogna prendere quelli che hanno lo sbrinamento automatico. Il consumo di acqua e la rumorosità della lavatrice e della lavastoviglie devono risultare bassi. Il televisore dovrà infine possedere un indice di efficienza energetica massimo pari a 0,51.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Documenti necessari per acquistare casa

Il sogno di indipendenza e maturità di molti si concretizza con l'acquisizione di un lavoro, ma soprattutto nell'acquistare una casa. Quasi sempre la liquidità necessaria per la compravendita di un immobile non è alla portata di tutti, il che comporta...
Case e Mutui

Come risparmiare sul mutuo in 5 mosse

L'acquisto di una casa, soprattutto se per la prima volta, è sicuramente uno dei passi più importanti della propria vita. Comprare una casa è ormai il desiderio di molti, e quando si sceglie di compiere un'operazione così importante, si devono anche...
Case e Mutui

Certificazione energetica: gli immobili esenti

Dal 1 Luglio 2007, in Italia è obbligatoria la procedura conosciuta come ACE, ossia la ben nota certificazione energetica necessaria per l'attribuzione di una classe specifica di appartenenza degli edifici di nuova e vecchia costruzione, ma attualmente...
Case e Mutui

Requisiti per abbassare la rendita catastale di un'abitazione

Chi ha una casa di proprietà, ha certamente dovuto fare i conti con la tanto temuta tassa dell'IMU. Molte persone, dopo aver calcolato l'imponibile dovuto per la tassazione attraverso gli strumenti delle nuove procedure moltiplicative, hanno potuto osservare...
Case e Mutui

Come ridurre la rendita catastale di un immobile

La rendita catastale è un parametro fiscale attribuito ad ogni immobile in grado di produrre un reddito in forma autonoma . La rendita catastale è un parametro utilizzato in diversi algoritmi per il calcolo delle imposte sugli immobili (quali TASI ,...
Case e Mutui

Consigli per cercare casa a Milano

Andare ad abitare in una nuova casa e magari anche in una nuova città non è un'esperienza di poco conto, e per questo ogni decisione va ponderata con molta attenzione. Ogni aspetto va valutato anche nel momento in cui si cerca un'abitazione, soprattutto...
Case e Mutui

Come pagare l'IMU sulla terza casa

L'IMU, acronimo di Imposta Municipale Unica, è una particolarissima tassa di tipo patrimoniale che viene applicata sugli immobili appartenenti al proprio patrimonio. L'imposta municipale unica è una tassa attiva dal 2011 che ha sostituito l'ICI ed ha...
Case e Mutui

Come frazionare un terreno agricolo

Il frazionamento catastale consiste in un processo, mediante il quale avviene la suddivisione di un terreno in più unità, definiti lotti. Questo procedimento, che porta alla divisione di un singolo terreno in lotti più piccoli, può avvenire per molteplici...