Cambiare lavoro in tempo di crisi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Attualmente il mercato europeo ed in particolare italiano del lavoro è ad una velocità minima storica piuttosto scoraggiante, ma non per i più ambiziosi. Cambiare lavoro lasciando un contratto a tempo indeterminato è un gesto considerato fuori da questo mondo, eppure lo fanno con coraggio, prospettive di vita migliori e felicità. Molte persone si lamentano infatti della propria posizione lavorativa e spesso non fa nulla per cambiare per paura. Ma la paura non ha mai fatto fare nulla di particolarmente buono. Allora perché privarci del benessere personale senza far nulla per cambiare le proprie condizioni lavorative? Certamente sono da annoverare situazioni nelle quali vi sono figli e spese da affrontare. Talvolta ci si trova nel bel mezzo di una crisi aziendale e a dover fare i conti con un licenziamento non voluto oppure ci si ritrova ridotti con uno psicologo per risolvere il nostro malessere. Ma come trovare il coraggio di cambiare lavoro in tempo di crisi? Vediamo insieme degli utili suggerimenti da mettere in pratica.

25

Perdita non voluta di lavoro

Non appena ricevete la notizia di licenziamento od un momentaneo licenziamento dovrete affrontare la questione di petto guardandone i lati positivi. Ogni situazione e condizione ha pregi e difetti. Anche se ciò significa che momentaneamente vi dovrete appoggiare su di un'altra persona, sicuramente avrete un nuovo lavoro da subito: dedicarvi a ciò che verametne vi piace e farlo diventare una passione, oppure buttarvi in una nuova avventura lavorativa. Se avete un mutuo da pagare, offrite un posto letto a qualcuno in modo da farvi rientrare almeno la rata del mutuo. Intanto cercate di farvi un'esame di coscienza, chiedendo a voi stessi cosa vi piacerebbe fare, e dedicarvi alle questioni personali come: quanto denaro vi serve per vivere, gli orari che vi servono per voi stessi, altre informazioni utili ai fini di trovare un lavoro adeguato alle vostre esigenze e passioni.

35

Spazio di riflessione voluto (o non voluto).

Dovrete quindi fare un piano di marketing e di organizzazione intorno a voi stessi senza perdervi d'animo. Anche se il lavoro che facevate vi piaceva (ma evidentemente non era la posizione giusta per voi se l'azienda ha chiuso) ora avete in mano la vostra vita, foglio bianco, e potete sfruttare il vostro tempo come meglio credete. Prendete questa pausa come spazio riflessivo. Potreste addirittura pensare di voler andare a fare un'esperienza in un altro paese. Se il lavoro che fate invece non vi va giù eppure avete un tempo indeterminato che il cambiamento e l'insicurezza economica pensate che vi metterà a disagio, dovrete fare i conti: o voi, o la salute. Il denaro non costa quanto la vostra salute. Quindi anche qui munitevi di coraggio perché il coraggio premia i più ambiziosi. Potreste anche pensare di essere degli imprenditori se avete lo spirito di voler crescere e migliorarvi ed avete sottomano un servizio che sapete fare molto bene e che offrite meglio di tutti gli altri.

Continua la lettura
45

Se il cambiamento non fa per voi

Se avete fatto un'esame di coscienza e ne avete dedotto che il cambiamento (di posizione lavorativa oppure di esperienze estere) non fa per voi, allora munitevi di pazienza e siate pronti anche a cambiare città (anche intorno alla vostra zona). Quindi telefonate ed inviate richieste alle aziende alle quali vorreste lavorare. Forse scoprirete che potreste far avverare le vostre passioni. Siate determinati e testardi a cercare lavoro in un ambito che sognavate sin da piccoli. Tenete presente che ogni ambito ha differenti gradi di competenze. Quindi non scoraggiatevi se richiedono ingegneri o scienziati mentre voi eravate solo dei semplici impiegati o tecnici. Provateci a fare richieste anche diverse. Inoltre, ritagliatevi sempre uno spazio per esprimere al meglio la vostra creatività anche tramite un lavoro secondario che fungerà da paracadute quando vi trovate in difficoltà come dipendente.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Organizzatevi ad avere sempre un piano B (e altri piani)

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Le regole sul licenziamento introdotte con il Jobs Act

Con il Jobs Act, il governo Renzi ha messo a punto una profonda riforma dei contratti di lavoro per favorire un rilancio dell’occupazione. Il Jobs Act non modifica i diritti acquisiti, cioè quelli dei lavoratori già assunti a tempo indeterminato,...
Lavoro e Carriera

Come licenziarsi da un contratto a tempo indeterminato

Il contratto a tempo indeterminato è un accordo redatto per iscritto tra il datore di lavoro ed un dipendente, regolato dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL). Esso non riporta la scadenza del rapporto lavorativo e deve contenere: i dati...
Lavoro e Carriera

Come essere tutelati da un licenziamento

La fonte fondamentale per il mantenimento di una famiglia è il lavoro. Coloro che sono supervisionati da un datore di lavoro sono soggetti ad un possibile licenziamento. Infatti, in Italia la percentuale di disoccupati è in aumento, ma non preoccupatevi....
Lavoro e Carriera

Licenziamento senza preavviso

Gli articoli 337 e 337d della Costituzione, regolano il licenziamento senza preavviso, possibile solo nel caso di provvedimenti disciplinari per giusta motivazione. Assolutamente non può esistere il licenziamento senza preavviso per il dipendente in...
Case e Mutui

Come sospendere le rate del mutuo

Il mutuo, contratto tramite il quale il mutuante consegna una somma di denaro alla parte mutuataria, è la pratica più diffusa per la compravendita di beni immobiliari. Contrarre un mutuo per l’acquisto di un immobile è molto oneroso, specie al giorno...
Lavoro e Carriera

Come stipulare un contratto di lavoro a tempo indeterminato

Se un dipendente viene impiegato su 2 o più contratti successivi a tempo determinato in servizio continuo per un periodo di 4 anni, i dipendenti hanno diritto a un contratto a tempo indeterminato. Il datore di lavoro può giustificare la concessione...
Lavoro e Carriera

Come funziona il contratto a tutele crescenti

Nel campo lavorativo esistono diverse tipologie di contratto, ognuna con le sue regole da rispettare e le sue eccezioni particolari, tra questi c'è quello a tutele crescenti che va nella categoria di quelli a tempo indeterminato, inoltre va aggiunto...
Lavoro e Carriera

Dimissioni del lavoratore: il principio di libera recedibilità

Il lavoro è una delle attività più importanti per la vita di ogni persona ma, sebbene ci si trovi in un periodo di profonda crisi economica, può capitare di voler smettere di lavorare, o di cambiare lavoro. In ambedue i casi, la legge prevede il diritto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.