Bilancio aziendale: le valutazioni fiscali di inizio esercizio

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Avviare un'attività, perlomeno da un punto di vista fiscale, non rappresenta un compito gravoso. Una volta ottenuta una Partita IVA dall'Agenzia delle Entrate e determinato il regime contabile conforme alla tipologia di impresa prescelta, in via del tutto teorica, chiunque potrebbe iniziare a lavorare in proprio. In questa guida analizzeremo quali valutazioni fiscali un potenziale imprenditore dovrebbe prendere in considerazione ad inizio esercizio, ai fini della corretta determinazione del bilancio aziendale.

24

Nella contabilità generale di un’azienda, oltre alle scritture di costituzione e gestione, ogni anno, ai fini della predisposizione del bilancio di esercizio, occorre redigere quelle di chiusura e riapertura esercizio. Queste ultime possono essere distinte in apertura generale dei conti e iniziali di storno, attraverso lo stato patrimoniale iniziale o bilancio di apertura. Quest’ultimo deve ovviamente essere identico allo stato patrimoniale finale di chiusura dell’esercizio precedente. Le scritture iniziali di storno concernono: a) costi e ricavi sospesi derivanti dall'esercizio precedente, ossia risconti attivi e passivi e rimanenze; b) valori numerari presunti, ovvero ratei attivi e passivi, fatture da emettere e ricevere.

34

I principali adempimenti fiscali cui un'attività deve far fronte sono: 1. IVA o imposta sul valore aggiunto; imposta sulle cessioni di beni e prestazioni di servizi, che si determina sottraendo quella a credito (pagata ai fornitori) da quella a debito. La relativa aliquota varia in base a beni e servizi in oggetto. Mensilmente o trimestralmente, entro il giorno 16, l’IVA dovuta deve essere liquidata e versata e annualmente, entro il 27 dicembre, occorre effettuare il versamento acconto IVA. 2. Imposte gravanti sul reddito: a) IRPEF solo per attività individuali, imposta calcolata sulla base imponibile costituita da tutti i redditi posseduti dall'imprenditore. B) IRAP per società di persone e ditte individuali, che è una imposta proporzionale calcolata sulla differenza fra valore e costi della produzione o valore della produzione netta.

Continua la lettura
44

c) IRES (che ha sostituito la precedente IRPEG), personale e proporzionale, con un’aliquota del 33% la cui base imponibile è data dal reddito dell’esercizio, al lordo delle imposte, al quale vengono apportate alcune variazioni. Ai termini della nostra legislazione il reddito di bilancio determina il reddito fiscale o imponibile, in pratica l’ammontare su cui pagare le imposte. Il risultato di bilancio però può essere rettificato. Le variazioni che può subire sono: in aumento (costi non riconosciuti o ricavi divenuti tassabili) o in diminuzione (ricavi esenti o costi divenuti deducibili).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Redigere Un Bilancio Annuale Aziendale

Se siete titolari di un'azienda, di un'impresa, di un'attività commerciale oppure di un qualsiasi negozio gestito imprenditorialmente con dei ricavi (guadagni) e dei costi (spese), il Codice Civile ed il Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR) vi...
Aziende e Imprese

Come Determinare I Principali Aggregati Economici Di Bilancio

Comunemente il bilancio, per fattori culturali, è visto come un aspetto amministrativo. Il fine della presente guida è di indicare le modalità di Determinare dei principali aggregati economici partendo dal volume d'affari fino ad arrivare all'utile...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Norvegia

Nel tentativo di favorire l'occupazione, la crescita e un aggiustamento strutturale dell'economia, la Norvegia ha annunciato grandi tagli fiscali contenuti nella proposta di bilancio del 2016.Il bilancio fiscale 2016 ha contribuito a smorzare gli effetti...
Aziende e Imprese

Come Calcolare Il Ros

Il Return On Sales (ROS) rappresenta uno degli indicatori più adoperati nell'analisi di bilancio, insieme al Return On Equity (ROE) e al Return On Investment (ROI). Precisamente, il ROS si calcola facendo il rapporto tra il risultato operativo caratteristico...
Aziende e Imprese

Come Calcolare Il Roce

La realizzazione del bilancio di esercizio di un'azienda rappresenta una delle attività più importanti della contabilità. Dal bilancio è infatti possibile ricavare informazioni utili sulla durabilità e le attività dell'azienda. Il documento del...
Aziende e Imprese

Come calcolare gli indici di bilancio

Ogni azienda al termine del proprio anno fiscale o esercizio deve redigere il bilancio, che riassume la situazione economica e quella finanziaria della propria attività. In particolare, il conto economico evidenzia l'utile o la perdita, calcolati dalla...
Aziende e Imprese

Come redigere i bilanci straordinari

Sia il bilancio d'esercizio che i bilanci che si riferiscono ad un periodo amministrativo inferiore all'anno, vengono redatti dagli amministratori, ciò nonostante, in momenti particolari della vita aziendale sono praticamente costretti a fare i cosi...
Aziende e Imprese

Come Valutare un'impresa con il metodo patrimoniale semplice

Il metodo patrimoniale semplice è una delle tante metodologie utilizzate in finanza per stimare il valore di un'impresa. Si basa sui dati dello stato patrimoniale correttamente rivalutati. Tale metodo, quindi, differentemente dai metodi reddituali e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.