Assicurazione casalinghe: come mettersi in regola

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Per "assicurazione" si intende essenzialmente quella polizza stipulata per essere risarciti per uno specifico tipo di danno. Esistono diversi ambiti dove è possibile avviare delle assicurazioni, tra queste si annoverano quelle sulla casa, sulla vita, sulla macchina e, perché no, sulle casalinghe. Il numero di infortuni tra le casalinghe è infatti drasticamente cresciuto negli ultimi anni. Le cause sono molteplici dato che in casa sono diverse le tipologie di lavori da svolgere. Tra le più comuni ci sono le cadute dalle scale, dagli sgabelli, ustioni, tagli e inalazioni di sostanze solventi. Più precisamente, la fascia di donne più a rischio è compresa tra i cinquantacinque e sessantacinque anni. Da qui è nata l’esigenza, resa obbligatoria dalla legge, di tutelarsi contro questi rischi. Vediamo allora come mettersi in regola con l'assicurazione casalinghe.

25

I soggetti interessati

L’obbligo di sottoscrivere l’assicurazione è rivolto ai soggetti che abbiano un’età compresa tra i 18 e 65 anni già compiuti, che svolgano delle attività non occasionali in ambito domestico, finalizzate alla cura dei componenti del nucleo familiare. Questa attività deve inoltre essere svolta a titolo gratuito, senza cioè vincoli di subordinazione. Il soggetto non deve inoltre svolgere altre attività che comportino l’iscrizione ad altre forme di previdenza sociale. Se l’assicurazione viene stipulata per la prima volta dovete ritirare il bollettino di pagamento disponibile presso le sedi INAIL.

35

Le scadenze

Nel caso in cui abbiate già sottoscritto l’assicurazione, riceverete dall’INAIL una lettera accompagnata da relativo bollettino precompilato riportante l’importo da versare entro il 31 gennaio dell’anno successivo. Se invece il bollettino non vi è stato pervenuto o è stato smarrito potete fare richiesta di un nuovo invio attraverso il sito dell’INAIL. La sottoscrizione è importante perché, in caso di infortunio grave durante lo svolgimento di lavori domestici, l’INAIL riconosce una rendita vitalizia.

Continua la lettura
45

Soggetti particolari

Per alcuni soggetti, aventi dei requisiti ben specifici, il pagamento del premio è a carico dello Stato. L’assicurato non deve aver percepito nell'anno precedente un reddito superiore ai 4.648,11 € e deve appartenere ad un nucleo familiare con un reddito complessivo non superiore ai 9.296,22 €. Queste persone, in caso di prima iscrizione, devono compilare un modulo di autocertificazione che attesti il possesso dei requisiti. Il modulo dovrà essere consegnato alle sedi INAIL.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nel caso in cui abbiate già sottoscritto l’assicurazione, riceverete dall’INAIL una lettera accompagnata da relativo bollettino precompilato riportante l’importo da versare entro il 31 gennaio dell’anno successivo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come si ottiene la pensione per le casalinghe

Molti pensano che la pensione sia un contributo che spetta soltanto a coloro che hanno lavorano una vita intera, accumulando una determinata somma di contributi. Tuttavia, a partire dal 1° gennaio 1997, grazie all'istituzione del fondo casalinghe, è...
Previdenza e Pensioni

Come usufruire dell'assicurazione annullamento viaggio

Un'assicurazione per un'eventuale cancellazione del viaggio è una precauzione che qualsiasi viaggiatore dovrebbe prendere in considerazione prima di partire. Sono diversi infatti gli imprevisti che potrebbero portare alla rinuncia e cancellazione del...
Previdenza e Pensioni

Come scegliere l'assicurazione sanitaria

Hai deciso di farti un'assicurazione sanitaria, per avere in caso di necessità, un aiuto ad affrontare le spese mediche? In questa guida, ti scrivo delle informazioni utili, su questo tipo di assicurazioni sanitarie. Hai deciso di farti un'assicurazione...
Previdenza e Pensioni

Assicurazione sulla vita: 10 cose da sapere

L'assicurazione sulla vita, è un contratto che avviene tra un assicurato e un assicuratore, il quale ha il dovere di pagare il beneficiario con una determinata cifra di denaro (prestazioni), riguardante la morte della persona assicurata. Nella guida...
Previdenza e Pensioni

Come scegliere l'assicurazione sulla vita

Perché scegliere l'assicurazione sulla vita: fate dei lavori pericolosi e avete paura che se vi succeda qualcosa? Così che i vostri figli non avrebbero più il pane per mangiare. Avete il costante timore che qualcuno vi possa fare male camminando magari...
Previdenza e Pensioni

Come fare la disdetta dell'assicurazione casa

Come vedremo nel corso di questa guida, l'assicurazione sulla casa è una peculiare tipologia di assicurazione studiata per far fronte a qualsiasi evento rischioso legato alla propria casa, ovvero per proteggerla da eventi quali ad esempio un incendio,...
Previdenza e Pensioni

Come stipulare l'assicurazione per un condominio

Con il termine condominio si indica una serie di abitazioni distribuite su più piani e suddivise in vari appartamenti che possono essere di proprietà o in affitto. In queste strutture è importante stipulare un'adeguata assicurazione che tuteli i condomini...
Previdenza e Pensioni

Come recedere da un contratto di assicurazione sulla vita

Le assicurazioni sulla vita caso morte sono polizze con cui una compagnia si obbliga a corrispondere un capitale o una rendita ai beneficiari del contratto, individuati dal contraente al momento della sottoscrizione del contratto. Si tratta quindi di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.