Assenza da lavoro: le conseguenze

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo statuto dei lavoratori, tra i vari diritti e doveri, prevede anche alcune specifiche clausole per quanto riguarda l'assenza dal luogo di lavoro. Se infatti un dipendente non si reca al lavoro per una nevicata, uno sciopero improvviso dei mezzi pubblici o per problemi familiari, va incontro a dei rischi, e noi in questa guida cerchiamo di spiegare quali sono le conseguenze.

26

Una risposta specifica, almeno per gli esempi elencati non è possibile darla, quantomeno in modo esauriente, ma tuttavia ci sono delle normative a cui il datore di lavoro può aggrapparsi, e far valere le proprie ragioni. Lo stesso vale per il dipendente che può regolarsi di conseguenza, in base alla tipologia di contratto che lo lega all'azienda.

36

Il rischio maggiore per il soggetto che non si presenta sul luogo di lavoro può prevedere che trattandosi di una calamità naturale, ci siano delle norme riguardanti questo imprevisto, anche mantenendo quindi intatta la possibilità di retribuzione. Se infatti si verifica una nevicata improvvisa che effettivamente non consente nemmeno di uscire di casa, subentra il conseguente fattore di impossibilità nel recarsi sul luogo di lavoro, quindi il lavoratore non può essere considerato inadempiente, anche se non ha diritto alla retribuzione per i giorni di assenza. Nel caso l'azienda interessata è a carattere industriale, potrebbe scattare una forma di cassa integrazione. Diverso è invece il caso in cui si è impossibilitati a recarsi sul luogo di lavoro quando all'improvviso vi è uno sciopero dei mezzi pubblici; infatti, il datore di lavoro non può punire il dipendente, anche se potrebbe richiedere spiegazioni in merito alla possibilità di prevedere lo sciopero, magari recandosi prima dell'orario stabilito sul luogo di lavoro.  

Continua la lettura
46

Un datore di lavoro, può tuttavia, se per contratto sono state preventivamente messe in chiaro delle situazioni analoghe, chiederne ufficialmente la risoluzione, per cui l'iter burocratico prevede un'udienza davanti ad un giudice del lavoro, il quale a sua discrezione, potrebbe confermare le ragioni dell'appello del datore di lavoro, ma nel contempo giustificare il dipendente appurando la sua buona fede.

56

Anche in caso di particolari emergenze che riguardano la vita familiare del lavoratore dipendente, ci sono delle regole ben precise che un datore di lavoro può richiedere al giudice per la sua tutela, ma nel contempo anche il lavoratore stesso potrebbe trovare un'appiglio a lui favorevole. Se per esempio all'improvviso si verifica un malore di un familiare, e l'azienda incurante anche dell'avviso, invia la lettera di licenziamento, il giudice potrebbe ritenerla non valida, in quanto a parziale giustificazione, ci sono evidenti prove dell'avvenuto evento, come ad esempio certificati medici o di ricovero con data ed ora.

66

Per evitare quindi spiacevoli conseguenze, tendenti ad incrinare un rapporto di lavoro, il consiglio da dare ai soggetti che si vedono all'improvviso sbarrare le porte dell'ufficio, è di affidarsi subito ad un avvocato, con cui comunicare preventivamente il fatto rendendolo formale, e quindi cautelarsi su future azioni legali del datore di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come leggere un contratto di lavoro

Generalmente, prima di intraprendere qualsiasi tipo di carriera lavorativa, tra il lavoratore e il datore di lavoro viene stipulato un contratto. Quest'ultimo deve essere letto attentamente e in maniera scrupolosa dalle due parti in modo tale da non creare...
Lavoro e Carriera

I 10 consigli anti-stress sul lavoro

Lo stress accumulato sul proprio posto di lavoro è uno dei problemi che affligge la maggior parte dei lavoratori. Molta gente si ritrova spesso ad avere a che fare con conseguenze anche piuttosto problematiche, che possono portare di conseguenza a dover...
Lavoro e Carriera

Come disdire un appuntamento di lavoro

Vi è mai capitato di dover trovare il modo di annullare senza conseguenze un incontro di lavoro? Può succedere a tutti e non è così semplice come si può ritenere, ma esistono metodi e soluzioni idonei per ogni situazione. Ecco di seguito alcuni pratici...
Lavoro e Carriera

Come uscire un'ora prima da lavoro

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di doverci assentare dal luogo di lavoro perché abbiamo alcune necessità particolari che non possiamo rimandare per nessun motivo. Esistono, per legge, alcuni casi in cui ci è permesso allontanarci dal...
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro alle Maldive

Trovare lavoro alle Maldive è il vostro sogno ma non avete idea di come fare? Niente paura! Nei paragrafi che seguono, vi offriremo preziosi suggerimenti in merito. Se amate il mare e i climi caldi, l’arcipelago delle Maldive è il posto ideale per...
Lavoro e Carriera

Come stipulare un contratto di lavoro a tempo indeterminato

Se un dipendente viene impiegato su 2 o più contratti successivi a tempo determinato in servizio continuo per un periodo di 4 anni, i dipendenti hanno diritto a un contratto a tempo indeterminato. Il datore di lavoro può giustificare la concessione...
Lavoro e Carriera

Come cercare un lavoro dopo i 50 anni

Se dovessimo stabilire quale sia il principale problema di un Paese come l'Italia, di sicuro la maggior parte di noi penserebbe all'occupazione. Il lavoro continua ad essere una chimera per parecchie persone e chi non ne ha mai avuto uno nutre sempre...
Lavoro e Carriera

Le peggiori scuse per assentarsi dal lavoro

Quante volte la mattina si sarebbe voluto rimanere a letto e non andare al lavoro: qualcuno di noi potrebbe rispondere "anche tutti i giorni", ma c'è chi a volte trova scuse assurde per assentarsi veramente, alcune volte scegliendo motivazioni decisamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.