ASPI: come presentare domanda all'INPS

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La disoccupazione è purtroppo un problema estremamente diffuso nel nostro Paese. Grazie alla previdenza sociale è però possibile avere un aiuto in caso di disoccupazione involontaria. Dal 2013 l'INPS può concedere l'ASPI, ovvero il nuovo sussidio di disoccupazione. Come in precedenza, nemmeno l'ASPI spetta a tutti. È prerequisito fondamentale avere alle spalle dell'attività lavorativa verificabile. È concessa ad apprendisti così come ai soci di cooperative. Spetta anche ai dipendenti di amministrazioni pubbliche con contratto a tempo determinato.
Vediamo dunque, con questa guida, come come presentare domanda all'INPS per l'ASPI.

26

Occorrente

  • Requisiti richiesti dall'INPS
  • Precedente attività lavorativa dimostrabile
36

Esistono tre metodi per presentare la domanda ASPI all'INPS e ottenere il riconoscimento di questa indennità. La prima via è quella telematica. Per poter presentare la domanda attraverso il portale dell'INPS bisogna registrarsi. Ogni utente avrà un PIN personale da utilizzare in tutti i casi simili a questo. Sarà valido per ogni pratica da sbrigare via internet. La seconda strada è quella dei Contact Center dell'istituto. Potete infatti chiamare al numero 803164 da rete fissa, senza alcun costo. In alternativa esiste il numero 06164164 per telefonia mobile, a pagamento.

46

È possibile presentare la domanda per l'ASPI anche attraverso i patronati o altri intermediari dell'INPS. Anche in questo caso si procede per via telematica. La differenza sta nel fatto che ci si può avvalere del supporto del personale e dell'INPS stessa. È la soluzione migliore per chi non sa muoversi molto bene attraverso internet. È necessario presentare la domanda per l'ASPI entro due mesi dall'inizio del periodo indennizzabile. L'indennità mensile che spetta ad ogni disoccupato può variare in base all'età. Si calcola una percentuale sulla media delle retribuzioni mensili durante i periodi di lavoro.

Continua la lettura
56

Naturalmente il riconoscimento dell'ASPI può decadere. Il caso più ovvio è quello in cui si perde lo status di disoccupato. La decadenza dall'indennità vale anche per contratti di lavoro subordinato oltre i 6 mesi. Inoltre si perde l'indennità anche in caso di pensionamento, di nuova attività autonoma o assegno di invalidità. Anche il rifiuto di partecipare a una offerta di tirocinio o formazione comporta la decadenza. Vale lo stesso per il rifiuto di un nuovo impiego. A condizione che preveda una retribuzione superiore del 20% rispetto all'importo lordo dell'ASPI.
Per maggiori informazioni riguardo l'ASPI è possibile consultare la relativa pagina INPS.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come presentare la domanda di invalidità civile on line

Al giorno d'oggi chi ha la necessità di presentare una domanda di invalidità civile presso l'INPS, ovvero l'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, può farlo anche direttamente on line. Questa modalità è molto semplice e soprattutto comoda...
Previdenza e Pensioni

Congedo per paternità: come inoltrare la domanda all'Inps

Molte persone credono che, quando si diventa genitori, tutti i benefici previsti dall'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale e quindi dalle relative aziende dislocate sul territorio nazionale spettino esclusivamente alla madre. Da qualche anno invece,...
Previdenza e Pensioni

Come presentare domanda per il reddito di inclusione

Per contrastare la povertà e gli effetti della crisi economica, il Consiglio dei Ministri ha recentemente approvato il reddito di inclusione (REI). Questo aiuto per le famiglie italiane sarà accessibile a coloro che aderiranno a un progetto finalizzato...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Con la legge Fornero ci sono state moltissime novità nel mondo del lavoro, sia sulla regolamentazione, sia sulla possibilità di chiedere molti ammortizzatori sociali. Tra tutti questi è stata introdotta una sorta di Assicurazione sociale per l'impiego,...
Previdenza e Pensioni

INPS: come riscattare la laurea

Quando possono essere riscattati gli anni universitari e quanto può essere vantaggioso farlo? Il nostro ordinamento giuridico concede ai i giovani di poter recuperare, ai fini pensionistici, gli anni relativi alla loro formazione universitaria: viene...
Previdenza e Pensioni

Come fare la domanda di pensione anticipata

Negli ultimi anni, per merito anche dell'allungamento della vita media, anche l'età pensionabile è stata prolungata fino a 67 anni e 6 mesi. Tuttavia, a partire da gennaio 2012, tutti i lavoratori che hanno un'anzianità contributiva minima hanno diritto...
Previdenza e Pensioni

Pensione anticipata: come fare domanda

APE, Acronimo di Anticipo Pensionistico, si regge in base ad una serie di valutazioni da effettuare prima della sua ricezione. Scopriamo insieme della pensione anticipata come fare domanda. In generale, il lavoratore e l'Inps devono rispettare diversi...
Previdenza e Pensioni

Come iscriversi alla gestione separata dell'Inps

Una volta che si inizia un'attività come lavoratori parasubordinati oppure autonomi, occorre iscriversi alla denominata "Gestione Separata" dell'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, cioè INPS. Esso costituisce il fondo della pensione dove vengono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.