5 motivi per preferire un mutuo a tasso fisso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

All'interno della presente guida andremo a parlare di mutui. Lo faremo, nello specifico, per comprendere quali siano i 5 motivi principali che potrebbero farci preferire un mutuo a tasso fisso.
Struttureremo questa guida in 6 passi differenti, compreso questo passo introduttivo, e in ognuno di questi passi argomenteremo su uno specifico motivo che dovrebbe farci propendere, in questo momento, per un mutuo a tasso fisso.

26

Sicurezza

Partiamo dal fattore principale che spinge le persone a scegliere un mutuo a tasso fisso. Questo fattore si chiama sicurezza. La sicurezza di avere una rata costante nel tempo, che non vada a subire le oscillazioni del mercato. Questo è un fattore non da poco, che spinge le persone ad accollarsi un tasso d'interesse anche maggiore rispetto a quello che potrebbero garantirsi scegliendo un variabile, ma accollandosi un potenziale pericolo.

36

Deflazione

L'Italia è in una condizione di deflazione. Ovvero, i prezzi dei beni scendono. Non è una condizione per nulla positiva per l'economia reale ma, per quanto concerne i mutui dobbiamo fare delle considerazioni. Che cos'è un mutuo? Un mutuo è un debito e, in condizione di deflazione, il costo del mutuo come di ogni debito aumenta. Bisogna comprendere, quindi, che affidarsi ad un mutuo a tasso fisso o variabile può modificare in modo importante la situazione debitoria. I mutui a tasso fisso si appoggiano agli indici EURIRS, che hanno visto un buon ribasso negli ultimi tempi. In questo momento, chi sceglie un mutuo a tasso fisso ha dei vantaggi che si aggirano sul mezzo punto percentuale.

Continua la lettura
46

Tassi

Oggi si possono ottenere dei tassi d'interesse davvero vantaggiosi con il tasso fisso, addirittura inferiori a quella soglia base che è classicamente del 4%. Si può arrivare a strappare un mutuo a tasso fisso al 3,50%. Ricordiamoci che, facendo una comparazione con il passato, i mutui a tasso fisso e la loro stabilità lungo tutto l'arco del contratto venivano fatti pagare molto più salati, oltre il 6%.

56

Crisi

Oggi, per l'intervento della Banca centrale europea, deciso da Draghi, il quantitative easing ha immesso nel mercato molta liquidità che ha fatto abbassare i tassi, sia fissi che variabili. È vero che scegliere un variabile in questo momento vi darebbe la possibilità di poter godere di un tasso leggermente più basso, ma le oscillazioni del mercato sono solo in parte prevedibili, e accollarvi un rischio tale da essere in balia del mercato, in un momento di crisi economica e instabilità del mercato del lavoro non è assolutamente una buona idea. Meglio un percorso di pagamento stabile, che vi permetta di fare delle pianificazioni.

66

Previsioni

Circa il 36% di soggetti che richiedono un mutuo, puntano ancora sul tasso fisso, accollandosi un costo leggermente superiore. Inoltre, i 2/3 dei nuovi mutui stipulati sono stati a tasso fisso. Lo sapete, la sicurezza ha il suo prezzo, che in questo periodo, tuttavia, è molto limitato. Approfittatene. Immaginando un mutuo di 25 anni di 100 mila Euro circa, oggi la rata mensile arriverebbe a 530 Euro circa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come cambiare il tasso del tuo mutuo

Può succedere che molte volte il tasso del mutuo sia troppo oneroso per chi lo sta pagando e ci sia necessità di cambiarlo, specie in periodi come questo caratterizzati da crisi economica che ha colpito in particolare le famiglie. Proprio queste ultime...
Case e Mutui

Mutuo: pro e contro del tasso variabile

Quando ci troviamo a comprare casa, molte volte siamo costretti a ricorrere ad un prestito fornito in genere da una banca che prende il nome di mutuo. Il tasso che normalmente viene applicato ad un mutuo rappresenta un elemento molto importante da tenere...
Case e Mutui

Come calcolare il tasso d'interesse di un mutuo

Uno dei fattori principali da considerare prima di chiedere l'erogazione di un mutuo è il tasso d'interesse: esso rappresenta l'importo aggiuntivo che il cliente deve versare alla banca. Il calcolo del tasso di interesse è influenzato molto dalle dimensioni...
Case e Mutui

Mutui: 5 buone ragioni per scegliere il tasso variabile

Nel momento in cui è necessario stipulare un contratto di mutuo, molte persone si chiedono quale sia l'opzione maggiormente conveniente in tema di tasso d'interesse, ovvero se conviene scegliere il tasso variabile o al contrario quello fisso. Come vedremo...
Case e Mutui

10 consigli per la scelta del mutuo

La sottoscrizione di un mutuo per l'acquisto di un immobile, rappresenta un impegno importante da mantenere nell'arco di un relativamente lungo numero di anni. Quasi sempre si tratta di una scelta obbligata, in quanto gli importi necessari all'acquisto...
Case e Mutui

Mutui: quale scegliere?

Molto spesso, soprattutto a causa della crisi economica, le persone fanno affidamento ai mutui. In poche parole quando non si hanno tante disponibilità economiche, il soggetto per far fronte ad una determinata spesa (acquisto di casa, ristrutturazione...
Case e Mutui

5 cose da sapere sul mutuo a tasso con CAP

Quando parliamo di mutui, la cosa migliore è sempre valutare le proposte che ci offre il mercato in modo da trovare il finanziamento migliore. In questa guida vi spiego nei dettagli 5 cose da sapere sul mutuo a tasso con Cap, cioè quello apposito che...
Case e Mutui

Come calcolare la rata del mutuo a tasso fisso

Al giorno d'oggi è molto difficile ottenere un mutuo da una banca, soprattutto per i giovani. Questi, data la crisi che riguarda il mondo del lavoro, non sempre possiedono i requisiti richiesti. Una banca, infatti, concede il mutuo esclusivamente a chi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.