5 differenze tra CV italiano e CV inglese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'attuale crisi economica rende difficile ottenere un lavoro, specialmente quando mancano le abilità professionali. Trovare un'occupazione in linea con le proprie conoscenze scolastiche e competenze professionali richiede la formazione di un Curriculum Vitae (CV) perfetto. La struttura di questo documento risulta identica qualunque sia il percorso scolastico intrapreso e le esperienza lavorative avute fino al momento della compilazione. La diversità nella redazione si trova invece nel Paese dove viene ricercato il nuovo lavoro. All'interno dei passaggi successivi di questo importante tutorial vediamo le principali 5 differenze tra CV italiano e CV inglese.

27

Indicazione del sito/blog e degli obiettivi personali

La prima differenza tra CV italiano e CV inglese riguarda la segnalazione del sito o blog personale. Quando si presenta un Curriculum Vitae in lingua inglese, i riferimenti ad eventuali contatti web sono molto importanti. Chi dovrà valutare il CV ha bisogno di vedere nel concreto quali sono le abilità di un potenziale dipendente. Un sito o blog aiutano il candidato a farsi conoscere, mostrando il proprio stile ed il tipo di mansione svolta. In un CV italiano non viene dato molto peso a questo elemento. Talvolta questa scelta penalizza alcune professioni, come quella del Webmaster o Graphic Designer. I professionisti muniti di portfolio dovranno quindi presentare il proprio lavoro alla vecchia maniera, ovvero tramite portfolio cartaceo. Il vantaggio di specificare un sito o blog nel CV risiede nel fatto che la propria attività lavorativa verrà letta contemporaneamente da più datori di lavoro. Dunque si risparmia notevolmente sulla stampa ed anche in termini di tempo.

37

Posizione relativa alla descrizione delle competenze personali

La seconda differenza tra CV italiano e CV inglese si riferisce all'indicazione delle competenze acquisite negli anni. In un Curriculum Vitae italiano spesso viene utilizzata una formula standard per spiegare in cosa si eccelle. Ad esempio il candidato punta sulla propria capacità di lavorare in un gruppo o alle doti organizzative personali. Essendo confinata in un formulario di default valido per tutti, la presentazione contenuta nel CV italiano risulta piuttosto anonima. In un Curriculum Vitae inglese si consiglia di spiegare meglio ogni singola "skill" o abilità. In questo caso si possono quindi usare frasi di vario tipo, senza ricorrere a formule standard. Nel CV inglese è possibile capire molto di una persona anche dal modo in cui viene compilato.

Continua la lettura
47

Indicazione dei lavori svolti e degli hobby

La terza differenza tra CV italiano e CV inglese riguarda la scrittura delle attività lavorative eseguite fino a quel momento e degli hobby personali. Nella redazione del Curriculum Vitae italiano si riportano tutti i lavori esercitati e non soltanto quelli attinenti al lavoro proposto. Nel CV inglese si possono invece fare scelte ben precise. Candidandosi ad esempio come addetti alle vendite, si possono tranquillamente indicare esclusivamente le mansioni svolte in quel particolare settore lavorativo. Sul Curriculum Vitae inglese si dovranno altresì specificare meticolosamente i cosiddetti "achievements". Quest'ultimi sono gli obiettivi raggiunti nel corso dell'esperienza lavorativa ed i contributi significativi apportati all'azienda per cui si era dipendenti.

57

Segnalazione delle referenze

La quarta differenza tra CV italiano e CV inglese è relativa all'indicazione delle referenze. Questo elemento non può assolutamente mancare all'interno di un qualsiasi Curriculum Vitae e la diversità sta nella formula. Generalmente nel CV italiano non si devono indicare contatti telefonici o di posta elettronica dei precedenti datori di lavoro. Nel CV inglese viene invece richiesto almeno un recapito, affinché il reclutatore possa utilizzarlo per documentarsi sulle referenze del candidato. Un buon numero di quest'ultime aumenta sicuramente le possibilità di rientrare tra le scelte dei recruiter. Precisamente il CV inglese deve contenere minimo un contatto inerente alle esperienze lavorative ed uno legato alla formazione. Ciò permette all'offerente di ricavare informazioni da un precedente capo e dalla scuola o Università che ha rilasciato il titolo di studio. Nel CV italiano, tale controllo viene effettuato da pochi datori di lavoro e comunque viene ritenuta poco importante ai fini dell'assunzione. Le referenze italiane non garantiscono un posto immediato nel settore di competenza scelto. Per lavorare all'estero occorre partire con un mestiere anche del tutto estraneo al proprio. Man mano che si accumulano referenze, è possibile trovare collocazione nel settore professionale desiderato.

67

Pubblicazione di foto e data di nascita

L'ultima differenza tra CV italiano e CV inglese si riferisce alla foto personale recente e alla data di nascita. In un Curriculum Vitae italiano si inserisce una fotografia personale sulla pagina iniziale, accanto ulteriori informazioni basilari come la data di nascita. Nel CV inglese, questi due elementi non andrebbero mai introdotti. Dal momento che un candidato riceve una valutazione per le sue capacità lavorative, la foto non risulta importante. Aggiungendola si rischierebbe di subire un giudizio dettato da preferenze a livello estetico. Per gli inglesi una brava segretaria non deve necessariamente possedere un aspetto esteriore ottimale. Contano di più le abilità in un ambiente di lavoro che offre la possibilità di crescere e fare esperienza grazie alle proprie capacità intellettuali. La data di nascita si può tranquillamente omettere nel CV inglese, anche se talvolta i giovani la utilizzano per spiegare il fatto che non hanno ancora maturato un'esperienza adeguata in un determinato settore professionale. In Italia, la fotografia quanto la data di nascita non servono comunque per giudicare una persona. Tuttavia non si impone alcun divieto a chi intende completare il suo CV italiano con queste informazioni aggiuntive.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come tradurre il CV in francese

Qualora si stia cercando lavoro in un Paese francofono, il primo passo da compiere è tradurre in francese il proprio CV (curriculum vitae), facendo bene attenzione a non commettere errori d’ortografia e di punteggiatura che rischiano di far cestinare...
Lavoro e Carriera

5 modi per personalizzare il tuo CV

Vuoi realizzare il curriculum vitae perfetto ma non sai da che parte incominciare? In questo articolo proveremo ad aiutarti a personalizzare il tuo CV in 5 modi differenti. Al giorno d'oggi infatti, milioni di persone sono alla ricerca quotidiana di un...
Lavoro e Carriera

Come scrivere un CV efficace da neolaureato senza esperienza

Il curriculum vitae è lo strumento più efficace che abbiamo per farci conoscere da un'azienda. È una specie di carta d'identità del lavoratore, in cui si trovano tutte le informazioni che ci riguardano: dati anagrafici, esperienze lavorative, formazione,...
Lavoro e Carriera

5 consigli su come compilare un curriculum vitae in lingua inglese

Quando bisogna ricercare una nuova occupazione lavorativa, è necessario redigere un curriculum vitae (CV) il più efficace possibile. A tal proposito, esistono determinate regole da seguire in modo da non commettere errori più o meno banali. Sbagliando...
Lavoro e Carriera

Come insegnare italiano negli Stati Uniti

L'insegnamento della lingua italiana in alcune università americane è stata istituita al fine di sostenere la promozione della lingua italiana a livello universitario; per cui il Ministero degli Affari Esteri statunitense nomina degli insegnanti di...
Lavoro e Carriera

Come scrivere il curriculum per una società informatica

Ormai lo sanno tutti che il famoso curriculum vitae è il nostro biglietto da visita in qualsiasi posto ci troviamo. Ma cosa è? Il Cv è un documento in cui riportare, oltre alla propria anagrafica, le esperienze lavorative e le certificazioni che si...
Lavoro e Carriera

Come fare l'Incursore dell'Esercito Italiano

L'incursore è una figura d'élite dell'esercito italiano, addestrata per operazioni d'assalto in territorio nemico. Impiegato nelle operazioni più delicate e rischiose, l'incursore è il combattente per antonomasia. Egli è in grado di svolgere efficacemente...
Lavoro e Carriera

Le certificazioni per insegnare italiano a stranieri

Sebbene per diventare insegnante di italiano per stranieri non esista un vero e proprio percorso di studio o una laurea specifica, ci sono alcuni titoli che è bene conseguire se si intende intraprendere questa carriera. In Italia le certificazioni ufficiali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.