5 cose da sapere sull'assegno di mantenimento

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'assegno di mantenimento, non è altro che un vero e proprio provvedimento di tipo economico che viene istituito da un giudice nel caso in cui vi sia una separazione tra due coniugi. L'assegno di mantenimento, condiste nel versamento da parte di un coniuge di una specifica somma di denaro al coniuge economicamente instabile e ai figli avuti in comune con esso. Per chi volesse avere un chiarimento in merito alle principali linee generali che costituiscono un assegno di mantenimento, ecco le 5 cose principali da sapere.

27

Come avere l'assegno di mantenimento

Nonostante vi sia una separazione tra due coniugi, non significa che debbano mancare i debiti dovuti ad un rispettivo coniuge.
L'assistenza da parte di un coniuge verso la famiglia, è un vero e proprio obbligo ma per ottenere un assegno di separazione, è necessario che sia fatta una richiesta specifica di mantenimento nella domanda di separazione.
Il coniuge che deve versare la somma stabilita, deve inoltre avere le possibilità economiche vere e proprie per poter versare l'importo dovuto.

37

L'assegno di mantenimento per i figli minorenni

Gli aiuti per la famiglia e il mantenimento dei figli, non devono avvenire solo da parte di un coniuge, ma da entrambi quando è possibile e in base alle possibilità reddituali.
L'assegno di mantenimento per i figli, viene creato e delineato in base alle esigenze del figlio (studio, istruzione, malattie croniche, ecc.) e inoltre, viene istituito anche in base al tenore di vita che ha avuto fino ad oggi il minore in questione.

Continua la lettura
47

L'assegno di mantenimento per i figli maggiorenni

Solo nel caso in cui si ha un figlio maggiorenne ed economicamente autonomo e autosufficiente, si può fare una vera e propria richiesta di cessazione dell'assegno di mantenimento. Se un figlio non è in grado di avere un lavoro che possa mantenerlo e renderlo indipendente, il giudice può anche decidere di far mantenere il figlio attraverso un assegno periodico di mantenimento.

57

Come viene decisa la somma dell'assegno di mantenimento

Quando un giudice durante un udienza deve decidere quanto sarà la somma dovuta da parte di un coniuge nel relativo assegno di mantenimento, deve tenere sempre conto delle possibilità economiche del coniuge, del reddito e delle condizioni in generale della famiglia. Il giudice deve visionare la condizione lavorativa di chi dovrà versale l'importo dovuto, valutando l'età, il tipo di lavoro, il guadagno, ecc..

67

Mutamento dell'assegno di mantenimento

Nel caso di problematiche varie, è possibile richiedere un cambiamento dell'assegno di mantenimento a patto che vi siano dei mutamenti accertati sul reddito che possono essere di incremento o anche di deterioramento.
Questa richiesta può essere fatta annualmente con una domanda specifica.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come compilare e incassare un assegno

Esistono, come ben saprai, due tipi di assegni, quello denominato bancario e quello definito circolare. Quando compili un'assegno bancario o ne ricevi uno in pagamento, oppure richiedi l'emissione di un assegno circolare, ti trovi tra le tue mani due...
Finanza Personale

Come compilare un assegno bancario non trasferibile

Conseguentemente ad una norma contenuta nella Legge di Stabilità il limite per pagamenti in contanti è stato fissato a 3000 €. Questa manovra è stata fatta al fine di incentivare i consumi e porre fine ad un vero e proprio "terrore" fiscale. Resta,...
Finanza Personale

Come compilare un assegno bancario

L'assegno bancario è un utilissimo strumento di pagamento che può essere impiegato in sostituzione del denaro contante. Ma ai fini per contrastare il fenomeno del cosiddetto "denaro sporco, nel 2007, sono state introdotte norme più stringenti in funzione...
Finanza Personale

Cosa fare in caso di assegno scoperto

L'assegno rappresenta un mezzo di pagamento largamente utilizzato al giorno d'oggi. La legge italiana determina che per ingenti somme di denaro non si può effettuare un pagamento in contanti. Come ogni cosa, ovviamente, questo metodo di pagamento presenta...
Finanza Personale

Come incassare un assegno bancario

In questi ultimi anni l'utilizzo dei contanti è diminuito in modo notevole a favore di metodi di pagamento come il bancomat, la carta di credito e le carte prepagate (utilizzate soprattutto per gli acquisti in rete). Anche se introdotto da molto tempo,...
Finanza Personale

Come rimuovere l'etichetta Protestato da un assegno

Può accadere che per un qualsiasi motivo, un assegno venga protestato. In ogni caso, un aspetto fondamentale da sapere è che viene prevista un'apposita procedura che consente di effettuare la rimozione dell'etichetta protestato da questo titolo di pagamento....
Finanza Personale

Come cancellare un protesto di un assegno postale o bancario

Nel momento in cui si va ad emettere un assegno di pagamento, sia bancario e sia postale, c'è la necessità di assicurarsi che la somma che dovrà essere prelevata sia subito a disposizione all'interno del proprio conto corrente personale. Nella guida...
Finanza Personale

Come compilare un assegno

Nel mondo digitale in cui viviamo oggi, molti dei trasferimenti di denaro avviene per via telematica attraverso bonifici online. Tuttavia, gli assegni cartacei rappresentano ancora uno strumento molto efficace e poco costoso per spostare somme di denaro....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.