5 cose da sapere sul mutuo a tasso con CAP

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando parliamo di mutui, la cosa migliore è sempre valutare le proposte che ci offre il mercato in modo da trovare il finanziamento migliore. In questa guida vi spiego nei dettagli 5 cose da sapere sul mutuo a tasso con Cap, cioè quello apposito che ci permette di sottoscrivere un mutuo a tasso variabile.

26

Stipulando un mutuo con Cap si paga una polizza assicurativa

Quando si stipula un mutuo con Cap, si paga necessariamente una specie di polizza assicurativa il cui compito è quello di coprire l'eventuale differenza delle rate nel malaugurato caso in cui i tassi dovessero superare la soglia massima fissata.

36

Il Cap offre l'opportunità di usufruire di un finanziamento ad un tasso più basso

Il Cap permette di usufruire agevolmente di un finanziamento ad un tasso molto più basso se lo confrontiamo con i finanziamenti a tasso fisso. Però c'è anche il rovescio della medaglia, infatti esso è collocato ad un tasso più alto rispetto a molti altri dello stesso tipo. Questo succede perché la banca in questi casi offre sempre una garanzia accessoria che però viene a costare molto cara e di conseguenza provoca l'aumento dello spread. Questo fattore è da prendere in considerazione tutte le volte che vogliamo usufruire di un tasso più basso.

Continua la lettura
46

Con il Cup il piano di ammortamento è molto facile da calcolare

Se vogliamo calcolare il piano di ammortamento che otteniamo tramite il Cup, dobbiamo sapere prima di tutto che basta calcolare la quota di interessi al nuovo tasso dopodichè non ci resta che sommare la quota capitale stipulata precedentemente. Nel caso che invece vogliamo solamente calcolare l'importo della quota massima ammissibile dopo 12 mesi di ammortamento, dobbiamo prima di tutto prendere in considerazione tutto il debito residuo ed applicarci un tasso che di solito non supera mai il 7%. Per ottenere il risultato finale ci basta soltanto fare un semplice calcolo di percentuale.

56

Il Cap è conveniente solo in alcuni casi

Se vogliamo capire chiaramente se il Cap è conveniente o no, dobbiamo sapere prima di tutto che il suo tetto massimo deve essere sempre applicato al TAN, e deve avere un valore di mercato per cui chi chiede il mutuo deve essere sempre completamente tutelato. Inoltre non deve essere troppo alto. Questo è un aspetto che molto spesso viene trascurato ed invece è importantissimo per capire che margine di convenienza rappresenta il Cap preso in esame. Nel contratto è necessario che il floor sia assente, in modo da non trovarci ad avere a che fare con una soglia minima che presenti dei tassi che siano stati imposti dalla banca in modo autonomo. In questo caso è meglio venirne a conoscenza in anticipo in modo da valutare se conviene prenderla in considerazione oppure no.

66

Con il Cap il mutuatario ha sempre una riduzione dell'importo mensile

Con il Cap il mutuatario ha sempre la garanzia che l'importo mensile della rata gli viene ridotto mentre invece nei periodi di alta inflazione egli è sicuro che la rata mensile non può salire oltre un certo limite imposto precedentemente dalla banca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come funziona il mutuo con CAP

Le offerte e le tipologie di mutuo che una persona può scegliere di aprire sono davvero molteplici. Generalmente un mutuo viene aperto per l'acquisto di un immobile o per effettuare opere di ristrutturazione, ma non sono pochi i casi in cui i mutui vengono...
Case e Mutui

Come calcolare il tasso d'interesse di un mutuo

Uno dei fattori principali da considerare prima di chiedere l'erogazione di un mutuo è il tasso d'interesse: esso rappresenta l'importo aggiuntivo che il cliente deve versare alla banca. Il calcolo del tasso di interesse è influenzato molto dalle dimensioni...
Case e Mutui

Come calcolare la rata del mutuo a tasso fisso

Al giorno d'oggi è molto difficile ottenere un mutuo da una banca, soprattutto per i giovani. Questi, data la crisi che riguarda il mondo del lavoro, non sempre possiedono i requisiti richiesti. Una banca, infatti, concede il mutuo esclusivamente a chi...
Case e Mutui

Mutuo: pro e contro del tasso variabile

Quando ci troviamo a comprare casa, molte volte siamo costretti a ricorrere ad un prestito fornito in genere da una banca che prende il nome di mutuo. Il tasso che normalmente viene applicato ad un mutuo rappresenta un elemento molto importante da tenere...
Case e Mutui

5 motivi per preferire un mutuo a tasso fisso

All'interno della presente guida andremo a parlare di mutui. Lo faremo, nello specifico, per comprendere quali siano i 5 motivi principali che potrebbero farci preferire un mutuo a tasso fisso.Struttureremo questa guida in 6 passi differenti, compreso...
Case e Mutui

Come cambiare il tasso del tuo mutuo

Può succedere che molte volte il tasso del mutuo sia troppo oneroso per chi lo sta pagando e ci sia necessità di cambiarlo, specie in periodi come questo caratterizzati da crisi economica che ha colpito in particolare le famiglie. Proprio queste ultime...
Case e Mutui

Mutuo a tasso fisso: come sottoscriverlo

L’acquisto di una casa spinge molte persone a rivolgersi a banche e società finanziarie per ottenere un mutuo utile ad affrontare l’ingente esigenza di risorse monetarie. Il mutuo è una forma di finanziamento, il cui rimborso avviene tramite rate...
Case e Mutui

Come calcolare la rata del mutuo a tasso variabile

Voglia di comprare casa? Se il tuo sogno è proprio questo, ecco una guida che fa per te. Leggendola scoprirai come calcolare la rata del mutuo a tasso variabile. Chi vuole acquistare un immobile, infatti, ha sempre un quesito da risolvere. È meglio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.