5 consigli per gestire un baby parking

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida ci occuperemo di un argomento molto interessante per tutti coloro che amano lavorare con i bambini. Parleremo di baby parking e come aprirne uno. I baby parking, come tutte le mamme sanno benussimo, danno un notevole aiuto alle famiglie che hanno figli piccoli; queste strutture mettono a disposizione dei piccoli un'area sicura ed accessoriata dove lasciare il bambino (dai 12/13 mesi, fino ai 6 anni) a giocare con bambini della stessa età, con personale addetto e responsabile alla loro custodia. Se siete interessati ad aprire o gestire un baby parking, potrete trovare in questa guida 5 validi consigli che potranno aiutarvi sicuramente. Leggete l'articolo per saperne di più su questo argomento.

26

È fondamentale valutare le responsabilità

La prima cosa che occorre è quella di avere un sano spirito imprenditoriale e provare tanto amore per i bambini; lavorare con i piccoli è faticoso e richiede sia competenza che capacità organizzative, ma soprattutto moltissima pazienza e sangue freddo. Bisogna sapere affrontare in qualsiasi momento le situazioni che i bambini piccoli ci sottopongono. Lavorare con i bambini richiede estrema attenzione ed ogni singola situazione non è mai da sottovalutare.

36

Dove aprire il baby parking

È indispensabile mettersi in ordine con le normative vigenti, assumere personale adatto e scegliere locali nelle zone in cui può essere utile un baby parking, ad esempio nelle vicinanze di centri sportivi ed aree commerciali. Bisogna prendere in considerazione tutte le spese da affrontare e stabilire un budget minimo ed uno massimo per ciascuna attività.

Continua la lettura
46

Quali sono le attrezzature necessarie

Per la realizzazione e allestimento del baby parking, perfettamente a misura di bambino, abbiamo bisogno di arredarlo con mobili quali: sedie, tavoli, sanitari da bagno, tutti di una grandezza idonea. È indispensabile attrezzare con molta cura un'area giochi per quelle fasce di età che confluiscono al baby parking.

56

L'importanza delle attività ricreative

Dobbiamo cercare di creare delle attività ricreative ed educative con percorsi formativi e laboratori rivolti a quella fascia di bambini che frequentano più assiduamente il baby parking. Infatti, oltre ai clienti occasionali, il baby parking deve diventare il punto fermo di molte famiglie, un luogo sicuro dove poter lasciare i propri piccoli mentre si fanno acquisti, attività sportive o altro.

66

Organizzazione interna

Infine, è fondamentale stabilire delle date mensili e settimanali in cui si svolgono delle attività ricreative, avvalendovi della collaborazione di animatori e personale specializzato in diverse attività come: giocolieri, clown, ecc. Dobbiamo amare il nostro lavoro, impegnarci con passione e serietà, inoltre dobbiamo unire professionalità e tantissima allegria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

10 consigli per gestire la prima campagna di social marketing

Volete pubblicizzare la vostra azienda, il vostro punto vendita, la vostra attività? Allora di questi tempi non potete non pensare all'utilizzo dei social network: i social sono ormai veri e propri strumenti per farsi conoscere in lungo e in largo. In...
Aziende e Imprese

Consigli per gestire un lido balneare

Durante l'estate non c'è niente di meglio che prendere un po' di sole su un lido balneare. Spesso e volentieri si tratta di strutture la cui gestione è nelle mani di giovani dinamici. Un lido balneare, tuttavia, non è semplice da avviare e gestire....
Aziende e Imprese

Come gestire più progetti di lavoro

Nella quotidianità può capitare di avere tanti impegni lavorativi. I vari progetti che portiamo avanti, le idee e le procedure che portiamo a compimento a volte si accavallano tra loro. In qesto caso incontriamo qualche piccola difficoltà nel riuscire...
Aziende e Imprese

Come gestire un'azienda

In tempi di crisi, le aziende stanno attraversando dei momenti davvero bui. Quello che può salvarle non sono soltanto i fondi o i guadagni, ma anche una buona probabilità di sopravvivenza e di ripresa, che derivano, senza dubbio, da una buona gestione....
Aziende e Imprese

Come gestire i crediti insoluti

Se gestite una società finanziaria oppure siete l'amministratore di un condominio ed intendete recuperare dei crediti insoluti di uno o più persone, potete ottimizzare il risultato sfruttando alcuni mezzi legali a vostra disposizione. Tuttavia è importante...
Aziende e Imprese

Management: come gestire il tempo e ottimizzarlo

Un buon management è dato da un insieme di aspetti che comprendono la gestione di un'impresa, la sua organizzazione, le capacità operative dei reparti da un punto di vista individuale e nelle reciproche relazioni, fino ai risultati produttivi. In molti...
Aziende e Imprese

Come gestire lo scadenziario aziendale

Normalmente, un'azienda ha una molteplicità notevole di impegni temporali da gestire e da onorare. Per poter gestire al meglio lo scadenziario aziendale è necessario seguire un metodo efficace, che normalmente si avvale della tecnologia informatica...
Aziende e Imprese

Come gestire un panificio

Gestire un panificio richiede particolari attenzioni ed un pizzico di abilità. L’amministrazione di un esercizio commerciale, infatti, è una procedura abbastanza complessa, in quanto è indispensabile seguire con estrema precisione determinate norme...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.