5 consigli per avviare una start up

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se siete giovani e con tanta voglia di mettervi in gioco, una bella idea è quella di avviare una start up. Un'impresa di questo tipo ha il grande vantaggio di crescere progressivamente e di poter fare il lavoro che davvero si desidera. Tuttavia, è bene seguire delle dritte per ottenere in breve tempo i primi brillanti risultati. Di seguito, vedremo 5 consigli per avviare una start up di successo.

26

Passione e competenza

Due caratteristiche che con devono mai mancare per avviare una start up sono passione e competenza. Difficilmente si riuscirà a fare un buon lavoro se non si ama ciò che si intende creare. Tuttavia i sogni non bastano e servono basi solide. Dunque, prima di avviare qualsiasi tipo di impresa, investite tempo nello studio e nella formazione professionale specifica. Una idea intelligente è quella di sfruttare gli Incubatori. Essi sono luoghi ideali per scambiarsi idee sulle proprie imprese e, cosa non da poco, creare reti di conoscenze ottimali per il networking.

36

Ottieni il brevetto

Un altro dei 5 consigli per creare una start up è quello di ottenere il brevetto. In questo modo salvaguarderai la tua idea e non avrai problemi di copyright. Il brevetto consente anche di accedere ai corsi regionali con sconti non indifferenti e di investire così professionalmente.

Continua la lettura
46

Fai un calcolo ottimale dei costi

Aprire una start-up non è così semplice come sembra. Oltre alle competenze teoriche e alla passione, serve una base economica. Prima di partire con l'attività, è bene fare un planning ragionato degli investimenti da mettere in campo. Tra questi rientrano i costi burocratici, la consulenza legale e commerciale e il luogo fisico. Per risparmiare, magari all'inizio, può essere interessante prendere in considerazione la possibilità del co-working.

56

Attenzione al mercato di riferimento

Una delle fasi essenziali per la creazione della start up è la costituzione della società. Inutile dire che se si vuole crescere occorre fatturare in maniera tale da superare gli investimenti. Almeno nei primi tempi, sarebbe meglio chiedere aiuto ad esperti. Essi andranno a studiare il mercato di riferimento e ottimizzare il pubblico al quale si rivolge la start up.

66

Investire nella pubblicità

Come si sa, la pubblicità è l'anima del commercio. Questo non esula dai 5 consigli per creare una start up. Progettate dunque campagne mirate a far conoscere l'azienda. Investite in campagne ad hoc, sia cartacee che social, senza dimenticare di associare la start up ad una pagina ufficiale social. A questo punto, non vi resta che mettervi d'impegno e far crescere la vostra nuova attività.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come avviare una start up in Svizzera

Alcuni imprenditori, nonostante la crisi economica, hanno pensato di aprire una azienda in altri paesi. Magari il problema è trovare proprio il posto giusto per far crescere la propria impresa. Per esempio si può prendere in considerazione l'apertura...
Aziende e Imprese

Come avviare una start up negli Stati Uniti

Si parla tanto di start up. Ma cosa vuol dire? Ci sono differenza tra una start up e l'avvio di una nuova impresa? Una start up è un modello di business ancora in fase di sviluppo con ampie possibilità di generare ricchezza in quanto ha la possibilità...
Aziende e Imprese

Come avviare una start up in Germania

La Germania è una potenza economica di livello mondiale, con decine di migliaia di società che vanno dalle piccole imprese individuali ai grandi conglomerati. Il governo tedesco è molto aperto alla creazione di tutti i tipi di imprese, soprattutto...
Aziende e Imprese

Come creare una start up vincente

Negli ultimi tempi il nostro paese ha assistito alla nascita di quasi 2000 start up. Questi nuovo tipo di sta prendendo sempre più piede in ogni settore di ogni mercato. I motivi sono diversi. Tali aziende godono infatti di regimi fiscali agevolati....
Aziende e Imprese

Come analizzare la struttura finanziaria di una start up

Le start up sono un tipo di società molto in voga negli ultimi anni, poiché presentano un modello di business altamente flessibile e in linea con gli standard degli odierni mercati. Le start up sono società temporanee, che possono crescere rapidamente...
Aziende e Imprese

Start-up: i 10 errori da evitare

Cos'è una start-up? Nella nuova economia, si intende un'azienda, di piccole dimensioni, che si lancia sul mercato insieme ad un'idea innovativa. Specie nel campo delle nuove tecnologie. Ma se state leggendo questo articolo lo sapete già. Elencherò,...
Aziende e Imprese

Guida Per La Richiesta Di Finanziamenti Per Lo Start Up

La finanza è la disciplina economica che studia i processi con cui individui, imprese, enti, organizzazioni e stati gestiscono i flussi monetari (raccolta, allocazione e usi) nel tempo. Essendo l'economia definita come "la scienza che studia le modalità...
Aziende e Imprese

5 consigli per avviare un'attività di network marketing

Demonizzato da molti, idolatrato da chi ha scelto di farne una religione più che una professione, il network marketing può rappresentare una concreta possibilità di guadagno o il modo più rapido per investire male i vostri soldi. Perché come sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.