5 buoni motivi per lavorare all'estero

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per gli italiani questa è come non mai un'epoca ricca di dilemmi. Ci tocca infatti decidere se rimanere in Italia oppure andarcene all'estero. Cercare un lavoro qui, ormai è risaputo, rischia di compromettere la tua potenziale e folgorante carriera. D'altro canto fare le valigie e lavorare all'estero ha i suoi vantaggi. Ecco dunque 5 buoni motivi per partire e lavorare all'estero.

26

Opportunità

Sicuramente al primo posto dei 5 buoni motivi c'è quello dell'opportunità. In questi tempi di stagnazione economica, in Italia trovare un lavoro non è un impresa facile. All'estero potrai trovare con più rapidità un posto lavoro soddisfacente. Spesso figure professionali che non trovano sbocco nel Bel Paese, sono invece molto richieste altrove. Dunque non fatevi timori di lasciare il vostro ambiente familiare e partite convinti di aver fatto la scelta giusta. Lo dovete a voi e a chi vi sta a cuore.

36

Felicità

Se riuscirai a trovare all'estero un lavoro, è auspicabile che questo posto di lavoro tu lo abbia desiderato a lungo. Mi sembra dunque un buon motivo quello di lasciare i propri affetti per inseguire il lavoro dei propri sogni. Diventerete così una persona realizzata e soprattutto felice. Senza dimenticare che lascerete una nazione che, a detta di molti, si sta avviando verso un triste destino.

Continua la lettura
46

Ricchezza

Inutile negarlo, all'estero gli stipendi soddisfano molto più che qui nello Stivale. A parità di posizione, lavorare in Italia significa pagare più tasse. Presentatemi dunque una persona che per lo stesso identico lavoro è disposto a guadagnare meno soldi. Ecco dimostrato come i vincoli mentali vadano superati e quindi le occasioni cercate.

56

Dinamicità

Specialmente nelle aziende a livello internazionale, chi possiede un curriculum cosmopolita è ovviamente più avvantaggiato dei suoi colleghi più sedentari. Questo ti porterà ad essere una figura altamente richiesta e spendibile sul mercato del lavoro. La richiesta da parte delle aziende concorrenti spingerà poi la tua a coccolarti ancor di più. Decisamente uno dei 5 buoni motivi per espatriare all'istante.

66

Richiesta

Alcuni stenteranno a crederlo, ma ci sono settori nel mondo che richiedono espressamente lavoratori italiani. E non mi riferisco soltanto ad ambiti tradizionali quali quello culinario, ma anche per i più impensabili! Ad esempio nel settore delle energie rinnovabili rappresentiamo i capofila. Siccome all'estero è richiesta con maggiore insistenza la nostra presenza, non esistono davvero buoni motivi per rimanere a lavorare qui in Italia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come lavorare nella ristorazione all'estero

Negli ultimi anni sempre più persone decidono di lasciare l'Italia in cerca di una situazione più stabile o semplicemente per cominciare una nuova vita, lontani da ciò che conosciamo e probabilmente anche da chi ci conosce. Una volta lasciata l'Italia,...
Lavoro e Carriera

5 buoni motivi per lasciare il proprio lavoro

Attualmente, con i tempi che corrono, lasciare il proprio lavoro non è esattamente una cosa da fare, ma va detto che esistono alcune situazioni particolari che possono giustificare tale decisione. Se è vero che la crisi economica che ha investito l'Italia...
Lavoro e Carriera

5 buoni motivi per non lasciare il tuo lavoro

Spesso capita a chi lavora già da molti anni, di voler abbandonare la propria attività a causa di svariati motivi che possono essere personali, legati ad uno stato di salute particolare oppure a seguito di litigi con il datore di lavoro o con i colleghi....
Lavoro e Carriera

5 motivi per lavorare in un team internazionale

La globalizzazione lavorativa fa si che si interagisca con diverse persone da tutto il mondo. Gli strumenti multimediali (Internet e i vari social) ci permettono di instaurare scambi culturali molto importanti soprattutto nell'ambito lavorativo.È importante...
Lavoro e Carriera

Lavoro all'estero: i 5 paesi con più opportunità

Con l'aumentare della disoccupazione e della crisi economica, sono sempre più le persone che provano a cercare lavoro all'estero, tuttavia non sempre sanno cosa cercare né tanto meno a cosa vanno incontro. Lavorare in un paese estero, infatti, significa...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'azienda all'estero

Lavorare in un'azienda è diventato difficilissimo in Italia e spesso, moltissimi investitori e moltissimi produttori di determinati prodotti, hanno avuto l'esigenza di aprire un'azienda all'estero, avendo così molte meno complicazioni. La crisi lavorativa...
Lavoro e Carriera

10 consigli per trovare lavoro all'estero

Abbiamo deciso di trasferirci all'estero e ci dobbiamo mettere alla ricerca di un nuovo lavoro. Magari in Italia non abbiamo molta fortuna nella ricerca. Oppure ci trasferiamo per motivi personali. O forse, invece, vorremmo fare un'esperienza all'estero,...
Lavoro e Carriera

10 lavori ben retribuiti all'estero

Molte persone decidono di lasciare il loro Paese di origine per recarsi in posti dove, facendo lo stesso lavoro, saranno pagati decisamente meglio. I motivi che spingono le persone a trasferirsi all'estero sono molteplici. Magari sono in cerca di fortuna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.