10 motivi per non lasciare un lavoro a tempo indeterminato

Tramite: O2O 27/01/2020
Difficoltà: media
111
Introduzione

Lascia una situazione stabile per il non certo è da sempre il dilemma di molti lavoratori. Ci sono momenti della propria vita in cui si sente la necessità di cambiamenti, o perché sorgono nuove opportunità o semplicemente perché si è insoddisfatti della propria routine lavorativa. Prendere decisioni per dei cambiamenti così importanti non è mai semplice, soprattutto se si dice addio ad una posizione sicura. Per questo motivo cerchiamo di ragione insieme in merito ai 10 motivi per non lasciare il lavoro a tempo indeterminato.

211

Sicurezza

Quando si sta pensando di lasciare un lavoro a tempo indeterminato, una delle prime preoccupazioni è sicuramente correlata alla sicurezza del posto fisso contro una nuova avventura del tutto ignota. L'insicurezza è certo un ottimo deterrente nei confronti di cambiamenti così radicali della sfera professionale.

311

Finanze

Perdere un posto di lavoro a tempo indeterminato, significa soprattutto perdere una busta paga certa e puntuale ogni mese. Non tutti sono fortunati da avere fondi sufficienti a cambiamenti di questa portata, quindi perdere un'entrata così importante può essere deleterio per la proprie finanze.

Continua la lettura
411

Network

Soprattutto per alcune tipologie di lavoro, perdere il proprio posto significa perdere anche tutta una serie di conoscenze e clienti che potrebbero farci comodo anche nel lavoro futuro. Il network costruito con fatica in anni e anni di lavoro, dovrebbe portare a declinare la decisione di lasciare un posto fisso e ricominciare tutto da zero.

511

Socialità

Molti lavoratori spendono molte più ore con i propri colleghi che con la propria famiglia, in questo modo si creano legami sociali molto forti. Lasciare un posto a tempo indeterminato, significa anche rinunciare alla seconda famiglia che si ritrova ogni giorno in ufficio.

611

Disoccupazione

Non sempre si ha la possibilità di vedersi aprire un portone alla chiusura di una porta, soprattutto se si lascia un buon posto a tempo indeterminato. Per questo motivo bisogna pensare prima a quello che può essere l'effetto di un'eventuale disoccupazione nella propria vita lavorativa.

711

Cambiamenti

Lasciare un posto a tempo indeterminato significa cambiare tutti i propri riferimenti e la propria vita. Ciò è qualcosa da non sottovalutare, in quanto non sempre i cambiamenti possono tradursi in qualcosa di positivo ed incoraggiante per il futuro.

811

Famiglia

Lasciare un posto indeterminato se si è single contro invece ad avere famiglia è una grossa differenza. Quando si ha la responsabilità di altre persone, lasciare il posto fisso sembra quasi un egoismo nei confronti dei propri cari. Ciò infatti può tradursi in problematiche sia economiche che familiari.

911

Contributi

Lasciare il posto a tempo indeterminato può portare a problemi anche per quanto riguarda la sfera contributiva. Il sistema pensionistico infatti ogni anno restringe i criteri di ammissione all'assegno pensionistico, quindi perdere dei preziosi contributi non deve essere una decisione da prendere alla leggera.

1011

Stress

Cambiare un posto di lavoro, lasciando poi un posto a tempo indeterminato, significa affrontare inevitabilmente un periodo di grossi cambiamenti e stress. Affrontare nuove sfide non è mai semplice, soprattutto se sono implicati molti aspetti della propria vita sia lavorativa che personale.

1111

Fallimento

Nella maggior parte dei casi i lavoratori abbandonano il proprio posto a tempo indeterminato per avviare una propria attività. Seppure vi sono molte ed entusiasmanti testimonianze di successi, in realtà la maggior parte dei casi vede grossi fallimenti. Si può così finire per perdere non solo un posto fisso, ma anche risorse preziose come tempo e risparmi.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

I vantaggi di un lavoro a tempo indeterminato

Il contratto di lavoro a tempo indeterminato è la principale forma di rapporto subordinato. Infatti, esso è il più utilizzato per regolare le assunzioni. Questo tipo di contratto viene sottoscritto da un lavoratore subordinato e dal datore di lavoro....
Lavoro e Carriera

Come stipulare un contratto di lavoro a tempo indeterminato

Se un dipendente viene impiegato su 2 o più contratti successivi a tempo determinato in servizio continuo per un periodo di 4 anni, i dipendenti hanno diritto a un contratto a tempo indeterminato. Il datore di lavoro può giustificare la concessione...
Lavoro e Carriera

Contratto a tempo indeterminato: cause di licenziamento

Avere un contratto a tempo indeterminato significa avere un termine, un limite per poi cessare e chiudere il contratto. Nel contratto però non sarà presente un limite determinato o al termine di un attività o alla conclusione di un lavoro. Tuttavia,...
Lavoro e Carriera

5 caratteristiche del contratto a tempo indeterminato

La crisi economica di questi ultimi anni ha portato diverse aziende alla chiusura; a sua volta, questo ha determinato la perdita di numerosi posti di lavoro. Molte persone si sono trovate senza un'occupazione, accettando successivamente nuove forme di...
Lavoro e Carriera

Il contratto a tempo indeterminato: caratteristiche

Quando si viene assunti occorre conoscere la tipologia di contratto di lavoro che si stipula con l’azienda. I più diffusi sono 3: contratto a tempo indeterminato (in sostanza non vi è una scadenza del rapporto lavorativo), a tempo determinato (quando...
Lavoro e Carriera

Come licenziarsi da un contratto a tempo indeterminato

Il contratto a tempo indeterminato è un accordo redatto per iscritto tra il datore di lavoro ed un dipendente, regolato dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL). Esso non riporta la scadenza del rapporto lavorativo e deve contenere: i dati...
Lavoro e Carriera

Come trovare delle buone ragioni per lasciare il lavoro

Il lavoro è un elemento fondamentale per la vita di ogni persona. Esso viene definito l'impiego delle forze fisiche e psichiche dell'uomo, per produrre bene utili per se stesso. Ma ogni genere di mansione merita dignità e considerazione. Quest'ultima...
Lavoro e Carriera

10 buone ragioni per lasciare il lavoro

In periodo economicamente difficile, in cui trovare un buon posto di lavoro sta diventando sempre più complicato, potrebbe sembrare assurdo che qualcuno possa rinunciare al proprio lavoro. Se stiamo svolgendo un lavoro che odiamo, ma non abbiamo trovato...