10 cose da fare per adottare lo smartworking

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Qualcuno lo chiama “lavoro agile“ ma questo termine tende più a trarre in inganno che a chiarire. Stiamo parlando dello smartworking, ovvero quello che rappresenterà la nuova frontiera del lavoro nei prossimi anni. Questo nuovo modus operandi ha caratteristiche valide per far felici dipendenti e datori di lavoro allo stesso tempo. Grandi aziende e soprattutto realtà internazionali lo stanno sperimentando da tempo, con risultati incoraggianti. Cerchiamo ora di capire, in 10 punti, cosa fare per adottare lo smartworking!

211

Professionalità

Impossibile prescindere da questa caratteristica. La figura, a cui andremo a proporre questa nuova tipologia di lavoro, deve essere per forza di cose un professionista che gode della nostra fiducia. Nel lasciare l’ambiente di produzione, a favore di un altro spazio, il professionista non è più soggetto a controlli e vincoli orari. Necessario perciò avere la certezza che espleterà al meglio il suo compito senza vedere nella nuova possibilità una scappatoia per lavorare meno.

311

Autonomia

Non avendo più un luogo prestabilito dove svolgere il proprio lavoro, chi abbraccia questa nuova forma di impiego verrà, per forza maggiore, a trovarsi spesso da solo. I dispositivi di cui disponiamo oggi ci permettono di essere sempre connessi a chiunque, vero altresì che ora non sarà più possibile tormentare il vicino di scrivania per ogni minimo dubbio. Occorre che la persona destinata allo smartworking sia, nei limiti del possibile, autonoma nella svolgere le sue mansioni.

Continua la lettura
411

Hi-tech

Dobbiamo dotarci di tutti i dispositivi tecnologici adeguati. Portatili e smartphone sono la base per operare ovunque, ma questi strumenti risultano praticamente inutili se isolati. Predisporremo abbonamenti via fibra oppure via rete mobile per ognuno di essi, in modo da permettere ai dati e quindi al nostro lavoro di viaggiare indisturbato per la rete ed essere disponibile ai nostri referenti o clienti.

511

Mobilità

Possiamo immaginare un lavoro sedentario oppure prenderne in considerazione uno dinamico. Nel secondo caso lo smartworking da il suo meglio. Eliminiamo la scrivania in ufficio e con essa l’obbligo di doverci tornare ogni volta per compilare resoconti o proposte. Pensiamo ora a come sarebbe facile avere un mezzo, ad esempio un auto, su cui installare tutte le apparecchiature di cui abbiamo parlato prima: bluetooth, pc portatili, smartphone ecc ecc. A questo punto saremmo sempre in ufficio, la nostra auto lo diventerebbe e avremmo così risparmiato viaggi a vuoto e improduttivi.

611

Nuova mentalità

Questo passaggio è rivolto soprattutto a chi dopo anni di lavoro tradizionale abbraccia lo smartworking. E’ necessario fare uno step mentale per scrollarsi di dosso il vecchio modo di operare a favore del nuovo. Pensare di ribaltare la vecchia mentalità sulle nuove metodologie è pericoloso e probabilmente darebbe un risultato scarso. Bisogna staccarsi ed iniziare a lavorare secondo i canoni della nuova mentalità.

711

Pianificazione

Per anni ci sono state date istruzioni precise, meglio chiamati standard; essi ci dicevamo come svolgere i principali compiti, senza possibilità di errore. Da oggi è tutto nelle nostre mani, pianificare diventa una delle parole cardini, senza di essa rischieremmo di buttare a mare tutto quel tempo che l’agilità del nuovo lavoro ci fa guadagnare. Prima cosa da fare quindi è darsi degli schemi propri, non più simili a quelli precedenti, studiati per essere compatibili con centinaia di lavoratori, ma personali, cuciti su misura, per spremere ogni istante e farlo rendere al meglio.

811

Cloud

Spenderemo due parole in dettaglio per questa nuova forma di tecnologia. Il cloud ci permette, tramite uno spazio su server, di richiamare le informazioni a noi utili in qualsiasi parte del mondo e su qualsiasi piattaforma. Immaginiamo di lavorare molto con documenti elettronici, una miriade di tabelle e grafici. Veniamo mandati in un paese straniero per proporre ad alcuni partner i nostri prodotti, abbiamo quindi bisogno della nostra documentazione. Stamparla è improponibile, stipulare nuovi contratti con operatori telefonici del posto per avere la connessione è una procedura lunga e non esente da intoppi. Caricare tutto su di una chiavetta USB, sperando di non aver dimenticato nulla? Meglio il Cloud. Arriveremo dal nostro cliente, chiederemo a lui una postazione e da un qualsiasi pc avremo accesso a tutti i nostri dati come fossimo sul nostro computer di casa.

911

Orario di lavoro

Le cose cambieranno, non avremo più un cartellino da timbrare o una card da badgiare. Nessuno potrà controllarci ogni secondo solo guardando cosa c’è sullo schermo del nostro monitor oppure se stiamo scrivendo qualcosa di sensato, al posto di disegnare fiorellini su di un foglio bianco. Per contro potrà capitare di lavorare nei week-end, sleghiamoci dal concetto di orario e leghiamoci all’idea di necessità; si lavora quando serve.

1011

Un passo alla volta

La prassi per avvicinarsi allo smartworking non è mai il passaggio completo dall’oggi al domani. Quasi tutte le aziende preferisco guidare il transito da una sponda all’altra in maniera graduale. Ad esempio facendo uno o due giorni la settimana di smartworking, lasciando così il tempo al professionista di metabolizzare il cambiamento e sviluppare le capacità di cui abbiamno parlato nei paragrafi precedenti.

1111

Pendolarismo

Per ultimo mi sento di evidenziare una grande vittoria dello smartworking, la sconfitta del pendolarismo. Ogni giorno molte persone impiegano tra le due e le tre ore per raggiungere il proprio posto di lavoro e fare ritorno a casa. Finalmente questo tempo perso potrà essere speso con la famiglia, le persone care, gli amici e perché no, divertendosi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Benessere a lavoro: l'ufficio ideale

L'ufficio è il luogo dove si trascorre la maggior parte delle giornate, in genere si passa più tempo lì che a casa e proprio per questa ragione, è necessario imparare a convivere con questo ambiente, anche se in realtà sarebbe il caso che sia "lui"...
Aziende e Imprese

5 motivi per cui scegliere di lavorare un anno all'estero

Con l'avvento delle crisi economica, gli italiani, più o meno giovani, si sono confrontati molto da vicino con la precarietà lavorativa o con la carenza di opportunità. Laureati o lavoratori esperti sempre più spesso scelgono allora di fuggire dall'Italia...
Aziende e Imprese

Le migliori strategie per migliorare le relazioni lavorative

Sul luogo di lavoro molte volte possono nascere disaccordi e disappunti che rendono lo svolgimento dello stesso, più pesante di quanto sembri, mettendo a rischio le relazioni lavorative. Per migliorare e rendere il tutto più gradevole, scopriamo quali...
Aziende e Imprese

Errori da evitare se intendi aprire un temporary store

Se intendi aprire un temporary store ovvero un punto vendita di un determinato articolo, peraltro molto in voga in tutta Europa dopo aver esordito la prima volta in Inghilterra, lo puoi fare in quanto si tratta di adottare delle specifiche ed accurate...
Aziende e Imprese

Come capire la partita doppia

I sistemi da adottare per la contabilità sono davvero infiniti, così come i metodi ai quali ricorrere. La partita doppia, ad esempio, viene impiegata per la registrazione dei movimenti aziendali: in questo caso, potrete controllare simultaneamente il...
Aziende e Imprese

Come vendere una piccola azienda

A volte può succedere di dover vendere una piccola azienda; questa operazione può rivelarsi più semplice di quello che si crede. Infatti, basta adottare la massima accortezza nelle varie fasi di vendita per ottenere un ottimo risultato sia per chi...
Aziende e Imprese

10 consigli per essere un buon leader

Essere un buon leader è un qualcosa di fondamentale importanza se vogliamo guidare la nostra azienda verso il successo e se vogliamo trasmettere positività ai nostri lavoratori. Tuttavia, se vogliamo essere degli ottimi leader, dovremo adottare alcuni...
Aziende e Imprese

7 idee geniali per il giardino di un hotel

Gestisci un hotel ed hai uno spazio esterno? Desideri che la tua attività diventi unica ed originale? Non sottovalutare il giardino! Le opinioni dei tuoi clienti miglioreranno notevolmente se il giardino del tuo albergo sarà ben curato ed accogliente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.