10 consigli utili per aprire un conto corrente

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Aprire un conto corrente, ossia scegliere la banca a cui affidare tutti i nostri risparmi, non è affatto una cosa immediata; è sempre bene infatti valutare le diverse proposte ideate dai vari istituti di credito e, conseguentemente, l'adattabilità di queste ultime alle nostre esigenze. Dato che il mercato a tal proposito appare abbastanza variegato e che quindi la decisione potrebbe rivelarsi più complessa del previsto, per facilitarvi un po' le cose nella seguente lista verranno elencati 10 utili consigli finalizzati alla scelta della banca in cui depositare i vostri risparmi.

211

Optare per un unico conto corrente

Sebbene possa apparire strano molte persone, un po' per disattenzione, un po' per pigrizia, continuano a tenere attivi i conti correnti precedentemente aperti. Se in effetti non sussiste la reale necessità di suddividere e smistare i propri risparmi, tale scelta può rivelarsi controproducente. Quando infatti si mantengono in vita diversi conti correnti utilizzandone uno solo, non è raro che i precedenti fondi di accumulo e risparmio vengano lasciati a sé stessi aumentando così il rischio di imbattersi in spiacevoli sorprese (spese di gestione impreviste o dimenticate, canalizzazione di rate e bollette non monitorate, errori nella propria contabilità, confusione nella gestione delle proprie finanze, ecc.).

311

Fare attenzione ai conti in rosso

Quando eventuali conti precedentemente aperti non vengono più controllati è facile cadere nella "trappola rossa". In poche parole, quasi senza accorgersene, il fondo potrebbe essersi prosciugato a causa di spese e costi non più tenuti in considerazione. Tutto ciò, oltre a generare non pochi problemi di natura burocratica, potrebbe tradursi in un ulteriore esborso di soldi nonché nella difficoltà ad aprire nuovi conti corrente. Per questo motivo, prima di affidare i nostri risparmi ad una banca, qualora si sia stati già correntisti presso altri istituti di credito, è sempre bene verificare le condizioni di altri fondi paralleli che eventualmente si è deciso di tenere in attività.

Continua la lettura
411

Stare attenti ai costi di gestione (più che ai tassi di interesse)

Quando si avviano le procedure per aprire un conto corrente molto spesso si commette l'errore di porre maggiore attenzione ai tassi di interesse che ai costi di gestione. Questi ultimi infatti rappresentano delle spese fisse a cadenza regolare: difficilmente varieranno nel breve tempo. I tassi di interesse invece sono soggetti a continue oscillazioni verso il basso e inoltre, specialmente se applicati su un conto corrente, non consentono certo di arricchirsi: le loro percentuali sono infatti bassissime. Si stima che nella maggior parte dei casi i pochi interessi maturati su un cc possano essere assorbiti quasi in toto dalle spese di gestione. Particolare attenzione poi andrebbe riservata alla scrittura e al reale costo di ciascuna operazione.

511

Eliminare le spese postali

Molto spesso la banca si incarica di inviare comunicazioni periodiche ai propri correntisti. Qualora queste riguardassero dati come l'estratto conto, l'addebito di alcune spese, ecc., tali informazioni verrebbero rese a carico dell'utente. Questi infatti dovrà pagare le periodiche spese di spedizione dei documenti riportanti le suddette notizie. Diventa quindi d'obbligo, almeno per chi non vuole sprecare il proprio denaro, evitare di sottoscrivere contratti in cui siano previste spese di spedizione.

611

Richiedere l'home banking

Per evitare di sobbarcarsi i costi delle spedizioni postali è buona norma attivare inoltre dei conti corrente che prevedano la possibilità di ricorrere all'home banking. Questo particolare servizio, ormai molto diffuso, consente di verificare da dispositivi privati (computer fisso, portatile, tablet o cellulare) la situazione dei propri risparmi (ad esempio visionare l'elenco delle entrate e delle uscite) e di effettuare piccole operazioni direttamente da casa (giroconti, pagamenti, ecc.).

711

Evitare le operazioni allo sportello

Qualora il conto corrente che deciderete di attivare vi dovesse offrire la possibilità di effettuare le medesime operazioni tramite home banking o sportello state attenti alla probabile fregatura. Ricordate che in questo caso le operazioni compiute in sede vi verranno addebitate sul conto mentre, svolgendole comodamente da casa, potrete evitare la fila in banca e l'inutile esborso di denaro.

811

State attenti alle carte di credito

Se il conto corrente che intendete attivare vi offre la possibilità di usufruire di una carta di credito e non del bancomat, ancora una volta è meglio riflettere sulla proposta. La carta di credito infatti vi consente di spendere dei soldi a prestito. La banca, preoccupandosi di garantirsi, impone quindi all'utente dei costi di operazione abbastanza alti, cosa che non si verificherebbe con il bancomat. Inoltre l'eventuale furto della vostra carta di credito potrebbe tradursi in un grosso problema: tutto ciò che avviene dal quel momento in poi infatti sarà una vostra precisa responsabilità, poco importa se in effetti non gestirete più voi la preziosa tessera bancaria.

911

Scegliere tra conto a consumo e conto a pacchetto

Un conto corrente può dirsi a consumo (il titolare paga di volta in volta il costo delle diverse operazioni portate a termine) o a pacchetto (l'utente paga un canone a cadenza regolare). Quest'ultima tipologia contrattuale può avere franchigia (tetto massimo di operazioni compiute nel lasso di tempo previsto dagli accordi) o meno (ovviamente in questo caso nel periodo di tempo coperto dal canone sarà possibile effettuare operazioni bancarie illimitate a costo zero). La scelta tra queste opzioni dipende più dal proprio stile di vita che da effettive pratiche burocratiche. L'unico consiglio utile in questo caso è solo quello di monitorare con attenzione le operazioni compiute, soprattutto se si opta per un conto a pacchetto con franchigia, e verificare a priori quali operazioni sono eventualmente incluse o escluse.

1011

Verificare la durata di ciascuna offerta

Spesso le banche, soprattutto per attirare nuovi clienti, offrono all'utenza la possibilità di avviare un nuovo conto corrente a condizioni particolarmente vantaggiose. State attenti: in questi casi si potrebbe trattare di vere e proprie campagne pubblicitarie, quasi di offerte da supermercato, valide per un periodo di tempo molto limitato. In altri casi invece determinati pacchetti sono legati all'età del contraente che quindi dovrà innanzitutto valutare l'effettiva convenienza del contratto in relazione alla condizione lavorativa, familiare e al periodo di tempo per cui gli sarà possibile sfruttare a proprio vantaggio le condizioni proposte dalla banca.

1111

Fare attenzione ai costi nascosti

A questo proposito torna utile consultare l'Indicatore Sintetico di Costo. Questa informativa, sviluppata in maniera approssimativa durante la stipula del contratto, consente al contraente di avere una proiezione più precisa dei costi di gestione da sostenere durante l'intero anno. L'ISC deve riportare anche le voci relative ai costi per così dire nascosti, ossia a tutte quelle spese sottovalutate o non sempre specificate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a Londra

Il conto corrente è importantissimo, per non dire primario, nel caso in cui si cercasse lavoro in qualunque regione italiana, ma riveste un ruolo ancora più importante all'estero e nelle città ricche di opportunità come Londra. Questo perché il datore...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente a zero spese

Ultimamente sta aumentando da parte delle banche l'offerta di conto correnti a zero. Questa scelta da parte degli istituti di credito serve per incoraggiare i piccoli risparmiatori ad aprire un conto corrente. Inoltre, l'avvento dei conti online permette...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Inghilterra

Se si risiede nel Regno Unito per meno di 6 mesi, è consigliabile continuare ad usare il proprio conto corrente nel proprio paese d'origine. Se invece, si intende risiedere nel Regno Unito per un tempo superiore ai 6 mesi è opportuno aprire un conto...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente postale in 5 mosse

Da qualche tempo è possibile aprire un conto corrente postale che risulta essere conveniente soprattutto per i signori risparmiatori italiani. In effetti il conto corrente postale permette ai cittadini che lo possiedono di effettuare delle manovre finanziarie...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente cointestato

Sono tante le offerte di conto corrente che oggi propongono le banche. Ed è per questo che, molte volte, risulta difficile districarsi e scegliere quello più adatto a noi o ai nostri figli. Il conto corrente cointestato risolve molti problemi, il più...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Albania

Di questi tempi, aprire un conto corrente all'estero conviene, perché i costi di gestione sono nettamente inferiori rispetto a quelli italiani, specie in paesi come l'Albania. Potrebbe sembrare un'operazione complicata, ma non è affatto così, vi basterà...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente bancario all'estero

A partire dagli anni '90, aprire un conto corrente bancario in uno Stato estero è diventata un'operazione legale, in quanto il parlamento italiano abolì il reato riguardante l'esportazione di valuta. Allo stesso tempo è stato elaborato un sistema di...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Georgia

In questo articolo vorrei spiegarvi come aprire un conto corrente in Georgia. Bisogna sapere che esistono molte differenze tra le banche della Georgia e le banche dei principali stati europei. Le banche della Georgia guardano moltissimo le vecchie abitudini...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.