10 consigli su come gestire un ambulatorio pediatrico

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In età tra la nascita e i 14 anni, è necessario avere il pediatra di fiducia, fra coloro che esercitano nella zona di residenza. Tuttavia il rapporto tra medico e famiglia è fondato sulla fiducia. Pertanto, nel caso in cui venga meno tale rapporto, la famiglia del piccolo assistito può revocare la scelta e rivolgersi ad un altro pediatra. Ogni pediatra è tenuto ad aprire un proprio ambulatorio pediatrico, cinque giorni la settimana. Ecco dunque 10 consigli su come gestire un ambulatorio pediatrico.

26

Esigenze dei piccoli e inserimento dei giochi

L'ambulatorio pediatrico, come ben si può intendere dalla sua denominazione, deve essere organizzato in base alle esigenze dei più piccoli. Sicuramente una buona gestione di esso si può notare fin dalla sua sala d'aspetto. Il titolare dell'ambulatorio dovrebbe mettere a disposizione dei mezzi, come dei giochi o altri tipi di svago, che possano far ambientare il piccolo e metterlo a suo agio.

36

Poster illustrativi e fogli di giornale

Oltre a pensare ai più piccoli, è bene pensare anche ai genitori. Nella sala d'aspetto si possono appendere al muro dei poster illustrativi oppure si possono mettere a disposizione dei fogli e dei giornali che mirino all'informazione sulla salute e sui comportamenti relativi alle diverse fasce d'età.

Continua la lettura
46

Orari e appuntamenti

La gestione dell'ambulatorio dovrebbe essere organizzata anche per quanto riguarda l'apertura al pubblico. Si può decidere di avere degli orari e delle giornate aperte a tutti e, altri tempi che invece sono messi a disposizione per coloro che hanno necessità di prendere degli appuntamenti precisi.

56

Emergenze e appuntamenti

Allo stesso tempo, si deve essere sempre pronti a gestire le emergenze. Ciò consentirà di offrire il massimo del supporto fisico e psicologico ai genitori che si trovano a gestire delle situazioni a cui non sono preparati. È bene avere anche un telefono sempre a disposizione per essere raggiunti dalle chiamate dei diversi genitori dei pazienti. Altro consiglio pratico, è quello di avere una segretaria che riesca a gestire la fila, gli appuntamenti e i vari impegni.

66

Dimestichezza e cordialità

Gestire al meglio un ambulatorio, oltre che puramente nella parte organizzativa, significa anche saper trattare i piccoli pazienti prendendo dimestichezza con i modi da usare con loro. Un primo passo è cercare di riscaldare la stanza, se siamo in inverno. Ciò consente soprattutto di gestire in maniera migliore i bimbi più piccoli. I bambini devono essere messi a loro agio avendo sempre la prontezza nel saperli accogliere in maniera mirata ed individuale. Sorridere, essere cordiali, scherzosi e giocosi sono delle caratteristiche che giocano a favore dell'ambulatorio. Infine, è importante avere delle competenze sempre aggiornate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Consigli per gestire un lido balneare

Durante l'estate non c'è niente di meglio che prendere un po' di sole su un lido balneare. Spesso e volentieri si tratta di strutture la cui gestione è nelle mani di giovani dinamici. Un lido balneare, tuttavia, non è semplice da avviare e gestire....
Aziende e Imprese

5 consigli per gestire un baby parking

In questa guida ci occuperemo di un argomento molto interessante per tutti coloro che amano lavorare con i bambini. Parleremo di baby parking e come aprirne uno. I baby parking, come tutte le mamme sanno benussimo, danno un notevole aiuto alle famiglie...
Aziende e Imprese

Come gestire più progetti di lavoro

Nella quotidianità può capitare di avere tanti impegni lavorativi. I vari progetti che portiamo avanti, le idee e le procedure che portiamo a compimento a volte si accavallano tra loro. In qesto caso incontriamo qualche piccola difficoltà nel riuscire...
Aziende e Imprese

Come gestire un'azienda

In tempi di crisi, le aziende stanno attraversando dei momenti davvero bui. Quello che può salvarle non sono soltanto i fondi o i guadagni, ma anche una buona probabilità di sopravvivenza e di ripresa, che derivano, senza dubbio, da una buona gestione....
Aziende e Imprese

Management: come gestire il tempo e ottimizzarlo

Un buon management è dato da un insieme di aspetti che comprendono la gestione di un'impresa, la sua organizzazione, le capacità operative dei reparti da un punto di vista individuale e nelle reciproche relazioni, fino ai risultati produttivi. In molti...
Aziende e Imprese

Come gestire lo scadenziario aziendale

Normalmente, un'azienda ha una molteplicità notevole di impegni temporali da gestire e da onorare. Per poter gestire al meglio lo scadenziario aziendale è necessario seguire un metodo efficace, che normalmente si avvale della tecnologia informatica...
Aziende e Imprese

Come gestire un panificio

Gestire un panificio richiede particolari attenzioni ed un pizzico di abilità. L’amministrazione di un esercizio commerciale, infatti, è una procedura abbastanza complessa, in quanto è indispensabile seguire con estrema precisione determinate norme...
Aziende e Imprese

Come gestire ed ordinare le scadenze mensili

Uno dei problemi gestionali che deve affrontare una piccola - media azienda sono i pagamenti. Soprattutto quando questi sono in modalità dilazionata, ad esempio a quote di 30-60-90 giorni, è indispensabile un rendiconto delle spese da sostenere, in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.