10 consigli per garantirsi una vecchiaia sicura economicamente

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Le varie riforme messe in atto dai Governi che si sono succeduti negli ultimi anni hanno aumentato gli anni di contributi necessari a raggiungere l'età pensionabile, oltre che creare le condizioni per una spesa più bassa per lo Stato. Nella sostanza, si andrà in pensione più tardi, rispetto a quanto accaduto in passato e con un assegno più basso. Vediamo quali possono essere 10 consigli per garantirsi una vecchiaia sicura, economicamente parlando.

211

Lavorare più a lungo

C'è anche chi ha avuto la fortuna di cominciare a lavorare molto giovane. In questo caso, certo abbastanza particolare vista la difficoltà dei giovani a trovare un'occupazione, l'unico modo per colmare il gap tra l'ultimo stipendio percepito e l'assegno pensionistico, è quello di continuare a lavorare ancora per qualche anno. L'incremento di contributi versati ammorbidirà la perdita di potere di spesa destinata a registrarsi tra l'ultimo stipendio percepito e l'assegno pensionistico.

311

Aderire ai fondi pensione

L'adesione ai fondi pensione, quindi la costruzione di una pensione integrativa, è certamente una delle soluzioni più valide per garantirsi una vecchiaia più sicura. Secondo alcune stime, con un versamento di circa 1.000 euro all'anno, un trentenne potrebbe raggiungere una pensione integrativa intorno ai 1.800 euro.

Continua la lettura
411

Investire in Btp a lunga durata

I Btp (Buoni del Tesoro Poliennali) prevedono anche lunghe durate, addirittura fino a 30 anni. Certo, bisogna avere fiducia nello Stato, ma un investimento di questo tipo permette di ottenere un interesse fisso costante, in genere con cadenza semestrale. Possono essere sottoscritti anche con una quota minima di 1.000 euro, quindi risultano perfetti per il piccolo risparmiatore che può costruire nel tempo il suo tesoretto.

511

Riscattare la laurea

Il riscatto della laurea permette a chi è vicino all'età pensionabile di anticipare la maturazione dei requisiti necessari per andare in pensione. Gli anni guadagnati possono essere utilizzati per continuare a lavorare sommando contributi a quelli già versati, incrementando quindi il valore dell'assegno pensionistico.

611

Investire il Tfr

In effetti, questa è proprio una delle soluzioni preferite da chi va in pensione per incrementare la sua rendita mensile. In genere, lo strumento finanziario preferito in questi casi è quello del conto deposito, ma esistono anche tante altre soluzioni. Certo, cosa non da poco, il conto deposito, almeno fino a 100.000 euro, viene interamente garantito da un apposito fondo interbancario.

711

Sfruttare le agevolazioni fiscali

Lo Stato, desideroso di liberarsi il più possibile del costo per le pensioni, dal suo punto di vista il più importante in assoluto, ha previsto tutta una serie di agevolazioni fiscali per chi sceglie la strada della previdenza integrativa. Le agevolazioni sono tante, ma la più importante prevede di dedurre dall'Irpef fino a 5.164,57 euro l'anno di versamenti per la previdenza integrativa. In pratica una parte dei versamenti li paga il fisco. Facendo due conti, la convenienza c'è.

811

Ipotecare la casa per avere un vitalizio

Certo, non è il massimo sapere che al termine della propria esperienza di vita la propria casa, costruita con tanti anni di sacrifici, non andrà ai figli, che comunque possono scegliere di riscattare l'abitazione, ma ad una banca o ad un qualunque investitore, ma la verità è che il "prestito ipotecario vitalizio" sta prendendo sempre più piede. Va detto che la convenienza è tutta da verificare.

911

Investire nel mattone

Se non si ha sulle spalle il peso di un mutuo, magari perché la casa dove si abita la si è ereditata dai genitori o da altri parenti, oppure se la propria rendita mensile lo permette, accendere un mutuo per acquistare un'altra abitazione, ovviamente da affittare, è un'idea piuttosto valida. Una parte del mutuo verrà pagata dall'affitto dell'inquilino e quando andremo in pensione ci ritroveremo una rendita mensile costante e relativamente sicura.

1011

Trasformare un hobby in un piccolo lavoro

Tante persone hanno una passione, un hobby, come si suol dire, che coltivano per tutta la vita. Questo ci porta, quando arriva l'età della pensione, ad avere una grande esperienza nel settore e quindi a poter trasformare quella che è una passione in un piccolo lavoro, così da integrare l'assegno pensionistico. Uno degli esempi più banali che si possono fare è quello del bricolage. Saper sistemare piccole cose può essere molto utile ed oggi con internet farsi conoscere è facile, veloce ed economico.

1111

Andare a vivere all'estero

Questo consiglio l'abbiamo lasciato per ultimo perché l'idea di andare all'estero quando arriva il momento di godersi la vita dopo tanti anni di sacrifici, diciamolo chiaramente, non è il massimo. Va detto, però, che sono sempre di più, purtroppo, gli italiani che raggiunta l'età pensionabile vanno a vivere in paesi dove il costo della vita è molto più basso che in Italia, aumentando così il proprio potere di spesa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Previdenza integrativa: quando conviene

Gli ultimi decenni sono stati per l'Italia un periodo critico, dove il lavoratore non ha fatto altro che perdere soldi e diritti a causa di legislazioni disastrose. L'ingresso dell'euro e soprattutto una delle principali crisi. Quindi, cosa fare per avere...
Previdenza e Pensioni

Prepensionamento: quando é possibile richiederlo

Col termine "prepensionamento", si intende la possibilità di godere delle pensioni di vecchiaia prima dell'età prevista dalla legge. Di recente è stata introdotto l'anticipo di pensione o Ape, un decreto pensato per garantire un reddito ponte ai dipendenti...
Previdenza e Pensioni

Pensione ed assegno di inabilità: differenze

La pensione è un traguardo molto ambito da chi ha maturato molti anni di duro lavoro e che, con l'età avanzata, vuole godersi la propria famiglia e il proprio tempo libero. Infatti, la pensione non è altro che un vitalizio che tramite il datore viene...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la pensione in Svizzera

L'indennità di pensione è una rendita vitalizia che lo Stato versa a tutti gli individui iscritti all'AGO o alle sue forme sostitutive per soddisfare le esigenze di vita in caso di vecchiaia o invalidità. Il sistema pensionistico in Svizzera è molto...
Lavoro e Carriera

Come Diventare consulente di previdenza integrativa

La trasformazione della normativa sulla pensione, che si è verificata negli ultimi anni, ha peggiorato di molto le aspettative dei lavoratori riguardo alla loro futura pensione. Così si è cominciato a sviluppare tutto un sistema di previdenza integrativa...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la pensione di vecchiaia

La pensione è una obbligazione che consiste in una rendita vitalizia o temporanea corrisposta ad una persona fisica in base ad un rapporto giuridico con l'ente o la società che è obbligata a corrisponderla per la tutela del rischio di longevità o...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la nuova età per la pensione

In questa guida verrà fatta luce sul nuovo sistema pensionistico italiano, tematica molto cara a molte persone, sia giovani sia meno giovani. Di certo, la scelta più veloce ed utile per sapere quante più informazioni possibili in merito all'argomento,...
Aziende e Imprese

Come scegliere la destinazione del TFR

Il TFR (Trattamento Fine Rapporto Lavorativo) è la liquidazione maturata dal lavoratore dipendente e rilasciata dal proprio datore di lavoro alla fine del rapporto lavorativo. Tutti i lavoratori, sia quelli del pubblico impiego che quelli del settore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.