10 accorgimenti per migliorare la sicurezza sul lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Ogni anno, più di 2 milioni di lavoratori sono vittime di incidenti fatali che avvengono sul posto di lavoro; 153 sono invece le persone che ogni 15 secondi finiscono per farsi male in modo più o meno serio, all'interno del proprio contesto lavorativo. Queste stime sono spaventose e, in assenza di una rigida politica interna alle aziende, rischiano di aumentare nei tempi futuri. Sebbene esista una specifica legge che tutela salute e sicurezza dei lavoratori, è sempre utile arginare tali inconvenienti in ogni modo possibile, calibrando gli accorgimenti da adottare alla professione svolta. In questa lista stileremo 10 consigli il cui fine ultimo sarà quello di migliorare la sicurezza sul lavoro.

211

Formazione continua del personale

Assumere del personale, per quanto qualificato possa essere, non basta. Se un percorso lavorativo non è di tipo occasionale, allora bisogna investire fondi in corsi di aggiornamento e formazione, a beneficio di tutti i dipendenti. Tali corsi vanno programmati con largo anticipo ed il personale deve avere l'obbligo di partecipare. Una tale scelta si coniuga bene con qualsiasi tipo di attività lavorativa, da quelle prettamente meccaniche/tecniche a quelle diametralmente opposte.

311

Consapevolezza di oneri e onori

Sebbene non sempre si è entusiasti del lavoro che si svolge quotidianamente, l'impiegato deve essere abituato a vedere se stesso come parte integrante e vitale di una realtà lavorativa importante. Pertanto deve sentirsi gratificato da quanto riesce a produrre ma anche consapevole del tipo di responsabilità che gli sono state affidate. Avere piena consapevolezza di oneri ed onori mantiene alto sia il morale che la soglia di attenzione.

Continua la lettura
411

Controlli costanti su strutture ed organizzazione

Ogni azienda, piccola o grande che sia, per esistere, necessita di un ambiente fisico e di un'organizzazione interna. È compito del datore di lavoro effettuare rigorosi controlli affinché non vi siano deficienze strutturali degli edifici. Alla stessa maniera, questo deve assumersi la responsabilità dell'organizzazione interna. Avere molti impiegati senza un team leader, ad esempio, può essere una scelta non solo svantaggiosa in termini economici ma anche rischiosa per il singolo dipendente.

511

Assunzione di candidati qualificati e con provata esperienza

Quando si parla di rischi in ambito lavorativo, si deve fare attenzione al fattore "selezione del personale". Qualsiasi lavoro presenta una certa mole di rischi, pertanto è opportuno assumere personale qualificato e che abbia maturato la giusta esperienza. Questo non vuol dire non assumere neolaureati, bensì farlo dopo aver offerto stage formativi e tirocini, durante i quali i candidati vengono formati. Acquisite le dovute competenze, i lavoratori possono mettersi in gioco in modo professionale e ciò riduce nettamente tutti i rischi legati alla specifica professione.

611

Dotazione di strumenti adeguati e misure di sicurezza

Assumere degli impiegati e aspettarsi che questi acquistino abiti adatti e/o strumenti adeguati, è fuori luogo. Spetta al datore di lavoro fornire tutto il materiale necessario al fine di preservare l'incolumità del dipendente. Scarpe antinfortunistiche, abbigliamento catarifrangente sono esempi classici; esistono aziende talmente tanto interessate alla salute dei propri dipendenti, come Sas e Tetra Pack, da aver creato un angolo palestra nel quale questi possono andare a sgranchirsi le gambe!

711

Creazione di una politica interna che mira al controllo del rischio

Le norme cui i dipendenti devono sottostare, per evitare i vari rischi tipici di una data professione, devono essere chiare a tutti. Queste vanno ricordate con appositi cartelloni e con controlli regolari. La politica interna, tuttavia, sebbene da un lato deve premiare chi rispetta le norme, non deve farsi punitiva nei confronti di chi comunque diviene vittima di incidente sul lavoro. Se ciò accadesse, i dipendenti tenderebbero spontaneamente ad occultare fatti rilevanti e ciò farebbe aumentare il rischio di ulteriori infortuni.

811

Incontri regolari col personale per le segnalazioni

Quando i team leader stabiliscono degli incontri regolari con i dipendenti e chiedono a questi ultimi di segnalare vulnerabilità di ogni tipo, fattori di stress, casi di mobbing o altro, si riesce a risistemare l'ambiente lavorativo in modo concreto. Tutti i conflitti che possono essere risolti internamente, vengono risolti, quelli che invece necessitano dell'intervento del datore di lavoro o dei dirigenti, vengono portati alla loro attenzione. Questo modo di approcciarsi ai problemi, facendoli emergere regolarmente, da la sensazione ai lavoratori di essere parte di un ambiente protetto e li motiva a segnalare ogni falla del sistema.

911

Premi e benefit per gli impiegati che migliorano i protocolli di sicurezza

Un modo ottimale per facilitare la sicurezza sul lavoro è spingere i dipendenti ad un comportamento che favorisca quest'ultima. Garantire premi e benefit a chi si distingue per un comportamento esemplare o apporta innovazioni che incrementano i livelli di sicurezza, è una scelta saggia. I protocolli di sicurezza vanno infatti costantemente modificati in risposta alle modifiche fisiche e politiche dell'azienda.

1011

Pulizia efficace dei luoghi di lavoro

Uno dei grossi problemi dei luoghi di lavoro è il fattore pulizia. Vi è infatti grande differenza tra chi lavora in uno studio medico e chi in un cantiere edile. Tuttavia, la scarsa igiene non favorisce nessuna professione ed espone lavoratori ed eventuale clientela a rischi per la salute. Mantenere un ambiente lavorativo il più pulito possibile aiuta enormemente a contenere gli incidenti sul lavoro o le malattie imputabili a quest'ultimo.

1111

Pause caffè regolari

Ogni 45 minuti circa, il cervello umano che ha mostrato interesse verso qualcosa, tende a perdere aderenza, freschezza. Per questo, obbligare un lavoratore a lunghe attività mentali o meccaniche può favorire l'errore umano. Un meccanismo efficace che può contenere questo rischio è appunto quello di garantire all'impiegato pause regolari, sia per prendere un caffè che per fare una chiacchierata o una telefonata. Questo, che potrebbe erroneamente sembrare una "perdita di tempo", diventa un vero toccasana capace di far lievitare il rendimento dei singoli, i profitti dell'azienda ed il decremento degli incidenti sul posto di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Sicurezza sul lavoro: il corso RSPP

La sicurezza sul lavoro è un tema molto importante che tutte le ditte dovrebbero rispettare mantenendo sempre informati e aggiornati i propri dipendenti, dotandoli di tutti gli strumenti previsti dalla normativa vigente in materia di sicurezza sul lavoro....
Aziende e Imprese

Sicurezza: la normativa sui lavori in quota

L'articolo 107 del D. Lgs. 81/08 definisce i lavori in quota come quelle mansioni che espongono il lavoratore al rischio di una caduta, da un'altezza minima di due metri, calcolata da un qualsiasi piano considerato come stabile, sono comprese anche le...
Aziende e Imprese

Smart working: normativa per la sicurezza

Viene definito smart working (cioè, lavoro agile) quella forma di rapporto di lavoro subordinato che persegue una duplice finalità: incrementare la produttività del lavoratore e al contempo consentire allo stesso la possibilità di conciliare gli impegni...
Aziende e Imprese

Come mettere in sicurezza un cantiere

Mettere in sicurezza un cantiere è sicuramente un'operazione di fondamentale importanza per aiutare a ridurre i rischi per chi ci lavora, e per evitare sanzioni penali o amministrative nei confronti di chi lo gestisce. I rischi in un cantiere possono...
Aziende e Imprese

Sicurezza: misure di prevenzione per i lavori in quota

Il datore di lavoro è tenuto all'osservanza delle misure generali (art. 2087 cc) di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e deve valutare nella scelta delle attrezzature di lavoro e delle sostanze o dei preparati chimici impiegati, nonché...
Aziende e Imprese

Come lavorare in tutta sicurezza all'interno di una falegnameria

Per muoversi in modo sicuro, evitare perdite di tempo, piccoli incidenti e migliorare così la qualità del lavoro, bisogna disporre di un ambiente di lavoro ordinato, pulito e sempre funzionale. Queste circostanze sono ancora più necessarie se la professione...
Aziende e Imprese

Le migliori strategie per migliorare le relazioni lavorative

Sul luogo di lavoro molte volte possono nascere disaccordi e disappunti che rendono lo svolgimento dello stesso, più pesante di quanto sembri, mettendo a rischio le relazioni lavorative. Per migliorare e rendere il tutto più gradevole, scopriamo quali...
Aziende e Imprese

Come migliorare la formazione del personale

La formazione del personale, lo sviluppo e l'educazione dei lavoratori per migliorare le loro prestazioni sono fondamentali per le aziende che cercano di mantenere un vantaggio competitivo. Considerare questi suggerimenti per fornire una migliore formazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.