Tutto sulle quote latte

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno dei prodotti principali più utilizzato e appunto prodotto, è il latte. La produzione di latte viene regolamentata e gestita. La politica agraria del regime inerente al prelievo supplementare, si avvale di un elemento principale introdotto dal regolamento comunitario nel 1984 con successive sostituzioni e modificazioni nel 1992 e nel 2003. Questo elemento consiste nelle cosiddette quote latte. In questa guida attraverso passaggi facili e veloci vedremo tutto ciò che riguarda le quote latte. Andiamo a vedere.

26

Funzione

La quota latte rappresenta un limite stabilito a norma di legge per l'operato degli allevatori europei. A questi ultimi viene imposto un prelievo finanziario per ogni chilogrammo di latte prodotto, oltre il detto limite. Gli acquirenti di latte hanno funzione di sostituti di imposta, cioè monitorano le consegne dei produttori. Quando questi ultimi superano la quota, latterie, caseifici e affini devono trattenere dall’importo liquidato come pagamento, il prelievo stabilito dalla normativa comunitaria.

36

Introduzione

Le quote latte fanno parte di un regime della produzione, che regolano l'offerta. Esse intervengono anche sulle decisioni dell’imprenditore, ponendo limitazioni e disincentivando l'usufrutto oltre certi punti. Furono introdotte dal regolamento 856/1984 del 31 Marzo 1984, che fissava un anno di riferimento, il 1983 per l'Italia, ed il quantitativo globale garantito di latte per ogni singolo Stato membro.

Continua la lettura
46

Tributi

L'allevatore nel momento in cui avvia la sua produzione, può commercializzare anche oltre la propria quota. Ma è importante che mantenga la consapevolezza del rischio di incorrere nel pagamento di un tributo elevato. La quota si configura come un'autorizzazione amministrativa al commercio, esente da imposte. Il regolamento 856/1984 venne poi sostituito dal 3950/92 pronunciato il 28 Dicembre 1992 quindi ulteriormente soggetto a modificazione alla data del 29 Settembre 2003 con provvedimento numero 1788/2003. Di recente la disciplina delle quote latte, ha nuovamente rinegoziato la gestione e il controllo. Il Consiglio dei ministri UE dell'Agricoltura, riuniti alla sede del parlamento europeo di Bruxelles, in data 18 Novembre 2008, hanno preso delle decisioni. Tra i risultati e le conclusioni raggiunte, viene decisi un aumento della quota di produzione relativa all'Italia. In questa guida molto semplice abbiamo visto tutto ciò che riguarda le quote latte.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere la rateizzazione delle quote condominiali

Se abitiamo in un condominio e a seguito di lavori straordinari ci viene addebitato un importo mensile in aggiunta a quello ordinario, possiamo richiedere all'amministratore di rateizzarlo. A tale proposito ecco una guida in cui ci sono tutte le informazioni,...
Aziende e Imprese

Come cedere le quote di una Srl

Volete andare in vacanza e siete intenzionati a cedere delle quote di partecipazione di una S. R. L. (società a responsabilità limitata) ma vi spaventano i costi? Vi spiegheremo come! Provate ad affidarvi ai consigli di questa guida e probabilmente...
Finanza Personale

Come funzionano i fondi comuni di investimento

Il fondo comune di investimento raccoglie diverse cifre di denaro messe a disposizione dai risparmiatori e le investono in azioni, obbligazioni e quant'altro. È quindi uno strumento che adempie al servizio della gestione del risparmio collettivo: lo...
Finanza Personale

Come dedurre l'ammortamento finanziario dei beni devolvibili

In questa guida vedremo come dedurre l'ammortamento finanziario dei beni gratuitamente devolvibili. Per prima cosa vediamo cosa sono questi beni. Per beni gratuitamente devolvibili, si intendono tutti quei beni ricevuti in concessione, che alla scadenza...
Aziende e Imprese

Come destinare l'utile d'esercizio

Al termine di ogni periodo amministrativo, se dopo aver effettuato le scritture di assestamento e di epilogo dei componenti di reddito, che si redigono al 31/12 di ogni anno, il conto economico generale presentasse un'eccedenza positiva, significa che...
Case e Mutui

Differenze tra mutuo con ammortamento alla francese e mutuo con ammortamento all'italiana

Acquistare una casa al giorno d'oggi non è molto facile, anche se risulta essere un investimento tanto utile quanto consigliato. Ad occuparsi di quest'ultimo ci sono le banche ed ognuna di essere ha diversi piani di ammortamento, che possono essere alla...
Aziende e Imprese

Come costituire una società a responsabilità limitata

Nel diritto commerciale italiano, la società a responsabilità limitata, in sigla S. R. L. Oppure semplicemente Srl, rappresenta quel tipo di società di capitali che, come tale, è provvista di una personalità giuridica e risponde delle obbligazioni...
Finanza Personale

Come Disinvestire Un Fondo Comune

Chi è pratico di investimenti si sarà certamente chiesto come sia possibile vendere le proprie quote di un fondo comune. Solitamente le ragioni per le quali si decide di disinvestire sono due: la necessità del denaro messo da parte per l'acquisto immediato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.