Il Post

Tutto sulla busta paga

di Ambra Iadevaia difficoltà: media

Tutto sulla busta paga Tutti i lavoratori dipendenti da un ente o da un'azienda, ricevono una busta paga che indica non solo la somma che ogni mese gli viene addebitata ma anche le trattenute previdenziali e le imposte dovute allo stato. La busta paga, è un elemento di vitale importanza, infatti avendo una grande importanza a livello giuridico, essa è una prova certa dinanzi all'autorità giudiziaria, qualora ci fosse qualche disguido a discapito del lavoratore. Con questo documento infatti, si può riscontrare: se la paga erogata è del valore idoneo al tipo di lavoro del dipendente, se i versamenti previdenziali sono stati elargiti in modo conforme e se la fine del rapporto lavorativo, sia stato valutato con precisione. Cercheremo in questa guida, tutto sulla busta paga.

1 Il primo punto da chiarire è la tutela da parte del lavoratore, è importe da parte del lavoratore, conservare tutte le buste paghe ricevute per tutto il periodo lavorativo, dopo averne constatato l'esattezza del contenuto. I prospetti perché siano validi, devono contenere obbligatoriamente la firma del datore di lavoro o la sigla dell'ente o dell'azienda, qualora si tratti di ente pubblico deve essere anche vidimata dagli organi competenti. La busta paga è composta da due sezioni: la prima sezione contiene il nome dell'azienda dove il lavoratore presta la sua opera, i dati anagrafici del lavoratore compreso il codice fiscale, la sua posizione INPS ed INAIL, il rapporto di lavoro, la qualifica professionale, le ore ed i giorni lavorativi retribuiti, gli scatti di anzianità ed soprattutto, la retribuzione percepita, spesso distinta per paga base e contingenza.

2 La seconda parte della cedola è piuttosto descrittiva: sulla base della paga lorda (meglio specificato come imponibile lordo) viene calcolato l'IVS, cioè quella parte dei contributi previdenziali che sono a carico del lavoratore e che sono detratti dalla paga lorda affinché il datore di lavoro li versi allo stato. Tali contributi contribuiscono alla formazione della pensione. L'imponibile cosi ricavato costituirà la base per il calcolo dell'Irpef, (cioè le tasse che il lavoratore deve pagare allo stato per aver percepito un reddito), alla cifra cosi ottenuta si detrarranno le deduzioni fiscali operate per legge. La parte finale contiene la descrizione del conguaglio fiscale con la compensazione di tutte le tasse pagate nel corso dell'anno, le ferie godute e residue, le festività ed l'importo netto che percepirà il lavoratore. Gli elementi da osservare in modo particolare nella busta paga sono gli scatti di anzianità che si incrementano periodicamente e l'azienda è tenuta per legge, a premiare il dipendente, per la crescita professionale che ha guadagnato presso l'azienda in cui lavora. Tali scatti, possono essere biennali o triennali e variano in base alle varie qualifiche professionali.

Continua la lettura

3 Se il lavoratore esercita un orario di otto ore, nella busta paga viene indicata la mezz'ora di riposo retribuita e compare se specificato nel contratto lavorativo.  Possono inoltre esserci nelle voci mensili della busta paga, dei compensi mensili a favore del dipendente, a vario titolo.  Approfondimento Come leggere la busta paga (clicca qui) Per la scelta della retribuzione, i lavoratori vengono retribuiti mensilmente se si tratta di impiegati e con retribuzione oraria se si tratta di operai.  Solo in casi particolari gli operai vengono retribuiti con la mensilizzazione.

Il calcolo della busta paga Come leggere la propria busta paga 5 cose da sapere sulla tredicesima in busta paga Come calcolare le imposte sui salari

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli