Storia della BCC

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La Banca di Credito Cooperativo, il cui acronimo è BCC, nasce a fine ‘800; il suo scopo è quello di far fronte ai pressanti problemi di credito della società dell’epoca. Si basa sul modello tedesco realizzato da Friedrich Wilhelm Raiffeisen (fondatore delle casse di credito rurali); questo tipo di banca aveva una matrice di stampo cristiano. Nasce infatti per cercare di fermare il dilagante fenomeno dell’usura. In seguito diventa la numero uno fra le Casse che concedevano prestiti per l’assistenza economica agli allevatori che non avevano un'adeguata disponibilità di denaro. Leggendo questo tutorial si può conoscere, passo passo, la vera Storia della BCC.

25

La nascita della prima banca BCC

La prima BCC italiana era una cassa rurale contadina e nacque nel 1883 nel padovano. Infatti, la prima banca di credito cooperativo che viene fondata in Italia è nel comune di Loreggia. Essa è fondata su pressione dall’israelita Leone Wollemborg. Mentre nel 1890 l’Italia registra un altro primato: la nascita della prima BCC cattolica. Questo traguardo viene raggiunto per merito del giovane religioso Luigi Cerutti che fonda la prima cassa rurale cristiana. È la prima di una lunga serie di banche di matrice religiosa; infatti, nel 1897, grazie all’opera di Papa Leone XIII, l’Italia conta già 900 filiali di questo tipo.

35

Legge bancaria del 1937

A seguito della Legge Bancaria del 1937 promulgata nel periodo fascista, molte Casse italiane, compresa la BCC, vengono invitate a chiudere i battenti. Questo è il periodo più nero e di minima espansione dal punto di vista creditizio. In seguito la ripresa vera e propria delle Casse Rurali avviene solo alla fine della guerra quando, con la nascita della Repubblica, la Costituzione finalmente riconosce, grazie all’art. 45, il ruolo della cooperazione con finalità mutualistiche.

Continua la lettura
45

Fondazione dell'istituto di credito delle casse rurali e artigiane

Agli inizi degli anni ’60 viene fondato l’istituto di credito delle casse rurali e artigiane. Lo scopo è quello di coordinare l’azione delle casse italiane che hanno funzione creditizia e di assistenza economica; è l’inizio dell’ascesa della BCC italiana. Il cambio di denominazione avviene nel ’93 con il Testo Unico bancario che decreta il mutamento del nome: da casse rurali e artigiane in BCC. Esse offrono servizi non solo a contadini ed allevatori, ma a qualsiasi cittadino italiano che risiede sul territorio, indipendentemente dalla professione che svolge. Oggi la BCC è una delle banche italiane più importanti ed ha sedi sparse su tutto il territorio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come accedere ai servizi online della Banca di credito cooperativo

Ormai tutte Banche hanno attivo un servizio online, che consente di gestire il proprio corrente e svolgere la maggior parte delle operazioni finanziare comodamente seduti, da casa propria. Uno degli istituti di credito che offrono questo vantaggio è...
Banche e Conti Correnti

Storia della banca Monte dei Paschi di Siena

Le banche sono un istituzione creata moltissimi anni fa, alcune di esse sono davvero tanto longeve, una di queste è sicuramente Monte dei Paschi di Siena. Tale banca ha saputo imporsi sul mercato finanziario fin dai primi tempi ma negli ultimi anni si...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un conto corrente in Spagna

In questa guida vi spiegheremo come aprire un conto corrente in Spagna. L'esigenza di aprire un conto corrente all'estero può derivare da una serie di fattori, per esempio per motivi di studio o di lavoro. Aprire un conto corrente in Spagna è abbastanza...
Richieste e Moduli

Come pagare le imposte con il modello F24

La burocrazia nel nostro paese è una prassi che mette in difficoltà tantissimi cittadini, i quali sono costretti a fare salti mortali per venirne a capo senza incorrere in sanzioni o comunque ricevere provvedimenti simili. Uno dei campi più complicati...
Richieste e Moduli

Come richiedere il Durc online

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva è una certificazione che attesta la regolarità di un'impresa negli adempimenti contributivi, previdenziali, assistenziali ed assicurativi in conformità alla normativa vigente di riferimento nei confronti...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Burkina Faso

Il Burkina Faso è uno Stato dell'Africa Occidentale abitato da circa 16 milioni di persone. Nel 2012 il sistema fiscale del paese è stato oggetto di un'importante riforma che ha affiancato al sistema vigente di tassazione relativo al reddito prodotto,...
Aziende e Imprese

Come leggere un bilancio aziendale

Il bilancio è un documento che le aziende redigono alla fine di ogni anno con lo scopo di rappresentare la situazione patrimoniale e finanziaria dell'impresa: si tratta senza dubbio di un documento di estrema importanza, la cui lettura e interpretazione...
Case e Mutui

Come sono raggruppati gli immobili nelle categorie catastali

Il numero delle vendite residenziali, ultimamente è aumentato nelle città principali del Nord, di circa il 40%, mentre nelle regioni meridionali le vendite immobiliari sono aumentate di circa il 21% rispetto a qualche anno fa.Bologna ha il maggior aumento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.