Residenza fiscale: come evitare la doppia imposizione

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'Agenzia delle Entrate si serve della residenza fiscale per calcolare il valore delle imposte dovute da ogni cittadino. Chiunque abbia una doppia residenza può servirsi di alcune pratiche che permettono di evitare la doppia imposizione delle tasse. Queste pratiche assicurano il diritto al rimborso, o all'esonero dell'imposta, in due casi specifici: quando si vive e si lavora in Italia, e quindi non si devono pagare le tasse per la residenza all'estero; oppure, quando si vive e si lavora all'estero, e quindi non si devono pagare le tasse per la residenza italiana. Ecco come reperire tutti i moduli necessari.

25

In tutti e due i casi si può richiedere il rimborso entro 48 mesi dal pagamento dell’imposta. I modelli sono reperibili sia negli uffici territoriali che online, scaricandoli attraverso il sito ufficiale dell’ente per la riscossione delle imposte. In quest’ultimo caso, la documentazione si trova all'interno del sito, in corrispondenza della voce “Normativa e Prassi”. Per ulteriori delucidazioni riguardanti la compilazione dei documenti, è possibile scaricare un modulo esplicativo emanato direttamente dall'Agenzia delle Entrate.

35

Per stabilire la residenza fiscale ed evitare, quindi, la doppia imposizione, è necessario che l’Agenzia delle Entrate sappia con certezza qual è la residenza effettiva del contribuente, in modo da poter tassare esclusivamente quest'ultima. Il problema che si è presentato per moltissimi lavoratori ed aziende ha dato vita a dei contenziosi giudiziari che hanno avuto epilogo con la sentenza n.87, emanata dalla commissione tributaria della regione Liguria.

Continua la lettura
45

L’estratto della sentenza asserisce, infatti, che l’Agenzia delle Entrate, per una corretta determinazione della residenza fiscale, deve distinguere l’attività lavorativa dagli aspetti della vita personale. Questo significa che se un individuo lavora all'estero e si reca in Italia soltanto periodicamente, pur risiedendo nella sua casa di proprietà, la sua presenza sul territorio italiano non deve essere tassata. Per essere considerati dei residenti fiscali in un solo stato, bisogna possedere dei particolari requisiti, tra cui quello di non risiedere nel paese per più della metà dell'anno corrente.

55

La documentazione necessaria è limitata a pochi elementi, come ad esempio la registrazione all'anagrafe del paese, un certificato scolastico, una prova di un lavoro continuato (con tanto di descrizione ed ubicazione dell’azienda), e qualunque attività economica che sia in grado di dimostrare l'assenza prolungata dal paese natio. In questo modo, quindi, le tasse vengono imposte soltanto nel paese dove si svolge l’attività economica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Israele

Il sistema economico israeliano continua a segnare dati positivi: uno dei mezzi utilizzati per ottenere questo successo è stato senza dubbio il miglioramento del sistema fiscale nazionale.Vediamo come funziona il sistema di sostentamento per le casse...
Case e Mutui

Quante tasse si pagano su un mutuo

Le tasse ormai sono diventate una costante dei nostri giorni. Esistono tasse praticamente per ogni servizio e per ogni bene di cui siamo in possesso. Esistono anche le tasse sui mutui. Ebbene si, anche i mutui non sono esenti da tassazioni. Ma quali e...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Regno Unito

Il Regno Unito ha un sistema fiscale ben determinato, che segue delle procedure specifiche. Conoscere il funzionamento dei diversi sistemi tributari permette di confrontarli e prendere spunto per idee o riflessioni riformiste in tale settore. Inoltre,...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale spagnolo

Il sistema fiscale spagnolo è abbastanza evoluto e sviluppato. In Spagna, la pressione del fisco è minore di circa sei punti rispetto a tutti gli altri paesi europei, proprio perché questo sistema è molto articolato e privilegia l'utilizzo delle moderne...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Brasile

Molte volte, con il grande periodo di crisi che stiamo vivendo, i giovani di oggi decidono di abbandonare la propria famiglia e la patria per espatriare verso paesi stranieri, tutto questo per trovare un lavoro che dia una retribuzione perlomeno dignitosa....
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Kazakistan

Il Kazakistan situato nell'Asia Centrale nella parte più occidentale, geograficamente fa parte dell'Europa. Ciò che la caratterizza è la steppa molto estesa dal Mar Caspio al lago Balhas, ai confini orientali troviamo una catena montuosa che confina...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Stati Uniti

Il sistema fiscale negli USA è imposto in modo molto aggressivo ed è di conseguenza rispettato dalla maggior parte della popolazione. Infatti negli Stati Uniti, la pena per un'evasione fiscale è la galera. L'importanza della tassazione negli Stati...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Andorra

Il sistema fiscale vigente in Andorra è il frutto di recenti modifiche e riforme compiute al fine di modernizzarsi come gli altri paesi europei per stipulare accordi internazionali. Infatti, il sistema veniva basato su un'imposizione diretta e una indiretta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.