Reputazione online: 7 modi per proteggerla

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Parte della nostra identità si è inevitabilmente spostata nel mondo virtuale, Che ci piaccia o no, dal momento in cui iniziamo a scrivere o condividere qualcosa su Internet, lasciamo traccia della nostra immagine, del nostro stile di vita, dei nostri gusti e delle nostre attività, in maniera diretta o indiretta. In questa guida troverete dei consigli su come gestire la vostra reputazione online, seguendo 7 modi per proteggerla ed evitare brutte sorprese. La reputazione che abbiamo in rete può giocare a nostro favore, ma può anche rivelarsi una trappola pericolosa. Non è solo il comune utente privato a poter accedere ad informazioni riguardanti la nostra identità, ma anche aziende e professionisti o, nel peggiore dei casi, persone senza scrupoli.

28

Cercate sui motori di ricerca

Il primo consiglio è quello di cercare il vostro nome e cognome su Google o altri motori di ricerca, per controllare quali informazioni, dirette o indirette, circolano sul nostro conto. In questo modo potrete fare un primo check e scovare eventuali opinioni negative, foto inaspettate, commenti o post potenzialmente dannosi per la vostra immagine. Potrete dunque prendere provvedimenti e nascondere le informazioni scomode o modificare dei dati, se possibile e se lo riterrete necessario. Non vi fermate ai primi risultati che trovate facendo ricerche online, le notizie scomode solitamente si nascondono dove meno ve lo aspettate.

38

Controllate i social network

I social network sono dei luoghi di incontri virtuali particolarmente vivaci. Se volete scoprire cosa le persone possono vedere e leggere di voi, fate un giro di ricognizione sui network nei quali siete iscritti o dove avete effettuato attività di condivisione di informazioni. Ad esempio Facebook possiede uno strumento in grado di aggiungere dati alle pagine web e di personalizzarli, consentendovi di controllare come i vostri contenuti appaiono agli altri utenti: Open Graph. Questo strumento viene inoltre riconosciuto dalle altre piattaforme social come Twitter, Linkedin e GooglePlus. Facebook ha un'ulteriore funzione: "Visualizza come pubblico" o "Come una persona specifica". Anche Twitter possiede un modo per controllare e gestire i contenuti degli utenti: le Twitter card, dal funzionamento simile a Open Graph di Facebook.

Continua la lettura
48

Leggete recensioni, blog, articoli

Altri luoghi virtuali dove cercare informazioni reputazionali sul vostro conto, sono le recensioni che vengono pubblicate su siti di settore, come ad esempio quelli di ristorazione e turismo (Tripadvisor, ecc), su blog, articoli di giornale e simili. Se siete dunque un'azienda di settore, o avete un'attività riguardo la quale altri utenti possono aver scritto dei pareri, cercate e leggete cosa dicono di voi, per meglio comprendere che tipo di immagine si è creata di voi in rete. In questo modo potrete potenziare i vostri punti di forza, migliorando i rapporti con eventuali clienti, o correggere errori che hanno potuto generare delle insoddisfazioni.

58

Gestite nome utente e password

Assicuratevi che non ci siano persone che utilizzino il vostro nome in maniera impropria. Se avete diversi profili in rete, controllate che siano tutti a vostro nome, in modo da evitare che qualcun altro possa spacciarsi per voi, pubblicando contenuti poco appropriati e crearvi problemi. Una regola da seguire è quella di avere username e password diversi per ogni profilo che intendete creare. La vostra presenza online deve essere solida e protetta.

68

Cambiate spesso la password

Un altro modo per proteggere la vostra identità ed evitare che persone male intenzionate possano rubare i vostri account o i vostri profili, è quello di cambiare spesso la password. Sono molti infatti i casi di furti di identità online. Il rischio è più alto quando non viene cambiata la password per molto tempo e quando quest'ultima risulta poco complessa.

78

Siate proattivi

Quando avete la vostra identità sotto controllo, cercate di pubblicare quanti più commenti e informazioni positive su di voi. Non mentite, non siate eccessivi, ma aiutate internet a proteggere la vostra immagine, soprattutto quando questa è stata intaccata. In questo modo commenti e informazioni negative scenderanno nei risultati di ricerca. Se volete dare di voi un'immagine professionale, impegnatevi nel migliorarvi, anche perché molte aziende controllano in rete per avere informazioni su potenziali candidati per eventuali posizioni lavorative. Esistono anche dei siti a pagamento per monitorare le informazioni che vi riguardano, in modo da essere costantemente aggiornati sulla vostra immagine online.

88

Tutelate la vostra privacy

Evitate di dire troppo sul vostro conto. La privacy è fondamentale nella vita reale, ma soprattutto in quella online, più difficile da controllare e difendere. Le informazioni, i pareri e le foto strettamente personali possono rivelarsi un'arma a doppio taglio. Condividete dunque solo il necessario sul vostro conto, anche perché più contenuti renderete pubblici, più risulterete facili agli attacchi di hacker e persone poco raccomandabili, pronte a rubarvi dati e identità. Avete molti strumenti a vostra disposizione per difendervi: potete ad esempio decidere a chi volete indirizzare i vostri contenuti ed evitare che terzi possano accedervi e usarli contro di voi. Se pensate di aver subito danni di immagine immotivati, o se qualcuno vi sta creando dei problemi, segnalate siti e utenti sospetti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come promuoversi con Linkedin

LinkedIn è una rete con 65 milioni di professionisti in tutto il mondo. Il membro medio LinkedIn ha un reddito medio familiare annuo di 10.000 euro. Una persona crea un account di accesso di LinkedIn ogni secondo. Quasi il 50% dei membri di LinkedIn...
Aziende e Imprese

Come analizzare la struttura finanziaria di una start up

Le start up sono un tipo di società molto in voga negli ultimi anni, poiché presentano un modello di business altamente flessibile e in linea con gli standard degli odierni mercati. Le start up sono società temporanee, che possono crescere rapidamente...
Finanza Personale

Come funzionano i fondi comuni di investimento

Il fondo comune di investimento raccoglie diverse cifre di denaro messe a disposizione dai risparmiatori e le investono in azioni, obbligazioni e quant'altro. È quindi uno strumento che adempie al servizio della gestione del risparmio collettivo: lo...
Lavoro e Carriera

5 idee per trarre profitto dalla disoccupazione

Come vedremo nel corso di questa guida, la disoccupazione può a volte rivelarsi un ottimo momento per svolgere altre attività proficue, o dedicarsi ad altri interessi rilevanti che normalmente richiedono molto tempo da parte del soggetto. Se al momento...
Lavoro e Carriera

Community manager: chi é e cosa fa

Il Community Manager è una figura professionale che opera nel settore della comunicazione online, sui social, gestisce blog, interviene nelle discussioni del forum e monitora le varie attività di pubbliche relazioni virtuali dell'azienda. Il community...
Lavoro e Carriera

5 idee low cost per promuovere la tua attività

La pubblicità è l'anima del commercio, si dice. Fare pubblicità è fondamentale per avere un aumento significative per il business della nostra attività commerciale: ci permetterà di ampliare di molto il novero della clientela, far sì che questi...
Lavoro e Carriera

10 consigli per diventare personal trainer

Si può dire che il mestiere del personal trainer sia esploso negli ultimi anni. I VIP nazionali e internazionali  hanno ben pubblicizzato i loro allenamenti, facendo dei propri personal trainer delle vere e proprie star.Tuttavia tolta l'aura dorata...
Aziende e Imprese

Come gestire efficacemente un ordine di un cliente

Imparare e conoscere il meccanismo con cui avviene la gestione degli ordini è un compito importante per tutti coloro che mirano ad accrescere il proprio business. Dopotutto, bisogna dire che un business in crescita che gestisce gli ordini in modo accurato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.