Rendite perpetue: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questo periodo dove la crisi ha ormai attanagliato quasi tutte le classi sociali si sente sempre più il bisogno di qualcosa che possa risollevare le nostre finanze così duramente messe alla prova. Le rendite perpetue possono essere un'ottima soluzione, ma in cosa consistono di preciso?
Qui sotto troverete 5 cose fondamentali da sapere su questo argomento.

27

Occorrente

  • attenzione
  • contanti o immobili
37

La rendita perpetua, regolata dagli articoli 1861/1871 del codice civile, è, come dice il nome stesso, la quota che un debitore deve corrispondere ad un creditore ed ai suoi eredi in modo perpetuo, in cambio di una cessione di un immobile ed in questo caso si parla di rendita fondiaria, o di un capitale, detta rendita semplice. In pratica il signor Mario può concedere al signor Paolo un bene immobile o una somma di denaro, e questi si impegna a corrispondere in modo perpetuo una cifra ipotetica di 150 euro all'anno dando il via così alla creazione di una rendita perpetua.

47

Importante informazione, da tenere sempre ben presente per il debitore, è che questi può redimere la rendita pagando il prezzo di riscatto, che viene calcolato in base alla capitalizzazione annua della rendita del suddetto bene in questione.

Continua la lettura
57

Nel caso in cui il debitore diventi insolvente si può procedere alla rescissione del contratto a meno che il bene in questione sia stato alienato ed l'acquirente sia disposto ad assumersi il debito. Molto spesso viene fatta confusione tra la rendita perpetua e la rendita vitalizia. Come dice il nome stesso la prima non è aleatoria e quindi non si estingue con la morte del beneficiario, mentre la seconda è aleatoria e si estingue con la morte del creditore. Ultimo ma non meno importante consiglio è quello relativo alle tassazioni, Le rendite perpetue come tutte le altre tipologie di rendite subiscono una tassazione pari al 27% come è stato stabilito dal Decreto Milleproroghe.

67

Anche se per legge la rendita perpetua è sempre redimibile, possono essere fissate delle condizioni particolari, come ad esempio l'indicare un lasso di tempo prima del quale non si possa procedere alla rescissione (che non può essere superiore ai 10 anni) o anche la condizione della morte del beneficiario prima della quale non si può interrompere il rapporto. Il codice prevede anche possa essere inserita una clausola in base al quale in debitore debba dare un preavviso per riscattare il bene, che non può però superare un anno. Il riscatto può essere anche forzoso se il debitore diventa insolvente, se è in mora da almeno due annualità o se sono venute meno le condizioni di garanzia promesse.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come calcolare il valore catastale

Il valore catastale di un immobile viene preso come riferimento per per determinare la consistenza di specifiche imposte sulla casa. In caso di successioni, donazioni, iscrizioni di ipoteche o imposte di registro e catastali, questo è il dato di riferimento...
Finanza Personale

Come si calcola la rendita catastale per il pagamento dell’imu

Da qualche anno a questa parte è stata introdotta l'IMU. Tale tassa altro non è che la vecchia ICI, ovvero la tassa sugli immobili che tutti i contribuenti possessori di beni immobili devono pagare. Ciò che differenzia l'IMU però, oltre ad essere...
Case e Mutui

Come si determina la rendita catastale

La rendita catastale rappresenta il valore medio di affitto di un bene immobile ovvero il prezzo che il contribuente ritiene di ottenere quando affitta l'immobile. Una somma forfettaria è determinata unilateralmente dal catasto, successivamente viene...
Case e Mutui

Come calcolare il valore catastale di un immobile

Il valore catastale (o meglio base imponibile) è una cifra ottenuta moltiplicando la rendita catastale dell'immobile, quale risulta da una normale visura catastale, per un coefficiente, determinato per legge e differente per ogni categoria catastale...
Finanza Personale

Guida agli adempimenti dichiarativi sulle rendite finanziarie

In questa breve e semplice guida, vi illustrerò i principali adempimenti dichiarativi di un particolare tipo di reddito: le rendite finanziarie. Queste possono produrre due tipologie di redditi, ossia quelli di capitale e quelli diversi di natura finanziaria....
Finanza Personale

Come investire in obbligazioni

Volete imparare ad investire in obbligazioni ma non sapere proprio da dove cominciare. Nei passi della seguente guida verrà fornita una panoramica di base del processo di questo tipo di investimento. Investire in obbligazioni significa effettuare degli...
Case e Mutui

Come ottenere un'agevolazione per immobili contigui

Le agevolazioni presenti in campo fiscale ed in materia di immobili sono di vario tipo: alcune riguardano l'acquisto della prima casa, altri i mutui per i giovani ed i precari, altre gli immobili contigui. Per immobili contigui si intendono due alloggi...
Finanza Personale

Come sottoscrivere buoni fruttiferi postali

I buoni fruttiferi postali, o BFP, sono dei titoli utilizzati soprattutto da coloro che, per far fruttare i propri risparmi, sono indirizzati a mezzi di investimento interessanti, ma poco complessi. Infatti, non appena essi giungono a scadenza, oppure...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.