Pranzo in ufficio: gli errori da non fare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lavorare in ufficio non è facile: ci sono orari spezzati, pause non retribuite, distributori di caffè obsoleti, e soprattutto per chi non ha una mensa nella società per la quale si lavora, si è costretti a cercare di rimediare nel miglior modo possibile alla pausa pranzo.
di seguito una breve lista e consigli pratici di errori da non fare durante il pranzo in ufficio.

26

Non mangiate snack dai distributori automatici

Durante la pausa pranzo l'errore che molti impiegati possono commettere è quello di acquistare snack o tramezzini confezionati.
Se avete le possibilità sarà molto più salutare prepararvi il pranzo a casa e portarlo con voi a lavoro.
Basterà un'insalata di pollo, un tramezzino fatto in casa senza maionese possibilmente, un toast prosciutto cotto e formaggio.
I cibi delle macchinette automatiche sono piene di conservanti, molto calorosi, grassi.

36

Non accontentatevi di bar/rosticcerie

Vicino al posto di lavoro sicuramente ci sono dei bar che verso l'ora di pranzo si fingono anche cheff e preparano, anzi acquistano cibi precotti congelati, che vendono a persone che non hanno tempo da perdere e vanno di corsa.
Sono contraria alle cose precotte e congelate.
Meglio un frutto o un toast che conservanti allo stato puro.

Continua la lettura
46

Non abbuffatevi in trattorie e/o ristoranti

Per chi ha una pausa pranzo più lunga è preferibile andare a mangiare in un ristorante o trattoria.
Quando vi metterete a tavola sarete talmente affamati che vi verrà la voglia di ordinare tutto: dall'antipasto al dessert.
Fare un pranzo completo e abbondante e poi tornare in ufficio potrebbe portare disturbi intestinali, sonnolenza e pesantezza.
Mangiare di corsa non fa bene alla digestione.
Consigliato invece un antipasto leggero, un primo piatto o un secondo alla griglia con contorno.

56

Non portatevi tutta la cucina di casa

Per chi non vuole andare fuori a mangiare e vuole risparmiare tempo e soldi, di solito mangia in ufficio.
Una cosa ottimale è quella di prepararsi il pranzo per il giorno successivo ma, attenzione, non portatevi troppe vivande.
Basterà un pacchetto di grissini o cracker, un frutto di stagione, un panino o un pezzo di formaggio e il pranzo è assicurato.

66

Non fidatevi delle diete da ufficio

Per praticità le persone che lavorano negli uffici e soprattutto per chi fa un lavoro statico sempre dietro a una scrivania, tende a seguire anche un regime alimentare troppo stressante.
Si accontentano di una barretta energetica o dietetica e basta.
A mio avviso è sbagliato, perché lavorando comunque si consumano energie e il corpo richiede cibo e non palliativi.
Mangiate poco, una portata sola, idratatevi con acqua naturale e vedrete che la linea la manterrete lo stesso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Consigli per stare bene in ufficio

Molti di noi vivono la maggior parte della giornata in ufficio, allora per forza di cose dovremo vivere al meglio quelle tante ore in ufficio facendo uscire fuori il nostro vero carattere per non soccombere dalla troppa rigidità tenendo un tono serio...
Aziende e Imprese

Come organizzare un coffee break

Il coffee break è il momento di pausa che generalmente si ha quando si partecipa ad una riunione, un meeting, un corso di aggiornamento oppure un congresso. Durante questo periodo di tempo le persone devono rifocillarsi con qualche stuzzichino per incamerare...
Lavoro e Carriera

10 consigli pratici per trovare il tuo zen a lavoro

Al giorno d'oggi avere un impiego è già una grande fortuna, e di certo nessuno di noi vorrebbe mai mettere a rischio il proprio posto di lavoro. Certo è che mantenere la calma in certe situazioni sembra davvero impossibile, tanto con il capo che con...
Finanza Personale

Come utilizzare i buoni pasto e dove spenderli

I buoni pasto sono dei particolari tagliandi che il datore di lavoro riserva ai propri dipendenti. Le persone che effettuano un orario di lavoro che rientra nelle 8 ore continuative giornaliere oppure che lavorano per 5 giorni a settimana, hanno diritto...
Lavoro e Carriera

Come conciliare casa e lavoro

Conciliare casa e lavoro non è sempre facile, soprattutto se si è donna e si ha una famiglia, in quanto bisogna far combaciare gli orari dei pasti con quelli delle pause pranzo, presenti al lavoro. Se si hanno dei bimbi piccoli è indicato lavorare...
Aziende e Imprese

Come aprire un birrificio

La produzione artigianale della birra può diventare una coinvolgente passione, ma al tempo stesso si può anche trasformare in un'attività abbastanza redditizia. Infatti, questa bevanda piace a uomini e donne, a giovani ed adulti; secondo le statistiche...
Lavoro e Carriera

Come affrontare il rientro al lavoro dopo una lunga malattia

Spesso capita, specialmente nei periodi invernali, di affrontare una lunga malattia. Durante i periodi di malattia ci si sente un vero inferno e non è sempre facile riprendere la solita routine quotidiana. Per questo motivo vi darò, all'interno di questa...
Lavoro e Carriera

I 10 consigli anti-stress sul lavoro

Lo stress accumulato sul proprio posto di lavoro è uno dei problemi che affligge la maggior parte dei lavoratori. Molta gente si ritrova spesso ad avere a che fare con conseguenze anche piuttosto problematiche, che possono portare di conseguenza a dover...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.