Mutuo: come scorporare il totale interessi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il mutuo rappresenta, sicuramente, un'ottima via d'accesso all'acquisto di un immobile. Tra i vari vantaggi che presenta, vi è sicuramente il fatto di poter procedere all'acquisto di un bene molto costoso, pagandolo un po' per volta. Quindi, è fondamentale per chi non ha liquidità a sufficienza, per procedere all'acquisto di un certo bene. Tuttavia, occorre fare una breve analisi riguardante l'interesse del mutuo stesso. Spesso ci si chiede, infatti, di questa cifra quanto si paga veramente di interesse, e quanto costa questo prestito che la banca mette a disposizione. Rispondere a queste domande è fondamentale, prima di contrarre un mutuo. A questo proposito, è necessario utilizzare qualche dato. In questa guida spiegheremo, dettagliatamente, come fare per scorporare il totale interessi dal montante del mutuo.

26

Occorrente

  • Foglio e penna
  • Calcolatrice
  • Dati del mutuo: totale, tasso d'interesse annuo e numero di mensilità
36

Quando si parla di mutui, è necessario fare totale chiarezza riguardo ad alcuni termini che vengono utilizzati. Innanzitutto, è fondamentale spiegare cosa si intende per montante. Il montante è la somma del capitale, ossia il valore del bene (ad esempio, ipotizziamo che sia 100.000,00 euro) ed il totale degli interessi. A questo punto, se noi sappiamo quanto è il montante ed il capitale, possiamo scoprire il totale degli interessi con una banale sottrazione. Mettiamo il caso in cui il montante sia 110.000,00 euro ed il capitale 100.000,00 euro, vediamo a quanto ammonta. In questo caso, il totale degli interessi è pari a 10.000,00 euro. Se, invece, non siamo a conoscenza del montante ma soltanto del capitale e vogliamo scoprire a quanto ammonterà il totale degli interessi e, unito al capitale, il montante, è necessario effettuare un procedimento chiaramente più lungo e laborioso.

46

Questo tipo di procedimento è applicabile soltanto in caso di un mutuo a tasso fisso, in quanto un tasso variabile non si può conoscere sul lungo-termine. Per tasso fisso, si intende quel tasso annuo (quindi calcolato per 12 mensilità) che si applica sul capitale, considerando che il capitale diminuisce nel tempo, in quanto attraverso le rate viene restituito all'istituto bancario. Se abbiamo contratto un mutuo per 20 anni (con 240 rate mensili) ad un tasso del 3%, il primo anno liquideremo alla banca 12 rate capitali per un totale di 5.000,00 euro. La somma degli interessi per il primo anno è, pertanto, pari a 100.000*3/100 = 3.000,00 euro. Gli interessi del primo anno saranno più alti, dal momento che il capitale è ancora totalmente da saldare. I 3.000,00 euro verranno suddivisi in 12 mesi, ed aggiunti ad ogni singola rata dell'anno una per una. Le rate mensili saranno, quindi, di 250,00 euro mensili per 12 mesi.

Continua la lettura
56

Per concludere, vediamo che cosa succede il secondo anno, ed in modo analogo, a seguire. Una volta che abbiamo liquidato una parte delle rate, siamo di fronte ad un capitale residuo pari a 100.000-5.000 = 95.000. Il totale degli interessi del secondo anno sarà, quindi, pari al 3% di 95.000, ossia a 2.850,00 euro, distribuiti in 237,50 euro mensili. Per quanto riguarda, invece, il terzo anno, il capitale residuo sarà di 90.000, ed al 3% avremo interessi annui pari a 2.700,00 euro. Dobbiamo precedere con questo calcolo per tutti gli anni in cui contraiamo il mutuo, e per finire, occorrono sommare tutti quanti gli interessi annui. In questa maniera, sapremo in modo preciso quanto ci costerà il nostro prestito con l'istituto di credito, senza avere sorprese ma con le idee chiare.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scriviamo su un foglio ogni passaggio parziale per non rischiare di fare errori di calcolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come calcolare la rata del mutuo in base allo stipendio

Hai deciso di acquistare casa ma ti spaventa l'idea di un mutuo troppo elevato? Hai alcuni dubbi sui parametri utilizzati dalle banche per calcolare tale rata, in base al tuo stipendio? In questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie, non...
Case e Mutui

Come calcolare il tasso d'interesse di un mutuo

Uno dei fattori principali da considerare prima di chiedere l'erogazione di un mutuo è il tasso d'interesse: esso rappresenta l'importo aggiuntivo che il cliente deve versare alla banca. Il calcolo del tasso di interesse è influenzato molto dalle dimensioni...
Case e Mutui

Come estinguere un mutuo casa in anticipo

Tutti sappiamo che se non abbiamo abbastanza soldi per poter comprare una casa è possibile richiedere un mutuo presso una Banca o ad un Istituto Finanziario. Il mutuo è a tutti gli effetti un contratto che intercorre tra il mutuante (Banca), che presta...
Case e Mutui

Come rinegoziare un mutuo

COME RINEGOZIARE UN MUTUOOgnuno vuole avere una casa e il miglior modo per comprarla è un mutuo, cioè l'operazione bancaria secondo cui la banca presta la somma necessaria per comprare la casa al cliente in modo che questi possa usufruire subito della...
Case e Mutui

Mutui: 5 buone ragioni per scegliere il tasso fisso

Negli ultimi anni, complice la crisi economica, sono aumentate le richieste per la concessione di un mutuo. Il mutuo è un finanziamento a lungo o breve termine, erogato da una banca o da un intermediario autorizzato, per l'acquisto di un immobile o di...
Richieste e Moduli

Come ottenere il rimborso del mutuo

La casa è un bene primario ed importante per tutte le famiglie, per tale motivo tante volte per poterne avere una si deve richiedere un mutuo. Questo significa che a lungo andare nel tempo dovrete restituire alla banca la somma intera che avrete preso...
Case e Mutui

Mutuo: pro e contro del tasso variabile

Quando ci troviamo a comprare casa, molte volte siamo costretti a ricorrere ad un prestito fornito in genere da una banca che prende il nome di mutuo. Il tasso che normalmente viene applicato ad un mutuo rappresenta un elemento molto importante da tenere...
Case e Mutui

Come scegliere il mutuo più conveniente

Il mutuo è una tipologia di finanziamento molto diffusa, solitamente utilizzata per l'acquisto o ristrutturazione di immobili. La scelta del mutuo più conveniente alle proprie esigenze non è semplice, poiché bisogna considerare diversi fattori. La...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.