Mutuo: come chiedere l'estinzione anticipata

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Chiedere l'estinzione anticipata parziale o totale del proprio mutuo è possibile, ricorrendo a quanto indicato nel Testo Unico Bancario. Quest'ultimo è una sorta di legislazione bancaria, che regolarizza le attività delle banche. Precisamente, all'interno del Testo Unico Bancario occorre far fede all'Articolo 40 e comma 1, per vedere le normative che disciplinano l'estinzione di un mutuo. Diverse banche richiedono, come si sa, un anno e mezzo di tempo prima che il cliente possa estinguere il proprio debito in modo completo. Tutto questo è assai discutibile, ed è dovuto al fatto che le banche hanno paura di perdere i tassi di interesse che potrebbero guadagnare con un'operazione a medio o a lungo termine.

24

Estinzione parziale

Quando si procede ad un'estinzione parziale, il capitale che si andrà a versare verrà dedotto dall'intero conto del mutuo e la banca non potrà più richiedere gli interessi su quella determinata cifra. A seguire, facciamo un breve esempio per comprendere meglio questa operazione. Poniamo il caso, di chiedere 10.000 € per estinguere un capitale residuo di 64.000 €, in fase di rimborso con una rata anticipata di 1.000 Euro. Dal momento che la quota estinta è pari al 15,62% (ossia 10.000 / 64.000), resterà in essere l'84,38% del debito (cioè 100% - 15,62%). La rata sarà, pertanto, ricalcolata in base a questa proporzione, nella seguente maniera: 1.000 € (vecchia rata) x 84,38% (quota di debito mantenuta) = 421,90 € (nuova rata).

34

Estinzione totale

Contrariamente all'estinzione parziale, quella totale corrisponde alla chiusura definitiva del debito. Tale somma corrisponderà alla cifra rimanente del debito, come risulta alla scadenza dell'ultima rata. Nel caso in cui i tassi di interesse fossero variabili, si ricalcoleranno nuovamente, avvalendosi del cosiddetto ammortamento alla francese. Nel caso fosse presente una penale d'estinzione, ovviamente, sarà aggiunta al conto finale. Oltre a tutto questo importo, saranno calcolati i tassi cosiddetti "dietimi giornalieri". Precisamente, la banca aggiungerà al conto finale anche i tassi giornalieri del periodo che intercorre alla domanda dell'estinzione al giorno del pagamento effettivo.

Continua la lettura
44

Calcolo dei dietimi

Dietimi si ricavano semplicemente moltiplicando il debito residuo per il numero di giorni e per il tasso giornaliero, che è pari al tasso annuo diviso 365. Anche in questo caso, un esempio ci farà comprendere al meglio la situazione. Se dobbiamo estinguere un mutuo il 13 marzo, ed al 31 gennaio vantava un debito residuo di 36.000 €, in corso al tasso del 5% e con una penale di estinzione convenuta nell'1%, i conteggi saranno i seguenti: 35.000 Euro (debito residuo) + 250 € (penale di estinzione 1%) + 80,55 € (dietimi giornalieri ottenuti moltiplicando 35.000 x 24 giorni x tasso giornaliero dello 0,0137%) più le spese amministrative per la redazione dei conteggi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

10 consigli per la scelta del mutuo

La sottoscrizione di un mutuo per l'acquisto di un immobile, rappresenta un impegno importante da mantenere nell'arco di un relativamente lungo numero di anni. Quasi sempre si tratta di una scelta obbligata, in quanto gli importi necessari all'acquisto...
Case e Mutui

Come rimborsare la quota capitale del mutuo

Oggigiorno si ricorre sempre più spesso a stipulare un mutuo per realizzare i nostri sogni, come quello di comprare una casa. Naturalmente bisogna informarsi bene su tutte le indicazioni e le procedure da seguire. In particolare bisogna poi rimborsare...
Case e Mutui

Come sostituire un mutuo

Il mutuo costituisce un ottimo sistema per poter acquistare beni immobili che avendo un valore elevato, in rapporto al contante che si ha a disposizione, ci consentono, nel tempo, di rateizzare l'acquisto. Nella scelta di un mutuo, saranno presi in considerazione...
Banche e Conti Correnti

Credito al consumo: come chiedere l'estinzione anticipata

Al giorno d'oggi, dati i tempi di crisi, i prestiti sono all'ordine del giorno. Un prestito permette a delle famiglie in difficoltà di realizzare alcuni progetti di vita, usufruendo di soldi prestati dalle banche.Ovviamente un prestito, detto anche credito...
Case e Mutui

Come accendere un mutuo

Per acquistare casa o più in generale un immobile, si sarà costretti solitamente a ricorrere ad un prestito, o più in particolare ad un mutuo, visti i costi piuttosto considerevoli del settore immobiliare. Negli ultimi anni, anche a causa della crisi...
Case e Mutui

Surroga del mutuo: cos’è, vantaggi e svantaggi

Ricorrere ad un finanziamento per ottenere liquidità, al fine di fare acquisti importanti od affrontare una ristrutturazione di immobili, rappresenta uno degli strumenti più utilizzati dagli italiani. La sottoscrizione di un impegno contrattuale di...
Case e Mutui

Come pagare in anticipo un mutuo ipotecario

Qualora tu abbia acceso un mutuo con la banca, tieni presente che hai la possibilità di estinguerlo prima della scadenza, facendo in modo di ridurre notevolmente l'ammontare degli interessi dovuti. Questa operazione viene effettuata dal debitore, o perché...
Finanza Personale

Come estinguere un prestito Findomestic

L'estinzione di un prestito consiste nel pagamento, in una unica soluzione, di tutta la somma dovuta. Come tutte le banche e le società finanziarie, anche Findomestic dà la possibilità ai suoi clienti di estinguere anticipatamente il prestito personale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.