Motivi per impugnare un licenziamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I motivi per i quali è possibile impugnare un licenziamento sono diversi. Ogni caso va valutato nei dettagli, esaminando l'esatta responsabilità del datore. Tuttavia ci sono alcuni motivi validi per legge che permettono di impugnare un licenziamento. In questa guida vi spiego quali sono questi motivi e cosa stabiliscono le norme contrattuali.

26

Licenziamento ingiurioso

In caso di licenziamento ingiuroso e lesivo della dignità e dell'onore, esso può essere impugnato. In questo caso il lavoro non può più venire interrotto. Data l'illegittimità del licenziamento, che ha effetti retroattivi e comporta anche la non interruzione del rapporto previdenziale, il datore di lavoro è obbligato a versare tutti i contributi.

36

Licenziamento in malattia

Il licenziamento durante malattia, è impugnabile poiché esso è inefficace fino alla guarigione. L'unica eccezione è presente in caso che la ditta cessi la sua attività in via definitiva. Il licenziamento è vietato fino a quando la malattia non sia cessata completamente. L'indennità riconosciuta nel caso di licenziamento illegittimo, come quello compiuto durante la malattia, è tra un minimo di dodici e un massimo di ventiquattro mensilità della retribuzione di fatto recepita.

Continua la lettura
46

Licenziamento per limiti di età

Il licenziamento per limiti di età è impugnabile tranne nel caso che il lavoratore volontariamente non abbia esercitato il diritto di opzione a termini di legge. In questo caso il lavoratore ha pieno diritto di esercitare senza avere alcuno onere di dichiarare la sua decisione.

56

Licenziamento discriminatorio

Il licenziamento discriminatorio è dovuto ad un motivo illecito determinante soprattutto quando è intimato senza previa contestazione di addebito parecchi mesi dopo l'inizio del rapporto. Questo concetto è suscettibile di interpretazione estensiva, per cui anche il licenziamento per ritorsione o rappresaglia rientra tra i casi contemplati dalla legge ed è per questo motivo assolutamente impugnabile. Se siete iscritti ad un sindacato, il licenziamento può essere interrotto anche senza il conferimento di una procura specifica.

66

Licenziamento per ritorsione

Il licenziamento intimato per giustificato motivo quando viene adottato come ritorsione deve essere impugnato dopo avere desunto una valutazione presuntiva. In caso di un motivo illecito determinante, si applica il regime della tutela reale. Se il lavoratore entro sessanta giorni non impugna l'ingiusto licenziamento, il termine può venire protratto per un tempo massimo di cinque anni poiché rientra nel danno causato da responsabilità extracontrattuale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Le regole sul licenziamento introdotte con il Jobs Act

Con il Jobs Act, il governo Renzi ha messo a punto una profonda riforma dei contratti di lavoro per favorire un rilancio dell’occupazione. Il Jobs Act non modifica i diritti acquisiti, cioè quelli dei lavoratori già assunti a tempo indeterminato,...
Lavoro e Carriera

Contratto a tempo indeterminato: cause di licenziamento

Uno dei problemi italiani odierni è quello del contratto a tempo indeterminato. Avere un contratto a tempo indeterminato significa avere un termine, un limite per poi cessare e chiudere il contratto. Nel contratto però non sarà presente un limite determinato...
Lavoro e Carriera

Conseguenze sanzionatorie del licenziamento individuale illegittimo

Il licenziamento singolo, può far incorrere il datore di lavoro in alcune particolari sanzioni, se ciò avviene in modo illegittimo e senza una giusta causa. In questa guida, vediamo nel dettaglio quali sono le conseguenze sanzionatorie del licenziamento...
Lavoro e Carriera

Licenziamento senza preavviso

I Contratti Collettivi Nazionali di categoria (Ccnl) definiscono, per ogni livello di inquadramento, un periodo di preavviso, variabile anche in base all'anzianità di servizio, che sia datore di lavoro che dipendente devono osservare prima di recedere...
Lavoro e Carriera

Licenziamento: differenze tra giusta causa e giustificato motivo

Il lavoro è un diritto di tutti gli uomini. Con la grande crisi economica e lavorativa che tutto il mondo sta attraversando, trovare un impiego stabile che fornisca una retribuzione dignitosa sembra ormai essere un miraggio. Per saperne di più su tale...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'Indennità per licenziamento illegittimo

Il licenziamento di un dipendente è da sempre alla base nel mercato del lavoro. Che sia giusto o sbagliato, a volte può essere necessario, altre volte ingiustificato. Una branca particolare della materia è quella che riguarda quello "illegittimo" ovvero...
Richieste e Moduli

Come opporsi al licenziamento illegittimo

Dopo la crisi economica del 2008 sempre più aziende hanno dovuto subire una forte diminuzione dei loro affari, e nei casi più gravi finiscono per fallire tragicamente. Infatti molti persone finiscono in questi casi a perdere il proprio senza aver nessuna...
Lavoro e Carriera

Come essere tutelati da un licenziamento

La fonte fondamentale per il mantenimento di una famiglia è il lavoro. Coloro che sono supervisionati da un datore di lavoro sono soggetti ad un possibile licenziamento. Infatti, in Italia la percentuale di disoccupati è in aumento, ma non preoccupatevi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.