Lavoro: L'etiquette del capo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Creare un buon clima in fabbrica o in ufficio può regalare notevoli vantaggi sia all'azienda che ai dipendenti stessi, che potranno svolgere i loro impegni con un minore carico di stress. Il ruolo del capo, o di chi comunque ha l'impegno di gestire il personale, è anche quello di instaurare un rapporto sereno con i suoi sottoposti e favorire un clima disteso, al fine di poter garantire un ambiente di lavoro gradevole. Anche per questo è necessario che il responsabile adotti l'etiquette che possa risultare di impatto positivo sia con i lavoratori che con la clientela e i diretti superiori. Ecco una guida su Lavoro: L'etiquette del capo.

27

Un ruolo difficile

Quello del capo è sicuramente un ruolo difficile, ove occorre riuscire a mantenere l'autorità senza essere dispotici verso i dipendenti e collaborativi, ma non servili nei confronti degli eventuali superiori cui si deve rendere conto. Avendo qualche piccola accortezza sarà più facile gestire persone e compiti, limitando al massimo la mole di stress che inevitabilmente si accumula.

37

Un bravo leader

Va anzitutto precisato che, sul lavoro, quella del capo deve essere una figura rispettata ma non temuta. È importante mostrare sempre cordialità nei confronti dei dipendenti, ricordando che non esistono lavoratori di serie A e di serie B. Un bravo leader, quando entra in azienda, saluta gli altri e cerca di avere immediatamente il colpo d'occhio della situazione. Un dipendente assente o uno che mostra atteggiamenti diversi dal solito possono essere un segnale di allarme.

Continua la lettura
47

I disagi

Fare attenzione agli eventuali disagi dei lavoratori e se necessario parlare loro in privato della cosa, farà accrescere la loro stima e la loro fiducia nei nostri confronti. Se dovesse capitare un dipendente che, ad esempio, inizia a presentarsi in ritardo o mostra un drastico calo della produttività, è sempre consigliabile parlargli e chiederne le motivazioni, prima di ricorrere a sanzioni o richiami.

57

Il compito principale

Molto spesso un capo ha anche il compito di rapportarsi con i superiori, cui dovrà rendere conto dell'operato suo e dei suoi sottoposti. Anche qui è importante essere chiari il più possibile per evitare fraintendimenti. Con un superiore occorrerà adottare qualche formalismo in più e presentarsi in veste più ufficiale, magari portando con sè una relazione scritta, che potrà essere stilata periodicamente al fine di rendere conto al meglio del proprio operato.

67

Il ruolo

Il ruolo del capo è quello più difficile, se lo si vuole ricoprire nel modo corretto. Riuscire a bilanciare le responsabilità, gli impegni e una buona relazione con i propri sottoposti da un lato e con i superiori dall'altro è complicato e richiede una buona dose di empatia e, allo stesso tempo, di razionalità. Adottando poche e semplici regole, però, sarà possibile godere della stima di tutti e agevolare l'instaurarsi di un clima sereno sul luogo di lavoro.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggere bene la guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Procedere alla nomina di un preposto

Nella gran parte dei casi, all'interno di aziende di tipo edile, il datore di lavoro non ha la possibilità di vigilare costantemente ed adeguatamente tutte le attività del cantiere, come l'operato e le attività dei propri dipendenti. In casi di questo...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello QUIR per la richiesta del TFR in busta paga

Il 3 aprile 2015, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, sono entrate in vigore le disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri DPCM n° 29/2015 che trattano della possibilità, per i lavoratori dipendenti del settore privato,...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Le Spese Per Salari E Stipendi

Una delle categorie di scritture contabili che produce, sicuramente, delle maggiori problematiche è quella riguardante le modalità per la contabilizzazione degli emolumenti da corrispondere ai lavoratori dipendenti. La finalità di questa semplice ed...
Aziende e Imprese

10 accorgimenti per migliorare la sicurezza sul lavoro

Ogni anno, più di 2 milioni di lavoratori sono vittime di incidenti fatali che avvengono sul posto di lavoro; 153 sono invece le persone che ogni 15 secondi finiscono per farsi male in modo più o meno serio, all'interno del proprio contesto lavorativo....
Aziende e Imprese

Strategie per aumentare la produttività aziendale

Nel mondo degli affari, il successo si basa quasi esclusivamente sui concetti di versatilità e dinamismo. Per riuscire ad ottenere dei grandi riconoscimenti in questo campo, infatti, è assolutamente necessario sapersi adattare alle correnti del momento...
Richieste e Moduli

Come versare il TFR all'Inps

Abbiamo bisogno di effettuare un versamento TFR all'INPS e vogliamo alcuni chiarimenti sulla procedura che bisogna adottare e le regola da tenere in considerazione? Se la risposta a questa domanda è si allora questa guida fa proprio al caso nostro. Nei...
Lavoro e Carriera

Come comportarsi al lavoro

Il posto di lavoro è il luogo dove si passa buona parte della giornata. In questo articolo vi spiegheremo oggi come comportarsi al lavoro. Qui oltre a competenza e professionalità, assume un valore importante anche il comportamento che il lavoratore...
Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro intermittente o a chiamata: come funziona

Alcune aziende ed enti privati si avvalgono di lavoratori con contratto di lavoro intermittente o a chiamata in occasione di eventi speciali. A volte, in determinate occasioni e orari, quando l'attività ha bisogno di personale in più, si rivolge ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.