I rapporti di lavoro subordinato speciali

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I rapporti di lavoro subordinato speciali si caratterizzano per particolari peculiarità che li contraddistinguono dai tradizionali rapporti di lavoro subordinato a tempo pieno ed indeterminato. Se ti stai chiedendo come funzioni una tale tipologia contrattuale, questa è la guida che fa per te! In modo semplice e veloce, infatti, ti illustrerò i caratteri distintivi di tali rapporti di lavoro.

26

Possiamo classificare i rapporti di lavoro speciali in due grandi categorie: I rapporti speciali in ragione dell'oggetto ed i rapporti speciali temporanei. Nella prima categoria rientrano varie tipologie contrattuali: il lavoro a domicilio che si caratterizza per essere esercitato direttamente nel domicilio del lavoratore senza sottostare ad un orario prestabilito di lavoro, inoltre la retribuzione si determina in base alle tariffe di cottimo; il telelavoro, un'attività di lavoro svolta fuori dai locali dell'azienda con l'uso di un apparecchiatura telematica e avvalendosi di una "postazione di lavoro", la retribuzione può essere sia a tempo che a cottimo; il lavoro domestico, quello prestato per il funzionamento della vita familiare e prevede una retribuzione in denaro o natura; il contratto di portierato, che consiste nella pulizia e vigilanza degli edifici; il lavoro sportivo, quello degli atleti professionisti regolarmente iscritti all'albo; il lavoro dei detenuti, che non ha carattere afflittivo e deve essere remunerato; il lavoro nautico, che presenta peculiari caratteristiche in ragione dei pubblici interessi coinvolti.

36

Passiamo ai rapporti speciali temporanei, che comprendono: il contratto a tempo determinato, in cui viene stabilita la durata massima del rapporto, è suscettibile di rinnovo ma non può superare complessivamente i 36 mesi; la somministrazione di mano d'opera, che si caratterizza per essere formato da due tipologie contrattuali combinate: il contratto tra somministratore e lavoratore ed il contratto tra somministratore ed utilizzatore; i contratti con finalità formative, tra questi il più noto è l'apprendistato: quest'ultimo ha la sua peculiarità nel fatto che l'apprendista accetta delle condizioni di lavoro inferiori rispetto agli altri lavoratori in cambio di una formazione specializzata che gli garantisca l'accesso nel mondo del lavoro.

Continua la lettura
46

Meritano di essere ricordati, infine, anche i rapporti di lavoro flessibili: il contratto a tempo parziale, la cui caratteristica è la riduzione dell'orario di lavoro; il contratto di lavoro intermittente che si caratterizza per essere svolto con prestazioni di carattere discontinuo; il lavoro ripartito nel quale due lavoratori si "dividono" una determinata obbligazione lavorativa; il contratto di inserimento che è diretto a realizzare l'inserimento o il reinserimento di particolari soggetti nell'ambiente lavorativo mediante un progetto modellato sulle competenze professionali dello stesso.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Guida ai contratti di lavoro

Sulla base della normativa attualmente in vigore, il "contratto di lavoro" è un negozio giuridico consistente nella stipulazione di un accordo di lavoro, sottoscritto da una persona fisica, giuridica o un ente che rappresenta la parte del datore di lavoro...
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Aziende e Imprese

Come funziona la retribuzione nel contratto a chiamata

Nell'ambito dei contratti di lavoro di tipo occasionale, esiste il "contratto a chiamata". Denominato anche "contratto a intermittenza" oppure "job on call". Si tratta di un tipo di contratto di lavoro di introduzione piuttosto recente. Si disciplina...
Lavoro e Carriera

Lavoro in cooperativa: come funziona

Sulla base dei dati presentati dal ministero delle attività produttive, nel nostro Paese esistono circa 8.000 compagnie per il lavoro. La maggior parte di queste eroga servizi di assistenza socio-sanitari ed educativi. Altre, inseriscono o reinseriscono...
Finanza Personale

Azioni a favore dei prestatori di lavoro: 5 cose da sapere

Il lavoro dipendente o lavoro subordinato è strettamente connesso a due figure: il prestatore di lavoro o dipendente e il datore di lavoro. Il dipendente cede il proprio lavoro al datore in cambio di un salario, settimanale o mensile come previsto per...
Richieste e Moduli

Cos'è e a chi spetta la mini Aspi

La "mini ASPI" è una prestazione a domanda riguardante una retribuzione a favore di quei lavoratori che hanno involontariamente perso il lavoro, o che non rientrano nelle categorie di lavoratori agricoli o dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche...
Lavoro e Carriera

Contratti di lavoro: differenze tra categoria, qualifica e mansione

In Italia ogni rapporto tra datore di lavoro e dipendente è regolato da un contratto. Indipendentemente dalla forma che ha questo contratto (a tempo determinato o indeterminato), al suo interno si trova sempre una classificazione del lavoratore. Dare...
Aziende e Imprese

Lavoro: come pagare le piccole collaborazioni con i voucher

Con la legge 92/2012, il Governo ha voluto riformare il mercato del lavoro, modificando la regolamentazione delle prestazione del lavoro occasionale. Con questa riforma ha inoltre confermato all'INPS il ruolo di concessionario del servizio stesso. Oggi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.