Hong Kong: come trovare lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'intero Pianeta sta attraversando, ormai da quasi dieci anni, una delle peggiori crisi della sua storia. Questa crisiha ormai colpito tutti e cinque i continenti ed il numero di giovani costretti ad emigrare in paesi lontanissimi pur di avere la possibilità di intraprendere una carriera lavorativa, duratura e remunerativa, è in continuo aumento. Ecco quindi come è nata tra i ragazzi la consapevolezza di dover cominciare a considerare la prospettiva di espatriare verso oriente, pur di trovare un posto di lavoro. È in quella zona del mondo, infatti, che si trovano attualmente le economie che vivono il maggiore stato di sviluppo e una delle nazioni più floride in questo senso è Hong Kong. Vediamo quindi insieme come si può trovare lavoro in questo minuscolo, affascinante Stato.

24

La moneta locale ed il regime fiscale

Sia per il fatto che la moneta locale è abbastanza forte e stabile, sia perché il regime fiscale è fra i più invidiati al mondo, ad Hong Kong il settore bancario e tutto l'indotto derivante da esso è sempre molto attivo, con richieste di nuovo personale continue. Essendo stato un protettorato inglese per lungo tempo (fino al primo luglio 1997), Hong Kong tuttora non richiede alcun tipo di visto o alcun permesso di soggiorno ai cittadini dell'Unione Europea per i primi tre mesi di permanenza sul suo suolo: questo è sicuramente un altro incentivo molto interessante all'emigrazione in questa direzione del mondo.

34

L'ufficio dell'immigrazione

Una volta trovato lavoro, però, occorrerà regolarizzare quanto prima la propria posizione presso i locali Uffici dell'immigrazione. Per chi fosse interessato inoltre a prepararsi su Hong Kong con il debito anticipo, può già ricercare in rete ogni tipo di informazione utile per quanto riguarda il lavoro, i sindacati, l'immigrazione e la contrattualistica sul sito ufficiale del Governo, raggiungibile a questa pagina. Alcune utili esperienze di vita vissuta (ed i relativi, importantissimi consigli) di nostri connazionali in questa terra, possono essere colte sul portale Italiani in Cina / Hong Kong.

Continua la lettura
44

Densità della popolazione

Infine nonostante sia uno degli Stati più piccoli del mondo (la sua superficie misura solamente un migliaio di chilometri quadrati), Hong Kong ha una densità di popolazione fra le più elevate a livello planetario, in questa particolare classifica è seconda solamente solamente a Singapore. Il suo territorio conta infatti oltre sette milioni di residenti. Da questo dato già possiamo intuire quanto sia vivace la situazione economica e lavorativa da queste parti; in particolare è il settore terziario (cioè quello dei servizi) a fare la parte del leone. Analizzando nello specifico l'economia hongkonghese, si può notare come sia molto fertile il territorio del commercio import ed export ma, più di ogni altro, quello relativo al settore bancario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come acquistare abiti su misura dall'Asia

L'Asia è famosa per la sua sartoria di altissimo livello. Nel corso dei millenni è stata tramandata la tradizione sartoriale, per realizzare abiti di ogni tipologia. Dagli abiti"classici" della tradizione Vietnamita, Cinese o Giapponese, sino agli abiti...
Lavoro e Carriera

Lavoro: i Paesi più ricchi del mondo

I problemi economici affliggono la stragrande maggioranza dei Paesi del mondo. Si capisce come, nel giro di pochi anni, ci sia stata una vera e propria rivoluzione che ha portato ad una nuova classifica di quelli che sono i Paesi più ricchi del mondo,...
Finanza Personale

Come aprire un conto bancario in Inghilterra

Una meta molto gettonata fra i laureati e non è senza dubbio l'Inghilterra. Il tasso di immigrazione in Inghilterra è molto alto, ogni anno da tutto il mondo sono moltissime le persone che approdano su quest'isola in cerca di fortuna. La maggior parte...
Case e Mutui

Come richiedere una casa popolare

L'ammissibilità per le case popolari dipende dal proprio stato di cittadinanza o di immigrazione qualora si è vissuti di recente all'estero. Nazionalità e status di immigrazione influiscono sulla eleggibilità per le case popolari. Di solito possono...
Lavoro e Carriera

Guida al lavoro frontaliero in Svizzera

I frontalieri sono stranieri domiciliati nella zona di frontiera straniera che esercitano un'attività lucrativa entro la zona di frontiera svizzera. I Paesi che fanno parte dell'UE/AELS sono: Francia, Germania, Austria, Spagna, Portogallo, Regno Unito,...
Lavoro e Carriera

Messico: come cercare lavoro

Da quando ci è subentrata la grave crisi economico/finanziaria mondiale colpendo anche l'Italia facendo perdere in produzione e posti di lavoro, la gente che espatria si è multiplicata. Oltre gli studenti in erasmus, o persone che prendono "l'anno sabbatico"...
Lavoro e Carriera

Danimarca: come cercare lavoro

In periodi di crisi, sono molti coloro che desiderano avventurarsi all'estero per cercare un lavoro. In Europa, una delle mete più ambite è la Danimarca, considerata da molti il paese migliore dove vivere, ma soprattutto dove lavorare. Questa guida...
Lavoro e Carriera

Serbia: come cercare lavoro

La Serbia, o più precisamente Repubblica di Serbia, è uno stato indipendente del sud-est europeo. Grazie alla conformazione del suo territorio è particolarmente sviluppato il settore dell'agricoltura, seguito da quello del turismo e soprattutto dal...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.