HACCP: come mettersi in regola

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Probabilmente quasi ogni lettore di questa guida avrà sentito almeno una volta quest'acronimo: HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Point), ovvero Analisi dei controlli e Controllo dei punti punti: si tratta di sistema di auto-controllo, stabilito dal decreto legislativo 155-97 nel 2000, che riguarda i prodotti alimentari. L'obbiettivo di questo sistema è quello di controllare sempre l'igiene e lo stato degli alimenti (argomento molto delicato soprattutto in questo periodo), partendo dal processo di lavorazione, fino alla vendita e il successivo acquisto del consumatore. Nel gennaio 2006, il Parlamento Europeo ha emanato nuove regole riguardo il controllo sull'igiene dei prodotti, infatti, esso si è ulteriormente intensificato, date le molte lamentele sull'igiene degli alimenti da parte dei consumatori. In questa guida, vi spiegherò come fare a mettersi in regola con l'HACCP in pochi semplici passi. Iniziamo!

27

Occorrente

  • Documentazione
  • Piano di Autocontrollo Aziendale
37

Corsi di HACCP.

Presso tutte le ASL, ci sono dei corsi appositi di HACCP che durano non più di qualche ora, ma è comunque preferibile informarsi presso gli uffici sanitari locali, in modo da essere sicuri che essi siano validi. È fondamentale che le varie aziende regolarizzino la loro posizione, in cui vengono trattati o conservati alimenti. Infatti, il decreto precedentemente accennato, descrive come "industria alimentare": tutti i soggetti pubblici o privati che si occupano di preparare, trasformare, fabbricare e manipolare qualunque tipo di prodotto alimentare.

47

Rilevare le fasi problematiche.

Non sono comprese soltanto le operazioni inerenti la raccolta dei prodotti, la macellazione e la mungitura. È compito di ogni responsabile di un'industria alimentare, oltre alle operazioni precedentemente accennate, di controllare periodicamente ogni fase di lavorazione che potrebbe portare problemi all'igiene degli alimenti: l'igiene viene prima di ogni cosa, anche dell'efficienza e dell'organizzazione del lavoro. Per risultare in regola, deve essere essere realizzata e conservata una precisa documentazione.

Continua la lettura
57

Piano di Autocontrollo Aziendale.

Un altro passaggio fondamentale è quello di produrre il Piano di Autocontrollo Aziendale: tale manuale deve essere compilato ogni giorno da chi ne ha l'incarico ed esso deve essere realizzato successivamente ad un attento esame delle lavorazioni eseguite sui prodotti alimentari dell'azienda, indicando ogni fase che può portare anche solo un minimo problema riguardo la condizione dei prodotti ed aggiungendo, volta per volta, tutti i controlli fatti periodicamente. Occorre osservare attentamente le normative in vigore, comprese le prescrizioni fornite dell'ASL. Seguendo queste poche e semplici mosse, riuscirete in pochissimo tempo a mettervi in regola con l'HACCP per poter essere finalmente tranquilli sul lavoro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come avviare un'azienda agricola

La legge italiana fornisce la definizione di imprenditore agricolo nell'art. 2135 del Codice Civile. Rientrano in questa categoria coloro che svolgono attività di coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse. Le attività...
Aziende e Imprese

Come aprire un pastificio

L'imprenditoria artigianale è una caratteristica tipica del nostro Paese e forma i pilastri su cui poggia gran parte dell'economia italiana. Botteghe di dolciumi e sartorie ricalcano l'antico amore per le cose fatte in casa, ma aprire un'impresa, come...
Aziende e Imprese

Come gestire una sala festa

Una festa è sempre un buon motivo per incontrarsi con parenti e amici per trascorrere dei momenti in compagnia. In questa occasione possiamo divertirci e stare insieme mangiando, bevendo e chiacchierando. La cosa importante è avere una sala festa adeguata...
Aziende e Imprese

Come implementare un sistema di gestione

Nel complesso, la gestione di un’azienda risulta un’attività molto complessa in quanto ci si deve mantenere costantemente aggiornati sui molteplici cambiamenti normativi garantendone il pieno rispetto. Oggi esistono molti “strumenti” per garantire...
Aziende e Imprese

Come aprire una birreria

Le birrerie sono i principali luoghi di intrattenimento dei giovani e dei meno giovani, infatti la birra piace a tutti a prescindere dall'età. Alla birra si accompagna benissimo il finger food e soprattutto i panini farciti e gli hamburger, vera delizia...
Aziende e Imprese

Come aprire una pizzeria a Malaga

Se siete amanti del sole, e del clima spagnolo e in più la pizza è la vostra passione e volete fare un investimento lavorativo per il vostro futuro, potete tenere presente e considerare come miglior scelta di aprire una pizzeria in Spagna. Il periodo...
Aziende e Imprese

Come aprire una friggitoria

Se desiderate aprire un'attività nell'ambito della ristorazione, sappiate che una friggitoria potrebbe essere un buon compromesso tra i costi necessari per iniziare l'attività e l'impegno lavorativo. Trattandosi di un locale che ha come fine quello...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di pasta fresca

Il periodo di crisi economica sembra il momento forse meno opportuno per avviare una propria attività personale, e in un mercato saturo come quello della pasta potrebbe pure sembrare ai limiti della convenienza aprire un negozio che punti proprio a questo:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.