Forex: i migliori indicatori per il trading intraday

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Il Foreign exchange market, più comunemente conosciuto come Forex, non è altro che lo scambio di una valuta con un'altra differente. Questo particolare mercato, nasce quando nel lontano 1971 si iniziarono a notare delle fluttuazioni dei vari tassi di cambio. In questo modo effettuando scambi quando una valuta ha un valore basso e ricambiando quando il valore di questa sale, si può incrementare il proprio patrimonio investito. Tuttavia queste operazioni che all'apparenza posso sembrare molto semplici, in realtà sono molto complesse, perché bisogna essere in grado di leggere i vari indici e di capire quando è il momento di effettuare uno scambio. Queste operazione inoltre sono molto rischiose, poiché con una operazione errata potremmo in pochissimi secondi perdere gran parte del nostro capitale investito. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo quali sono i migliori indicatori per il trading intraday con forex.

25

Tra i migliori indicatori per il trading intraday Forex, ci sono le medie mobili. Sono certamente quelli più usati dai trader perché permettono di ottenere analisi molto semplici sia da leggere che interpretare. Se pur così semplici, sono indicatori davvero potenti, costituiti dal meccanismo della media matematica, e fanno avere riscontri immediati delle tendenze e dei trend del momento, spostandosi in forma lineare dinamica e variabile.

35

Un altro ottimo indicatore è l'ADX, che si usa per l'analisi tecnica e per conferire una misura alla forza del trend. La sigla significa Average Directional Index e definisce un oscillatore con misura variabile compresa tra i numeri 0 e 100. L'ADX si utilizza inoltre per identificare il carattere del mercato cioè se questo sia in trading range.

Continua la lettura
45

Segue il MACD, che si ricollega alle medie mobili precedentemente citate perché utilizza la differenza esponenziale di queste, che viene chiamata signal line. È un oscillatore a livelli, che non conta limiti e può fornire segnali operativi in termini di taglio, attraversamento o divergenza. Serve per capire quanto sia forte la tendenza di mercato nel momento attuale.

55

Lo SMI, Stochastic Momentum Index, è invece preparatorio a prezzi più alti all'interno di una zona neutrale. È utile per capire quando inserire dei trailing stop stringenti e per comprendere come regolare il money management. Abbiamo infine l'indicatore AROON, composto da un'analisi di tipologia matematica che lo rende applicabile in fase di trend o di inversione di questo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Le 10 regole d'oro del forex trading online

Il forex trading online è il più grande mercato mondiale dove freneticamente avvengono all'istante migliaia di scambi sulle valute internazionali. La parola forex infatti è la fusione di due elementi: "foreign" che significa straniero e "exchange"...
Finanza Personale

Come Individuare Una Strategia Nel Forex Trading

Operare nel mercato del Forex (quindi delle valute) senza una precisa strategia può risultare pericoloso per il proprio portafoglio, in pochi secondi un semplice investimento che sembrava andare alla grande, capovolge il proprio andamento, e lo scenario...
Finanza Personale

Come imparare a guadagnare con il forex trading

Il Forex è un mercato creato nel 1971 in cui la “merce di scambio” è la valuta: inizialmente era riservato solamente ai grandi gruppi bancari, ma con l’avvento di Internet e quindi della possibilità di operare “liberamente” on-line, il mercato...
Finanza Personale

Come passare da principianti a esperti nel Forex Trading

Quando si parla di Forex Trading, solitamente, ci si riferisce al fatto di effettuare speculazioni all'interno del mercato, ossia "luogo" di contrattazione di beni e servizi, dei cambi e delle valute estere. Nella guida che segue, a tal proposito, impareremo...
Finanza Personale

Forex: cos'è e come funziona

Durante questo momento di grande crisi economica, molte persone cercano di guadagnare qualche soldo in più. Numerosi sono coloro che promettono denaro facile, senza poi mantenere le promesse. Altri sono invece più seri e consentono di avere un extra-guadagno....
Finanza Personale

Cos'è il forex trading

Investire in borsa è sempre rischioso e bisogna avere le giuste competenze per riuscire a far fruttare i propri risparmi, ma se prima dell'avvento di Internet investire in borsa era un lusso di pochi, oggi è diventato facilissimo e aperto ad un numero...
Lavoro e Carriera

Le 3 tecniche migliori per guadagnare con il Forex

Fare operazioni di trading sul Forex è sì da una parte molto rischioso, ma dall'altra offre possibilità di guadagno davvero notevoli, sempre a patto che si conoscano le tecniche giuste. Di queste ne esistono a decine, ma come ovvio che sia, è sempre...
Finanza Personale

Come iniziare ad investire online nel Forex

Siete alla ricerca di un metodo per investire qualche soldo, cercando di trarne qualche profitto? Allora questa guida fa per voi! Nei successivi passi, vi spiegheremo come iniziare ad investire online con FOREX. Per "FOREX" si intende "FOReign" "EXchange",...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.