Fondo di solidarietà: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I fondi di solidarietà sono una categoria di pagamenti dedicati ai lavoratori di piccole aziende, che non beneficiano della cosiddetta Cig, ovvero la cassa integrazione guadagni. Infatti, al giorno d'oggi, una società deve possedere almeno 50 dipendenti prima di poter istituire la Cig. Dato che questa forma di guadagno è giunta al termine, il governo ha deciso di introdurre i fondi di solidarietà, dedicati alle imprese con più di 15 dipendenti ed obbligatori per tutti. Questi fondi avranno lo stesso ruolo della Cig, ossia fornire un guadagno a quei lavoratori che sono costretti a trascorrere un periodo di disoccupazione, per via di problemi finanziari di una società. Ma vediamo quali sono le 5 cose da sapere su questa nuova riforma.

26

Requisiti lavorativi

Se volete accedere ai fondi di solidarietà, dovrà esserci una qualsiasi forma di disoccupazione, da parte del lavoratore, che sia totale o parziale, in cui gli orari di lavoro sono stati modificati previo accordo tra le parti in causa. Non c'è un periodo minimo di disoccupazione. L'importante è che la situazione si conservi al momento della presentazione della domanda per richiedere i fondi di solidarietà. È possibile fare la richiesta anche se si è portatori di handicap.

36

Condizioni per il mutuo

I fondi di solidarietà possono essere utilizzati anche per il mutuo sulla prima casa. Prima, però, bisogna verificare alcuni parametri fondamentali. Innanzitutto, occorre verificare che il proprio reddito ISEE non superi i 30.000€ e che l'immobile non abbia un valore superiore ai 250.000€. Nel caso di un mutuo cointestato, è necessario che almeno uno dei proprietari possegga le condizioni appena elencate. Inoltre, non bisogna avere un ritardo di oltre 90 giorni con il pagamento delle rate del mutuo.

Continua la lettura
46

Documenti necessari

Per poter presentare la richiesta dei fondi di proprietà, bisognerà munirsi di: documento di identità, dichiarazione ISEE, lettera di licenziamento o di cessione dell'attività lavorativa e certificato ASL che attesti la presenza di un'eventuale handicap fisico o mentale. Una volta preparato tutto l'occorrente, bisognerà recarsi alla banca in cui è attualmente attivo il mutuo e presentare la domanda.

56

Gestione dei fondi

Nelle aziende non coperte dalla cassa integrazione, sono presenti degli enti bilaterali, costituiti da associazioni sindacali e rappresentanti che lavorano a stretto contatto con l'azienda. Si occupano, inoltre, del sostegno della disoccupazione dei singoli dipendenti. Con l'introduzione dei fondi di solidarietà, si avrà nuovamente supporto da tali organizzazioni, oltre che dall'INPS per quanto riguarda la gestione dei fondi.

66

Valore dei fondi

I fondi di solidarietà, qualora si rispettino tutti i requisiti, verranno erogati sotto forma di assegno ordinario bancario. Le aliquote per i datori di lavoro sono le seguenti: 0,45% per società dai 5 ai 15 dipendenti e 0,65% per aziende con più di 15 dipendenti. In aggiunta, la riduzione dell'orario di lavoro, per quanto riguarda i dipendenti, non deve superare il 70%.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Sospensione del mutuo: requisiti e modalità

Coloro che hanno contratto un mutuo e, per svariate ragioni, si trovano nella necessità di sospendere il pagamento della rata, possono trovare conforto nel fatto che sia per il 2014 che per il 2015 le coperture al Fondo di Solidarietà sono state rifinanziate....
Aziende e Imprese

Associazione no profit: consigli sulla gestione

Un'associazione no profit è un'attività priva di scopo di lucro, in quanto il motivo d'esistere di tale associazione non ha come obiettivo il guadagno economico, ma la solidarietà da porre al servizio della propria comunità. Di seguito sono riportati...
Case e Mutui

Come sospendere le rate del mutuo

Il mutuo, contratto tramite il quale il mutuante consegna una somma di denaro alla parte mutuataria, è la pratica più diffusa per la compravendita di beni immobiliari. Contrarre un mutuo per l’acquisto di un immobile è molto oneroso, specie al giorno...
Case e Mutui

Come sospendere il pagamento del mutuo per 18 mesi

Il problema della crisi e di non riuscire ad arrivare a fine mese è senza dubbio purtroppo il tema più ricorrente oggi fra gli italiani. Non tutti però sanno che nel 2010 un accordo fra il governo e l'ABI (Associazione Bancaria Italiana) ha reso possibile...
Case e Mutui

5 cose da sapere prima di chiedere la sospensione del mutuo

Non sono poche le famiglie residenti in Italia che, dopo aver acceso un mutuo per un periodo di 20 o 30 anni, a causa della crisi si trovano in grande difficoltà nel far fronte alle rate. La perdita di lavoro, soprattutto quando è un solo membro della...
Aziende e Imprese

Come accedere al fondo solidarietà vittime di estorsioni

Per estorsione, conosciuta come racket o pizzo, si intende una forma di criminalità che cerca di ostacolare le opportunità di sviluppo e crescita di una comunità. Questa colpisce famiglie, singole persone e operatori economici, in favore delle quali...
Aziende e Imprese

Come creare un banco alimentare

Prima di spiegare come creare un banco alimentare è giusto spiegare di cosa si tratta e conoscere anche un po' della sua storia. Il banco alimentare è un'iniziativa di solidarietà, la cui storia comincia negli anni '60. Più esattamente negli Stati...
Previdenza e Pensioni

Come funziona la deducibilità in caso di previdenza integrativa

La previdenza integrativa è l'insieme delle forme di integrazione delle pensioni pubbliche con rendite private. Le necessità previdenziali sono soddisfatte con un mix di pubblico-privato in cui lo Stato copre le necessità con un sistema pensionistico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.