Fondi di garanzia: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Prima di entrare nei dettagli, è doveroso spiegare cosa sono i fondi di garanzia. Si tratta di un fondo patrimoniale istituito dallo Stato italiano e gestito da Medio Credito Centrale Spa. Lo scopo dei fondi di garanzia è agevolare l'accesso al credito delle PMI (Piccole e Medie Imprese) che siano in possesso di alcuni requisiti previsti dalla legge 662/96. La copertura offerta è del 80% mentre il restante 20% è garantito dalla banca. Ecco quali sono le 5 cose da sapere a proposito dei fondi di garanzia.

26

Chi può accedervi

Non tutti possono accedere ai fondi di garanzia. I requisiti per ottenerli sono sostanzialmente tre ovvero: gli impiegati non devono superare le 250 unità, il fatturato deve essere inferiore ai 50 milioni di euro e il bilancio non deve andare oltre i 43 milioni di euro. Scendere di molto sotto tali valori non è consigliato perché il fondo deve essere rimborsato e quindi bisogna considerarlo nel bilancio.

36

A chi va presentata la domanda

Per ottenere i fondi di garanzia bisogna presentare domanda ma non direttamente al fondo. L'impresa ha bisogno di un intermediario ovvero una banca e contestualmente deve chiedere che sul finanziamento venga acquisita la garanzia diretta. La banca poi gestirà tutte le operazioni fino ad ottenere il fondo. C'è, però, un'alternativa: l’impresa si può rivolgere a un Confidi che garantisce l’operazione in prima istanza e richiede la controgaranzia al Fondo. C'è da precisare che tutte le banche possono inoltrare domanda ma non tutti i Confidi che invece devono essere accreditati.

Continua la lettura
46

I tempi di risposta

In Italia purtroppo è noto che quando si chiedono soldi bisogna aspettarsi tempi biblici di risposta. Il Mise asserisce che la procedura è veloce ma non si può veramente sapere quanto tempo passerà per ottenere una risposta. Bisogna incrociare le dita e aspettare che arrivi una mail all'indirizzo di posta indicato nella presentazione della domanda.

56

Quando si richiede il fondo

È utile sapere in quali circostanze solitamente si richiedono i fondi di garanzia. In genere le ragioni sono due: o si vuole avere accesso al credito o per avere una garanzia in previsione di un progetto d'investimento. A volte è possibile che ci si trovi in entrambi i casi.

66

Quali operazioni garantisce

Si possono eseguire tutti i tipi di operazioni a medio e lungo termine sia per quanto riguarda la liquidità che gli investimenti. L'importo massimo è di 2,5 milioni di euro e dato che le startup non superano i 5 milioni, è facile capire che il finanziamento è davvero alto. Il fondo copre fino all'80% del finanziamento e il restante 20% è coperto dalla banca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come accedere ai fondi per l'imprenditoria femminile

In Italia vengono previsti dei fondi di finanziamento per alcune classi che vengono considerate svantaggiate, vuoi per posizione geografica, vuoi per caratteristiche di età o sesso. Ad esempio, la categoria delle donne è una di quelle che può usufruire...
Aziende e Imprese

Come accedere ai fondi di sviluppo e finanziamento comunitari, nazionali, regionali

L'Europa, l'Italia e le Regioni scommettono sull'innovazione. In che modo? Attraverso lo stanziamento di fondi a Pmi con un piano operativo dall'impatto sullo sviluppo tecnologico e sull'occupazione. Nemmeno l'ambiente viene escluso da questa manna della...
Finanza Personale

Come tutelare i propri risparmi da un eventuale fallimento della banca

In questi tempi non è così facile trovare un lavoro a tempo indeterminato, con garanzia di pagamento. Anche chi ha la fortuna di averlo, fatica ad arrivare a fine mese e difficilmente riesce ad accumulare soldi. Per non parlare di chi ha terminato il...
Finanza Personale

I vantaggi degli ETF

Per quasi un secolo i tradizionali fondi comuni hanno offerto molti vantaggi per la costruzione di un portafoglio di titoli. I fondi comuni forniscono infatti agli investitori un'ampia diversificazione, una gestione professionale, relativamente a basso...
Aziende e Imprese

Come creare una start up vincente

Negli ultimi tempi il nostro paese ha assistito alla nascita di quasi 2000 start up. Questi nuovo tipo di sta prendendo sempre più piede in ogni settore di ogni mercato. I motivi sono diversi. Tali aziende godono infatti di regimi fiscali agevolati....
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare gli interessi bancari

Le banche in generale, riconoscono due tipi di prestiti bancari. Il primo è il prestito a termine intermedio, che di solito ha una durata che varia da uno a tre anni. È spesso usato per finanziare le esigenze di capitale circolante. Il capitale di funzionamento...
Banche e Conti Correnti

Prestiti per disoccupati

Come tutti sappiamo purtroppo oggi nel nostro paese la disoccupazione è uno dei maggiori problemi, soprattutto quella giovanile. Nel nostro paese ai disoccupati possono essere concessi dei prestiti. L'ottenimento di questi ultimi però non è semplice...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.