Cose da evitare durante un colloquio di lavoro

di Lidia Venturiero tramite: O2O difficoltà: media

Dopo aver scritto un curriculum degno d'interesse e averlo inviato a molte aziende, finalmente una di queste ti ha convocato per un colloquio di lavoro. Questa è la tua occasione d'oro per convincerli che sei tu la persona da assumere. Per avere successo e riuscire a stringere tra le mani un bel contratto è importante evitare alcune cose durante il colloquio. In questa guida vedremo quali cose sono da evitare durante il colloquio.

1 La prima impressione Come si usa dire spesso, a volte la prima impressione è quella che conta. Infatti, possono bastare 30 secondi per farsi un'idea di qualcuno. Qui entra in gioco il look giusto per un colloquio di lavoro. Ad esempio, se sei una donna evita mini in pelle anche se ti stanno favolosamente bene. No deciso anche ad un make up appariscente. Se sei un uomo lascia nell'armadio i jeans strappati che vanno tanto di moda, ma che sono adatti solo per uscire con gli amici. In generale, è bene evitare un look trasandato o eccentrico. Anche quello troppo elegante non va bene, a meno che non sia richiesto da un tipo particolare di azienda.

2 Il tempismo Fondamentale il tempismo: nè in ritardo, nè troppo in anticipo. Se arrivi all'appuntamento per il colloquio mezz'ora prima darai l'impressione di essere una persona ansiosa e insicura, qualità negative a livello professionale. Il ritardo, invece, dimostra mancanza di rispetto e di scarso interesse per il posto di lavoro che stai chiedendo. In entrambi i casi daresti l'impressione di una persona che non sa gestire il suo tempo.

Continua la lettura

3 Dare del tu Assolutamente da evitare di dare del tu al selezionatore (a meno che non ti venga richiesto espressamente).  Anche se è più giovane di te ricorda sempre che potrebbe diventare il tuo capo e, a prescindere dalla sua età, è un tuo superiore a cui devi mostrare rispetto.  Approfondimento Le peggiori gaffe da evitare a un colloquio individuale (clicca qui) Assolutamente da evitare è tenere il cellulare acceso e rispondere a sms o chiamate.  Vietato masticare gomme durante il colloquio, rosicchiarsi le unghie o giocare con i capelli.

4 Scena muta Mai fare scena muta. Quando ti chiedono se hai domande da fare non ti ammutolire. Saranno sufficienti un paio di domande riguardanti i progetti futuri dell'azienda e sul ruolo che andresti a svolgere in caso di assunzione. In questo modo dimostri vero interesse per il lavoro. Da evitare, invece, di chiedere subito quante ferie avrai all'anno, quale sarà il tuo giorno libero, quali orari di lavoro farai e quale lo stipendio. A meno che non ti venga fatta una domanda in modo diretto in merito a questi dettagli. In genere, se il colloquio viene superato brillantemente ne viene fatto un'altro in cui si stabiliscono questi aspetti.

5 Ex capi o colleghi Non lamentarti di ex capi o colleghi. Se li critichi potresti far pensare al selezionatore che sei poco professionale e potresti, in futuro, criticare anche la loro azienda. Infine, resisti alla tentazione di chiedere al termine del colloquio "come sono andato?". Naturalmente è comprensibile che tu voglia conoscerne l'esito, ma non avere fretta. Quindi non mostrarti troppo impaziente e limitati a chiedere gentilmente entro quanto tempo riceverai una risposta per la tua candidatura. Al momento di andare via niente espressione cupa in viso.

Le 5 regole da rispettare durante un colloquio di lavoro Finalmente, dopo tanti curriculum vitae inviati, siete riusciti ad ottenere un ... continua » Come prepararsi per una job interview online In tempi recenti, sempre più spesso, può capitare d'imbattersi in ... continua » Le 10 cose da evitare al colloquio di lavoro Finalmente siamo riusciti ad ottenere un colloquio di lavoro nell'azienda ... continua » Lavoro: gli errori da evitare al primo colloquio È importante se non fondamentale presenziare con successo al primo colloquio ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide