Contratto a termine: i requisiti di validità

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il contratto a termine, nella nostra legislatura, è considerato un contratto che deve presentare un carattere di eccezionalità. La legge 230/1962, che è stata la prima a prevederlo e a definirlo, enuncia che "il contratto di lavoro si reputa a tempo indeterminato, salvo alcune eccezioni...". Ed è proprio la sua caratteristica di eccezionalità che ci fa subito intendere che non può essere utilizzato con regolarità, ma solo per poter sostituire alcuni lavori a tempo indeterminato, per lavori stagionali, ovvero tutti quei lavori per il cui svolgimento è previsto un tempo ben definito. Anche i requisiti di validità sono dettati dalla legge italiana. Attraverso questa guida ci occuperemo di capire quali sono questi requisiti di validità del contratto a termine.

26

Con la legge del 1987 assistiamo a una diminuzione delle restrizioni nell'applicazione di questo contratto e, inoltre, viene concessa un'ampia libertà a livello territoriale, soprattutto in ambito edile e agricolo, per i quali diventa possibile effettuare contratti a termine senza che siano necessarie particolari giustificazioni casuali. Successivamente, con la legge del 1991, abbiamo un'ulteriore ampliamento delle categorie che possono beneficiare del medesimo contratto, in particolare, i lavoratori in mobilità acquisiscono la possibilità di stipulare contratti a termine senza alcun nesso di casualità, e con una durata massima di 12 mesi. Queste leggi e, soprattutto, tutte le ulteriori modifiche che vengono previste ci fanno comprendere in che modo si siano allargate le possibilità dei datori di lavoro nell'applicazione di questa tipologia di contratti, anche se questo non significa esattamente che si possano stipulare contratti a termine in qualsiasi situazione. Nel caso in cui il lavoratore abbia stipulato un contratto in maniera illecita, potrà impugnarlo e a quel punto sarà il giudice che potrà decidere se è valido o meno.

36

In caso di invalidità del contratto, il giudice può decidere di modificarlo, trasformando semplicemente il contratto a termine in un contratto a tempo indeterminato. Nei casi in cui si verifichi questa situazione, le tutele previste per il lavoratore a tempo indeterminato decorreranno non a partire dalla sentenza, ma direttamente dalla data di stipula del primo contratto. Oltre ai requisiti di validità casuali, abbiamo, inoltre, una serie di requisiti di validità che devono essere rispettati affinché il contratto sia valido. Innanzitutto i contratti devono avere forma scritta e non verbale, la firma del contratto non deve essere successiva all'inizio del rapporto di lavoro, sul contratto deve essere specificata, in maniera chiara e obbligatoriamente, una data di inizio e una data di fine del rapporto. Qualora non venissero rispettati questi requisiti il contratto sarà nullo.

Continua la lettura
46

Inoltre, affinché il contratto possa essere definito valido, bisogna rispettare un'altra clausola estremamente importante. Si tratta del patto di prova perché, nel caso in cui ci siano dei dubbi sulla reale liceità, dobbiamo essere in grado di presentare delle prove. Un esempio lampante è rappresentato dal lavoratore in nero che, dopo aver lavorato, può farsi riconoscere l'intero periodo di lavoro, anche quello illegale, fornendo le prove del fatto che il datore di lavoro l'abbia sfruttato; oppure si può verificare la situazione in cui possiamo trovarci difronte ad un contratto nel quale entrambe le parti dichiarino delle cause di assunzione a tempo determinato che però non collidono con le reali mansioni che dovrà assumere il lavoratore.

56

In questi mesi stiamo assistendo ad ulteriori modifiche, da parte del governo, proprio sul piano di lavoro nazionale. Si stanno introducendo parecchie novità anche sui contratti a termine sia per quanto concerne l'applicazione degli stessi, sia per i diritti che hanno i lavoratori sottoposti a tali contratti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di firmare o far firmare un contratto a termine rivolgersi sempre ad un attento consulente del lavoro

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come stipulare un contratto di lavoro a tempo indeterminato

Se un dipendente viene impiegato su 2 o più contratti successivi a tempo determinato in servizio continuo per un periodo di 4 anni, i dipendenti hanno diritto a un contratto a tempo indeterminato. Il datore di lavoro può giustificare la concessione...
Lavoro e Carriera

Contratti di lavoro: differenze tra categoria, qualifica e mansione

In Italia ogni rapporto tra datore di lavoro e dipendente è regolato da un contratto. Indipendentemente dalla forma che ha questo contratto (a tempo determinato o indeterminato), al suo interno si trova sempre una classificazione del lavoratore. Dare...
Lavoro e Carriera

5 caratteristiche del contratto a tempo indeterminato

La crisi economica di questi ultimi anni ha portato diverse aziende alla chiusura; a sua volta, questo ha determinato la perdita di numerosi posti di lavoro. Molte persone si sono trovate senza un'occupazione, accettando successivamente nuove forme di...
Lavoro e Carriera

Contratto a termine: come funziona

Con la definizione di "contratto a termine" si intende un contratto di lavoro al quale è stata apposta una data di scadenza. Questa forma di contratto è molto diffusa. Viene spesso utilizzata dalle aziende o da enti pubblici, per sostituire personale...
Banche e Conti Correnti

Come verificare la validità di un assegno circolare

Quante volte lo abbiamo sentito ripetere dalle autorità: attenti alle truffe! Ed in effetti la prudenza in questi casi non è mai troppa. Soprattutto quando di parla di denaro. Nel caso degli assegni circolari, poi, non basta sapere che questi di solito,...
Lavoro e Carriera

Come regolarizzare una colf

Regolarizzare una colf non è così difficile. È però importante conoscere bene quali sono i diritti e i doveri che hanno sia il datore che il collaboratore. Vediamo dunque i passi fondamentali per andare incontro a una assunzione senza rischi. Vedremo...
Aziende e Imprese

Lavoro: come pagare le piccole collaborazioni con i voucher

Con la legge 92/2012, il Governo ha voluto riformare il mercato del lavoro, modificando la regolamentazione delle prestazione del lavoro occasionale. Con questa riforma ha inoltre confermato all'INPS il ruolo di concessionario del servizio stesso. Oggi...
Lavoro e Carriera

Come licenziarsi da un contratto a tempo indeterminato

Il contratto a tempo indeterminato è un accordo redatto per iscritto tra il datore di lavoro ed un dipendente, regolato dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL). Esso non riporta la scadenza del rapporto lavorativo e deve contenere: i dati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.