Contratto a progetto: come tutelarsi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Una delle tipologie di contratto più diffusi di tutti in questi ultimi anni è il cosiddetto contratto a progetto. Oggigiorno si sa che riuscire a trovare lavoro è praticamente molto difficile. Soprattutto un lavoro ideale alle competenze proprie ed anche quando capita raramente il contratto di cui si andrà a parlare ha delle anomalie che vanno a nostro discapito. Continuate la lettura per capire come tutelarsi. Buona lettura!

26

CO. CO. PRO caratteristica principale e durata

I contratti a progetto, conosciuti maggiormente con il nome di CO. CO. PRO, sono una tipologia di contratto di collaborazione coordinata e continuativa dove le sue caratteristiche principali sono l'assenza di un vincolo di subordinazione. La durata potrà essere determinata o determinabile e la piena autonomia del collaboratore si mette in funzione a seconda dei risultati che si saranno ottenuti.

36

Il contratto a progetto è un contratto atipico

Il contratto a progetto rientra nella categoria di quelle nuove forme di contratto atipiche in uso da vari anni e al posto del lavoro a tempo indeterminato, purtroppo. Esso consiste in una forma collaborativa flessibile atta a sostituire le collaborazioni coordinate continuative precedenti. Occorrerà fare attenzione però, siccome il rapporto viene istituito a sproposito, con intenti non propriamente leciti e tendenti allo sfruttamento della buona volontà nonché del bisogno di trovare un'occupazione del dipendente mediante la stipula di contratti che non corrispondono a quelli di standard reali. Per tutelarsi occorrerà quindi sapere riconoscere quali siano le caratteristiche fondamentali di un contratto a progetto vero e proprio. Inizialmente avrete una forma chiara e scritta relativa alle indicazioni precise del programma lavorativo. Esso deve prevedere una coordinazione tra soggetti preposti, insieme a dati imprescindibili di durata, modalità di pagamento e compenso.

Continua la lettura
46

Regole determinate: non vincoli di orari e la lavorazione di un progetto in un termine previsto

Gli orari non dovranno essere prefissati assolutamente, ma flessibili: se siete assunti in un'azienda e vi fanno stare in magazzino oppure alla scrivania di un ufficio determinato dalle 8,00 del mattino alle 18:00 del pomeriggio, dandovi diversi lavori da effettuare tutti i giorni ed anche ordini, allora dovrete intervenire, siccome una cosa del genere non rispecchia assolutamente il contratto di fare un progetto, ma una condizione di lavoro dipendente. Vi potrete gestire in modo autonomo con l'orario. La situazione prevede la consegna di un certo tipo di lavoro entro un periodo di tempo stabilito. Conteranno perciò i risultati ed i termini di consegna. Se quindi pensate di essere stati riconosciuti con sfavore nelle situazioni che vi abbiamo appena descritto, potrete ricorrere prendendo appuntamento con una figura specifica professionale. Tale figura è il giudice del lavoro. Dovrete chiedere in questo caso l'ottenimento della conversione della vostra posizione attuale con un stipula di lavoro dipendente.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tenetevi sempre informati su quelli che sono i diritti ed i doveri dei lavoratori
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Comprare una casa costruzione: come tutelarsi

Ognuno di noi vorrebbe avere una casa di proprietà; infatti, è il sogno di ogni persona. Acquistare un appartamento, una casa indipendente oppure una villetta a schiera vuol dire possedere qualcosa dove poter passare la propria vita; inoltre, l'immobile...
Case e Mutui

Come tutelarsi se il proprietario non registra il contratto di affitto

Molti sono coloro che offrono un canone d'affitto minore, appunto per convincere l'affittuario ad accettare il compromesso. A tale proposito è bene sapere che c'è chi, addirittura, non fa firmare alcun accordo e chi, invece, fa firmare al proprio inquilino...
Finanza Personale

Prodotti difettosi: come tutelarsi

Quando si spendono dei soldi per l'acquisto di un determinato prodotto, sia esso di natura elettronica oppure no, si vorrebbe che funzionasse e che non desse mai problemi. Purtroppo però a volte accade il contrario ed un prodotto risulta essere immediatamente...
Case e Mutui

Come tutelarsi in un contratto d'affitto

Che siate inquilini o proprietari, gestire nel modo ottimale un contratto d'affitto non è sempre facile. Infatti, molte volte, per risparmiare da un lato e la volontà di lucrare dall'altro rendono il rapporto tra contraenti altamente conflittuale. Bastano...
Finanza Personale

Come tutelarsi dalla crisi economica

L'attuale crisi economica che ci ha coinvolto è stata riconosciuta come una delle peggiori degli ultimi secoli. È paragonabile soltanto a quella del 1929. Ovunque, purtroppo, nel mondo si assiste a dei fallimenti aziendali, ad una situazione di crisi...
Case e Mutui

Come tutelarsi per l'acquisto della casa

Con l'avanzare della crisi economica, l'acquisto di una casa rappresenta l'ambizione maggiore per molti. Oggi, per potere accedere a questo vantaggio di pochi, le banche e diversi istituti che operano in campo finanziario, riescono a fornirci numerose...
Case e Mutui

Come tutelarsi se un amministratore di condominio ha lasciato dei pagamenti insoluti

Non è raro scoprire che un amministratore di condominio abbia tralasciato il pagamento di alcune bollette condominiali come le bollette dell'acquedotto o altri pagamenti da sostenere per conto dei condomini. Con l'arrivo di un nuovo amministratore, vengono...
Case e Mutui

Affitti nero: come tutelarsi

Ci sono molte irregolarità, a livello legislativo, che riguardano l'Italia. Al giorno d'oggi, nel nostro Paese, ormai quasi la stragrande maggior parte degli inquilini pagano un canone mensile sull'affitto, maggiore rispetto a quello che è già stato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.