Contratti locazione: le 5 tipologie di affitto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se hai una casa nella quale non risiedi e che non utilizzi in modo continuativo una soluzione per ripagarsi delle spese è quella di metterla a reddito ossia fare in modo che questa si possa pagare da sola e magari generare una rendita passiva. In questa lista ti parleremo di 5 tipologie di affitto e dei rispettivi contratti di locazione.

26

Contratto di comodato d'uso

Il comodato d'uso è un contratto di utilizzo del bene in forma gratuita. Il proprietario cede l'immobile per un tempo determinato ad un'altra persona senza ricevere un compenso in denaro. Colui che ci abiterà dovrà tener cura della casa e restituirla nelle stesse condizioni in cui l'ha trovata. Generalmente si fa con inquilini che hanno necessità di un alloggio per fini specifici e molto brevi e che sono amici o parenti del proprietario.

36

Contratto transitorio per studenti

Se possiedi una casa in una città universitaria o dove c'è una sezione distaccata di essa, puoi pensare di affittarla a studenti così da averla impegnata anche per tutti gli anni di studio degli affittuari. Questo tipo di contratto, detto transitorio per studenti, ha una durata minima di 6 mesi ed un massimo di 36 mesi, ossia tre anni. Può essere stipulato sia con un singolo studente che con tutti quelli che la abiteranno.

Continua la lettura
46

Contratto transitorio

Il contratto transitorio è un particolare contratto che si può stipulare solo se l'affittuario può dimostrare la sua transitorietà e provarla con documenti alla mano. La durata non deve essere inferiore ad un mese nè superiore ai 18 mesi, ossia 1 anno e mezzo. Trascorso il termine scritto nel concordato il contratto si ritiene sciolto senza ulteriore comunicazione.

56

Contratto ordinario

Il contratto ordinario, conosciuto anche come il contratto a canone libero, è quello che si fa quando gli inquilini hanno necessità di abitarci per lunghi periodi. La durata prevista per questo tipo di contratto è di 4 anni con rinnovo automatico di altri 4 anni. Il proprietario può interrompere la locazione mediante comunicazione scritta ed inviata con almeno 6 mesi di anticipo rispetto alla scadenza naturale del contratto solo per motivazioni previsti dalla legge come ad esempio necessità di occupare l'immobile, effettuare opere di consolidamento, vendere l'immobile oppure se necessita a qualche familiare.

66

Contratto di locazione convenzionato

Il contratto di locazione convenzionato, conosciuto anche come il contratto a canone concordato, è quello in cui il canone è più basso rispetto a quello di mercato. Ha una durata minima di tre anni più due. Questa tipo di contratto permette al proprietario di avere delle agevolazioni fiscali quale irpef, imu ed imposta di registro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

5 tipologie di contratti di locazione residenziali

In Italia esistono ben 5 tipologie di contratti di locazione per fini residenziali. È facile confondersi e non sapere bene quale scegliere. In questa lista troverai indicate tutte le tipologie con le loro caratteristiche ed i loro regolamenti così da...
Finanza Personale

Come preparare e registrare un contratto di affitto

Se si vuole affittare un immobile è consigliabile preparare e registrare il contratto; in questo modo si ha la possibilità di poter essere tutelati da eventuali problemi che possono sorgere. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli...
Case e Mutui

Come tutelarsi in un contratto d'affitto

Che siate inquilini o proprietari, gestire nel modo ottimale un contratto d'affitto non è sempre facile. Infatti, molte volte, per risparmiare da un lato e la volontà di lucrare dall'altro rendono il rapporto tra contraenti altamente conflittuale. Bastano...
Case e Mutui

Come denunciare un affitto in nero

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di affitti. Nello specifico, tratteremo i canoni di locazione. Come avrete facilmente compreso attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come denunciare un...
Case e Mutui

Come tutelarsi se il proprietario non registra il contratto di affitto

Molti sono coloro che offrono un canone d'affitto minore, appunto per convincere l'affittuario ad accettare il compromesso. A tale proposito è bene sapere che c'è chi, addirittura, non fa firmare alcun accordo e chi, invece, fa firmare al proprio inquilino...
Richieste e Moduli

Come redigere un contratto di locazione ad uso abitativo

Come vedremo nel corso di questa guida, la normativa attualmente vigente in tema di contratti, non prevede una specifica forma obbligatoria per la redazione dei contratti. Tuttavia la legge, impone agli stipulanti l'indicazione di alcuni elementi importanti,...
Finanza Personale

Come calcolare l'aggiornamento Istat sull'affitto

Se avete un immobile in locazione, saprete sicuramente che il canone d'affitto di un contratto potrà essere aumentato ad ogni scadenza contrattuale. L'aumento da calcolare è quello riguardante il tasso d'inflazione emanato dall'Istat. Il calcolo di...
Case e Mutui

Come valutare Un Contratto Di Locazione Con La Cedolare Secca

La “cedolare secca” è un regime facoltativo, che si sostanzia nel pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali (per la parte derivante dal reddito dell’immobile). In più, per i contratti sotto cedolare secca non andranno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.