Conto corrente vincolato: come funziona

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il conto corrente vincolato è una nuova forma bancaria che rende il servizio bancario a metà fra un conto corrente ed un deposito di risparmio. Per chi sta molto attento alle spese e vuole mettere da parte un gruzzolo, questo sistema può essere una valida opportunità da considerare. Con questa tipologia di conto infatti si possono incassare interessi attivi più alti rispetto ad altre forme di risparmio.
Vediamo dunque, con questa guida, come funziona un conto corrente vincolato.

27

Occorrente

  • Grossa somma da vincolare
37

Il conto corrente vincolato è una forma di contratto nata in tempi abbastanza recenti e consiste nell'impegnarsi formalmente a mantenere sul conto corrente una determinata cifra per un periodo di tempo medio-lungo senza prelevarla o sottrarne una parte. In praticare metterete i soldi sul vostro conto, dimenticando di averli. In cambio a questo oneroso impegno, la banca vi corrisponde una percentuale di interessi attivi stabilita nel contratto stesso. Di norma un conto corrente vincolato offre interessi molto più alti rispetto ad un libretto di risparmio o ad un conto corrente non vincolato. Considerate poi che il tasso aumenta in base alla cifra che congelate e al numero di anni per cui vi impegnate a non toccare il denaro: maggiori somme e periodi più lunghi, danno accesso a percentuali più alte.

47

Il conto corrente vincolato, tuttavia, non comporta solo vantaggi per il cliente che vuole risparmiare. Il vincolo del denaro è il punto chiave in questo tipo di contratto e il cliente non può prelevare quella somma nel periodo stabilito. Se tuttavia delle incombenze improrogabili vi obbligassero a ritirare la somma di denaro, la banca vi sottrarrà dagli interessi accumulati una percentuale, in genere del 2-3% a titolo di penale. Fate quindi molta attenzione prima di scegliere questo prodotto bancario perché non è adatto a tutte le tipologie di cliente e leggete sempre ogni singola clausola del contratto, anche quelle scritte in caratteri molto piccoli.

Continua la lettura
57

Non resta dunque che parlare del cliente ideale a cui si rivolge il conto corrente di tipo vincolato. Questo tipo di conto è adatto a chi è in possesso di una somma di denaro considerevole, dai 10.000 euro in su, e non ha intenzione di utilizzare il capitale. Questo ragionamento vi impedirà poi di dovere ricorrere a quel risparmio incorrendo in una penale. Inoltre per far sì che il vincolo frutti deve valere la pena, e per somme ridotte gli interessi attivi non vantano percentuali così alte.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggete sempre con la massima attenzione tutte le clausole contrattuali.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Guida a un conto a deposito

Un conto deposito è un grande salvadanaio che il risparmiatore affida ad una banca o un ente come le poste, che collegato ad un conto corrente fornisce un tasso d'interesse annuo sul denaro accumulato. Da molti è visto come un buon modo per far fruttare...
Banche e Conti Correnti

Come scegliere il miglior conto deposito

Abbiamo deciso di investire i nostri risparmi in un conto deposito, perfetto se desideriamo ottenere rendimenti molto più alti rispetto ai classici conti correnti tradizionali. Purtroppo non siamo in un periodo economicamente roseo ed è quindi necessario...
Finanza Personale

Come funziona il Fondo Tutela dei Depositi

Il Fondo interbancario di tutela dei depositi, FITD, è una solida garanzia per i risparmi degli italiani. Lo stato di insolvenza di una banca non rappresenta quindi un problema per i depositanti. Il rimborso avviene in tempi brevi, con la supervisione...
Richieste e Moduli

Come richiedere l'ammortamento di un certificato di deposito

Coloro che possiedono un certificato di deposito, possono trovarsi nella necessità di richiedere il suo ammortamento in seguito a furto, smarrimento o distruzione. Con questa guida, valuteremo come procedere per attivare l'ammortamento di un certificato...
Banche e Conti Correnti

I conti deposito con maggiore tasso di rendimento

I conti deposito hanno come loro peculiarità, a differenza dei conti classici, il fatto di garantire ai depositari un maggior profitto sul capitale che è stato depositato in banca. Questa tipologia di conto non presenta spese aggiuntive, offre tassi...
Finanza Personale

Differenze tra conti deposito liberi e vincolati

Il continuo aumento della crisi economica, porta sempre più persone a interessarsi e ad informasi sulle varie strategie di investimento e di risparmio. In questa breve guida, metteremo in evidenza le sostanziali differenze tra i conti deposito liberi...
Banche e Conti Correnti

Come investire nei conti pronto termine

La crisi economica-finanziaria presente in Italia fa in modo che molte persone scelgano di fare degli investimenti all'estero. Bisogna comunque prestare molta attenzione alla tipologia di fondo monetario in cui decidete di depositare i vostri risparmi....
Finanza Personale

3 idee per investire i propri risparmi

Se possedete un piccolo capitale di liquidità, che non dovete necessariamente tenere immobilizzato, una scelta interessante potrebbe essere quella di investirlo per ottenerne un rendimento. Investire, significa mettere in atto un processo atto ad incrementare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.