Consigli sui lavori notturni

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questo articolo vorrei fornire un quadro d'insieme sulla normativa in merito ai lavori notturni e alle particolari disposizioni legislative che li rendono s peciali rispetto al normale lavoro diurno, al fine di tutelare una serie di soggetti considerati deboli, come adolescenti e donne in gravidanza. Poi cercherò di tracciare le problematiche legate ad esso e di fornire alcuni consigli ai lavoratori che svolgono o si accingono a svolgere la loro prestazione lavorativa durante le ore notturne.

24

Le disposizioni

Le disposizioni in materia di lavoro notturno contenute nel D. Lgs. N. 66/2003 lo definiscono come l'attività lavorativa svolta in un periodo di tempo di almeno sette ore consecutive che comprendano l'intervallo di tempo compreso tra mezzanotte e le ore cinque. Inoltre sono lavoratori interessati a questa disciplina quelli che, durante questo periodo notturno, svolgano in modo normale almeno 3 ore del loro tempo lavorativo e quelli che svolgano una parte del loro orario di lavoro secondo quanto disciplinato dal Contratto collettivo di Lavoro a loro applicabile.

34

Le tutele

Le tutele apprestate dal legislatore. Lo Stato ha dettato delle regole più severe e divieti riguardo a quali soggetti non possano essere adibiti a questo tipo di prestazione.
Innanzitutto l'orario di lavoro di notte non può superare le otto ore in media nelle 24 ore.
L'art. 2108 del codice civile, stabilisce poi che questo tipo di lavoro deve essere retribuito con maggiorazioni rispetto al normale lavoro diurno. Le categorie per le quali è disposto un divieto assoluto di essere impiegati durante la notte sono le donne dall'accertamento della gravidanza fino all'anno del bambino e i minori tra 16 e 18 anni. Per la madre di un figlio minore di 3 anni, l'unico genitore affidatario di un figlio minore di 12 anni e chi abbia a carico un soggetto disabile è prevista la facoltà di poter rifiutare di prestare lavoro notturno.

Continua la lettura
44

Gli adempimenti

Gli adempimenti a carico del datore di lavoro. Chi voglia adibire un dipendente al lavoro notturno andrà incontro ad una serie di procedure che, se non correttamente effettuate, possono portare a sanzioni molto gravi. In primis va effettuata una consultazione sindacale che deve concludersi entro 7 giorni; va poi data un'informazione preventiva ai dipendenti interessati e al rappresentante della sicurezza sui rischi maggiori di tale tipo di prestazione; ogni anno occorre inviare alla Direzione Provinciale del Lavoro una comunicazione periodica annuale sull'esecuzione di tali prestazioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Tutti i requisiti per accedere alla pensione anticipata

L’età per il diritto alla pensione, in una logica di contenimento dei costi, è stato progressivamente innalzata e collegata al criterio della speranza di vita introdotto nel 2010. Il momento del meritato riposo è divenuto una sorta di miraggio lontano...
Lavoro e Carriera

Come si calcola il guadagno netto di un'ora di lavoro straordinario

A chi possiede un contratto di lavoro dipendente può essere richiesto, di tanto in tanto, di lavorare anche al di fuori del proprio consueto orario. In tempi di crisi, fare alcune ore di straordinario può essere importante per il proprio bilancio, naturalmente...
Aziende e Imprese

Società: il ruolo del socio lavoratore di cooperativa

La società cooperativa, a differenza delle altre aziende, non ha come scopo ultimo il lucro ma il soddisfacimento dei suoi soci. Questo tipo di società assicura ai suoi proprietari condizioni più vantaggiose rispetto al mercato libero. La società...
Lavoro e Carriera

5 caratteristiche del contratto a progetto

Nel lavoro a progetto il lavoratore è un collaboratore autonomo e non un dipendente. L'attività si basa, appunto, sulla realizzazione di un determinato progetto. Questa forma di lavoro flessibile sostituisce quello di collaborazione coordinata e continuata...
Aziende e Imprese

Come aprire una birreria

Le birrerie sono i principali luoghi di intrattenimento dei giovani e dei meno giovani, infatti la birra piace a tutti a prescindere dall'età. Alla birra si accompagna benissimo il finger food e soprattutto i panini farciti e gli hamburger, vera delizia...
Lavoro e Carriera

Come diventare cameramen sportivo

Chiunque sia appassionato di sport, sicuramente avrà avuto il desiderio di viverlo da vicino non essendo uno sportivo, ma essendo un cameramen. Veniamo a questo lavoro, un mestiere dinamico, creativo e non del tutto semplice. Bisogna imparare tramite...
Lavoro e Carriera

Come leggere la propria busta paga

La busta paga è un vero e proprio tabulato, in cui sono specificate nel dettaglio alcune voci, come: trattenute Irpef, contributi Inps, detrazioni fiscali, assegni familiari (possono essere retribuiti quando un dipendente ha a carico una moglie e dei...
Case e Mutui

Come trovare casa in affitto a Manchester

Manchester è una città giovanile dell'Inghilterra, molti sono infatti i giovani e anche gli universitari che ospitano la grande metropoli. In questa cittadina è possibile trovare tantissimi locali notturni e non, per tutti i tipi di gusti e molti negozi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.