Consigli per la scelta del bancone di un bar

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Avete l'animo da barista e volete lanciarvi all'avventura aprendo una nuova attività, oppure siete già nel settore ma volete dare una rinnovata al punto di massima importanza nel vostro bar, nonché il bancone, ottimizzandone l'aspetto e gli spazi? Di seguito troverete dei consigli utili per la migliore soluzione per voi, affinché vi adoperiate nella scelta migliore per il vostro bar.

28

Passione italiana

In Italia abbiamo una passione. Ne abbiamo molte, a dir la verità, ma ce n'è una in particolare che riveste un ruolo fondamentale nella nostra giornata tipo: il caffè. Spesso e volentieri i nostri usi e costumi ci “impongono” di fare un sosta almeno, quasi tutti i giorni, nel luogo di frequentazione di massa dove gli specialisti del settore ci permettono di assaporare gli aromi delle molteplici marche della nostra bevanda preferita: il bar. Per gustare a pieno della nostra passione, non solo il barista deve essere capace di solleticare il nostro palato con il buon gusto del caffè da lui proposto, ma lo stesso ambiente deve avere delle caratteristiche tali, atte a farci sentire a nostro agio su diversi piani: design, accoglienza, ma anche e soprattutto funzionalità e basso impatto energetico per il bar stesso, al fine di permettere al nostro professionista di fiducia di compiere il proprio lavoro nel migliore dei modi. Ma andiamo a vedere nello specifico qual’è il punto focale che attira maggiormente l’attenzione dei clienti durante la loro sosta al bar:

.

38

Il bancone

Questo è il luogo, all'interno del bar, che riceverà la massima attenzione da parte degli avventori. Qui i clienti si ammassano per ordinare ma molto spesso anche per consumare. Per questo motivo le scelte per la sua costruzione e il suo contorno dovranno essere oculate da parte del barista, partendo dalla vetrina espositiva, al piano d'appoggio, alla parete sul retro e finendo agli spazi intelligenti ai quali i clienti non faranno neanche caso, quali fornetti e frigoriferi, incassati sotto il bancone o in bella mostra sul piano di lavoro lungo la parete sul retro. In questo articolo vogliamo quindi focalizzarci sul bancone, il cuore stesso del bar.

Continua la lettura
48

La vetrina espositiva

È qui che sono esposte le varie leccornie che faranno venire l'acquolina in bocca al cliente, ansioso di valorizzare la propria pausa caffè. Ci sono vari tipi di vetrine: calde, per tenere i dolci tipici da prima colazione sempre a temperatura, fredde, per mantenere altri generi alimentari nel tempo, come panini e tramezzini, miste, per selezionare caso per caso la temperatura giusta in base a quale tipo di pietanza sta ivi esposta. Fate attenzione alla scelta della tecnologia che più si confà alle vostre esigenze, signori baristi. Dovrete capire su cosa volete puntare per far leva sui gusti dei vostri clienti.

58

Design e funzionalità

La moda attuale punta molto sull’ottimizzazione degli spazi, specialmente per bar di piccole dimensioni. Per questo negli ultimi anni si sono fatte sempre più numerose le vetrine drop in, alte non più di 1,40 metri circa, sulle quali i clienti possono fare colazione continuando a tenere sott’occhio il prossimo pezzo dolce da ordinare. Con questa tipologia di vetrina neanche il barista avrà bisogno di un ulteriore piano d’appoggio, perché la vetrina stessa sarà il banco su cui servire la clientela. L’unico problema rimane la mancanza di spazio all’interno della vetrina, essendo questa decisamente più piccola rispetto alle vetrine tradizionali, per cui dovrete selezionare bene la disposizione dei vostri prodotti. Invece, se non avete problemi di spazio e volete mantenere una conformazione “classica”, nonostante lo stile del vostro locale possa sfociare nel moderno, minimal, country, retrò e chi ne ha più ne metta, la vetrina può benissimo essere una classica con più piani e alta i tipici 1,70 metri. Con questo genere di vetrina avrete a disposizione sicuramente una capienza maggiore rispetto alle drop in e potrete esporre tutti i prodotti insieme. Questa vetrina si sviluppa verso l’alto, dandovi quindi la possibilità di tenere un comodo e spazioso bancone di fianco a essa, di qualsiasi materiale vogliate, per dare il giusto spazio ai vostri clienti.

68

Consumo energetico della vetrina

In questo settore non servirebbe nemmeno sprecare le parole, dato che le case produttrici vi si sono focalizzate molto negli ultimi anni in seguito a una forte campagna di sensibilizzazione sul rispetto dell'ambiente, ma sappiate che una vetrina ben ottimizzata sul lato consumo non supera 1KW. Meno parsimoniose sono invece le vetrine da gelaterie, che dovendo raggiungere delle temperature fortemente negative arrivano a consumare pure 2,5/3 KW. Valutate bene, in base alla grandezza della vostra vetrina, di quanto potente debba essere il motore sito al suo interno, interno soprattutto costruito con materiali tali da essere efficacemente coibentato e adeguatamente spazioso, al fine di evitare che il motore rischi di surriscaldarsi troppo durante la sua funzione, e soprattutto passare il proprio calore ai “piani alti” della vetrina.

78

Il sottobanco

Sotto al piano d’appoggio vi consigliamo d'inserire il reparto refrigerante per le bevande, per ottimizzare gli spazi. Ci sono in circolazione anche dei frigoriferi di nuova generazione di altezze tali per tenere in posizione verticale le bottiglie già aperte, evitando di dover rubare spazio al banco di lavoro, subito dietro il banco d'appoggio, con quegli ormai superati cannotti che andavano una volta, che non erano altro che dei buchi nel banco in alluminio dove si tenevano in fresco le bottiglie aperte, non visti di buon occhio dalla maggior parte dei clienti dal punto di vista igienico. I motivi principali del loro declino, in realtà, sono da ricercarsi nello spazio che rubano al piano di lavoro, come dicevamo prima, e nella dispersione energetica della macchina refrigerante.

88

Il retrobanco

Come ogni bar che si rispetti, anche il vostro avrà bisogno di sfoggiare una grande selezione di bottiglie di alcolici lungo la parete dietro il bancone. Per questo potrete attenervi ai vostri gusti personali, sapendo però che lo stile degli american bar sta prendendo piede anche in italia, e ciò comporta di far sviluppare il reparto alcolico verso l'alto, con l'utilizzo di vari piani di mensole, alla base delle quali, però, non dimenticatevi di posizionare l'elemento di maggior attrattiva per i vostri clienti: la macchina del caffè, senza il quale non sapremmo come vivere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Allestimento vetrine: gli errori da non commettere

La vetrina del proprio negozio, a prescindere dal settore nel quale si operi, è il primo e forse il più importante biglietto da visita. Una vetrina ben curata e accattivante, è infatti in grado di catturare l'attenzione di eventuali clienti. Per riuscire...
Aziende e Imprese

Come allestire una vetrina per Pasqua

Pasqua rappresenta, insieme al Natale, una delle feste più importanti dell'anno. Ambedue provengono dalla religione cattolica, legate alla nascita e alla morte di Gesù. Durante il periodo pasquale, le vetrine dei negozi e gli scaffali dei supermercati,...
Aziende e Imprese

Allestimento vetrine: come attirare i clienti

Una vetrina creativa e fantasiosa può rivelarsi una valida strategia di marketing efficace e poco costosa per la propria attività commerciale. Pertanto realizzare vetrine accattivanti e che siano in grado di attirare i clienti può rendere la propria...
Lavoro e Carriera

Come diventare barman acrobatico

Quando parliamo di barista professionista non ci stiamo riferendo a chi si improvvisa barista per guadagnare qualche euro, ma a chi può vantare attestati e una concreta esperienza nel settore. Tra le figure di barista professionista più ricercate c'è...
Aziende e Imprese

Come progettare la vetrina di un negozio

La vetrina è il biglietto da visita di un negozio. Ammettilo, quante volte ti sei soffermato davanti ad una vetrina, catturato da una bella torta? Per un pasticciere non dev'essere difficile attirare un discreto numero di persone davanti al suo negozio,...
Aziende e Imprese

10 consigli per la gestione di un bar

Innanzitutto lo scopo di un bar è permettere alla clientela una breve pausa di relax accompagnata da un consumo di bevande e/o cibi leggeri. Per quanto da esterni possa sembrare semplice gestire un bar, non è proprio così. Il barista sa bene che non...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio per comprare e vendere oro

All'interno della guida che seguirà andremo a occuparci d'imprenditoria, e quindi di economia. Entrando più nel dettaglio del tema, ci occuperemo dei diffusi compro oro, in quanto andremo a spiegarvi nei prossimi quattro passi Come aprire un negozio...
Aziende e Imprese

Come avviare un negozio di fiori

Tra le attività abbastanza semplici ed interessanti da avviare ci potrebbe essere quella di un negozio di fiori o se preferisci di una fioreria. In questa guida verranno elencati i passaggi pratici che occorrerà seguire per realizzare questo progetto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.