Come versare il deposito cauzionale

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Con la legge del dicembre 1998, n.431, si è avuta una variazione importante riguardo la tipologia dei contratti di affitto di immobili ad esclusivo uso abitativo. Attualmente si ha la facoltà di scegliere diverse tipologie di contratto. I contratti più usati sono due: quello a “canone libero” e quello a “canone concordato”. In questa guida andremo a parlare di un'altra voce ugualmente importante nell'ambito dei contratti di affitto: il deposito cauzionale. Vediamo come versare il deposito cauzionale senza commettere errori.

27

Occorrente

  • Contratto di affitto
37

Versare il deposito cauzionale

In qualunque tipologia di contratto di affitto, sia che riguardi un appartamento per esclusivo uso abitativo o uno prettamente a carattere commerciale, la legge fa obbligo tassativo all' inquilino di versare al locatore una cifra accordata in precedenza a tutela di quest’ultimo: questo per evitare una possibile inadempienza che potrebbe avvenire nel pagamento del canone mensile, ma anche a tutela di eventuali danni che potrebbero essere provocati all'interno dell'immobile. Questo è uno dei punti più salienti delle condizioni di locazione.

47

Importo deposito cauzionale

La legge prevede che l’importo del deposito cauzionale sia quantificabile in due o massimo tre mensilità del canone pattuito in precedenza. Qualora tale importo cauzionale dovesse risultare superiore ai tre mesi, esso si riterrà del tutto nullo. Si prevede invece, sempre legislativamente parlando, che si possa pattuire un importo inferiore ai due mesi o ancora che tra i due contraenti non ci sia proprio alcun tipo di patto di deposito cauzionale.

Continua la lettura
57

Come versare il deposito

Il versamento del deposito cauzionale avviene in maniera abbastanza semplice. Andrà versata la cifra che viene pattuita tra le due parti, locatore e locatario, all'atto della firma del contratto. Qualora si verifichino eventuali controversie tra le parti, sarà proprio quest'ultimo a far fede. Sul deposito cauzionale versato dall’ inquilino non è dovuta nessuna imposta di registro. Qualora il deposito dovesse venire pagato da una terza persona, estranea al rapporto di locazione in corso, esso andrà versato sotto forma di un’imposta nella misura dello 0,50%.

67

Rendere fruttuoso il deposito

La legge prevede l'obbligatorietà da parte del locatore, di rendere fruttuoso il deposito cauzionale riscosso mediante l'accredito di interessi legali che si ottengono tramite il versamento della cifra presso un istituto di credito. Il conduttore aprirà in un istituto bancario di sua fiducia, un libretto di risparmio al portatore, depositando la somma del deposito cauzionale. Ad operazione conclusa, consegnerà il libretto al proprietario dell’immobile che lo conserverà con cura fino al termine del contratto. Il locatore manterrà il diritto di trattenere eventuali somme spese per riparare danni o risarcire inadempienze contrattuali.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' obbligatorio che il locatore renda fruttifero il deposito

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come si stipula un contratto di affitto transitorio

Decidere se acquistare casa oppure affittarla può rappresentare spesso un grande problema, specialmente per i più giovani. La scelta, infatti, risulta spesso obbligata dalla precarietà del lavoro e dall'impossibilità di ottenere un mutuo. Talvolta,...
Richieste e Moduli

Come fare la contestazione di adeguamento Istat del canone di locazione

Il canone d'affitto è quella somma di denaro che l'inquilino deve corrispondere al padrone di casa per usufruire di un immobile. A volte, deve anche pagare un deposito cauzionale, se scritto sul contratto, a titolo di garanzia. Ma l'inquilino, cioè...
Case e Mutui

Come affittare un appartamento a Genova

La città di Genova è una delle città italiane più grandi dal punto di vista geografico, ma è anche una delle più popolose. Risulta essere organizzata in vari quartieri dalle caratteristiche particolari, con luoghi storici e suggestivi. Per chi è...
Case e Mutui

10 errori da non fare mai quando si prende una casa in affitto

Stando ai dati statistici dell'ISTAT la questione è piuttosto chiara: nel nostro paese gli acquisti di case di proprietà sono sensibilmente diminuiti negli ultimi anni a causa della difficoltà di trovare mutui agevoli. A controbilanciare questo trend,...
Case e Mutui

Contratti di locazione: quale scegliere

Se stiamo pensando di affittare un appartamento o un locale di nostra proprietà, sicuramente sapremo che per farlo dovremo stipulare con il locatario un particolare contratto attraverso il quale noi ci impegniamo a mettere a disposizione il nostro bene...
Case e Mutui

Come mettere in regola una casa vacanze

Una Casa Vacanza non è nient'altro che una struttura tendenzialmente privata, dove il proprietario decide di metterlo a disposizione di turisti traendone cosi un profitto economico. È bene sapere che può trattarsi di qualsiasi tipologia di abitazione,...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante in Giappone

Lo stato Italiano ha avuto un aumento economico a partire degli anni '50 e da allora è una delle più grandi potenze mondiali. Questa è una buona scusa per partire all'estero e cercare lavoro e gli italiani lo sanno bene, sopratutto nell'ambito della...
Aziende e Imprese

Come trattare gli imballaggi in contabilità generale

Gli imballaggi danno luogo, contabilmente, a delle problematiche differenti nella contabilità generale, a seconda della loro tipologia e della destinazione. In questa semplice ed esauriente guida vi proponiamo di fare chiarezza su come trattare gli imballaggi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.