Come vengono tassate le liquidazioni dei fondi pensione

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La pensione è una obbligazione che consiste in una rendita[1] vitalizia o temporanea corrisposta ad una persona fisica in base ad un rapporto giuridico con l'ente o la società che è obbligata a corrisponderla per la tutela del rischio di longevità o di altri rischi (invalidità, inabilità, superstiti, indiretta). Il sistema pensionistico pubblico (es. In Italia INPS, INPGI, Inarcassa v. enti previdenziali o in Svizzera AVS) è finanziato con l'imposizione fiscale, [2][3] da cui deriva il termine obbligatorio, ossia con l'obbligo di pagare agli enti previdenziali i contributi obbligatori per le assicurazioni obbligatorie i quali assumono la forma di imposte dirette o imposte indirette a seconda dei soggetti contribuenti. Nel caso di gestioni in deficit il finanziamento è integrato con ulteriori trasferimenti dalla fiscalità generale. Da ciò discende che le pensioni erogate dagli enti pubblici si pagano con le imposte e che la spesa pensionistica fa parte della spesa corrente primaria[4] del bilancio dello Stato valutata complessivamente nel conto economico consolidato delle amministrazioni pubbliche. Nei passi della guida a seguire sarà illustrato come vengono tassate le liquidazioni dei fondi pensione.

24

Se avete intenzione di chiedere un'anticipazione, sappiate che in base al motivo per il quale la chiedete, ci sarà un'aliquota di imposta diversa. Se vi servono soldi per spese sanitarie, pagherete il 15%, se dovete acquistare o ristrutturare casa, l'aliquota sarà il 23%. Tale aliquota è da applicare al capitale che state richiedendo al netto solo dei rendimenti già tassati. Quindi, ad esempio, se chiedete 10 mila euro per ristrutturare casa, sappiate che riceverete poco più di 7.700 Euro.

34

Se state chiedendo un riscatto totale del contratto perché avete perso il posto di lavoro, l'aliquota sarà ancora del 23%. Se state chiedendo la liquidazione perché state andando in pensione allora l'aliquota è più bassa e si calcola con una formula. Calcolate per quanti anni hanno avete versato i contributi al Fondo Pensione e sottraete 15; moltiplicate, poi, la differenza ottenuta per 0,3% e sottraete, infine, il risultato alla percentuale fissa del 15%. Ad esempio se avete versato per 25 anni avrete: 15% - (25-15) * 0.3% = 12%. Questa aliquota vale sia se chiedete la liquidazione del capitale, sia se optate per la rendita vitalizia.

Continua la lettura
44

Nel caso in cui optiate per la rendita vitalizia, avrete, in aggiunta, un'altra imposta da pagare: l'imposta sui rendimenti. Tale imposta prevede dal 2012 un'aliquota pari al 20% e viene applicata ad un imponibile pari all'incremento dell'ultimo anno (se previsto) della rendita annua da percepire. Ad esempio, se si passa da una rendita di 1.000 euro ad una di 1.050, si pagheranno 10 euro di imposte (20% dei 50 Euro di incremento) e quindi, in pratica, verranno erogati dal Fondo solo 1.040 Euro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Cile

Il sistema fiscale in Cile ha subito diverse modifiche nell'ultimo ventennio, a seguito del passaggio dalla dittatura della giunta militare al regime democratico. Ad oggi la nazione sudamericana vanta una pressione fiscale media, che non penalizza particolarmente...
Finanza Personale

Come sono tassate le opzioni binarie

Le opzioni binarie, come molti di voi sicuramente sapranno, sono lo strumento di trading finanziario più semplice che possa esistere. Secondo alcune previsioni, nel giro di un anno al massimo, diventerà molto importante essere in grado di dichiarare...
Previdenza e Pensioni

I 5 vantaggi della pensione integrativa

La pensione integrativa, è un modo per potersi creare un vero e proprio fondo previdenziale personale in più oltre alla pensione comune e obbligatoria che spetta al termine del servizio lavorativo prestato per determinati anni. La pensione integrativa...
Previdenza e Pensioni

Fondi Pensione: cosa sono e come funzionano

Nel 1995 venne varata la “Riforma Dini”. Anche detta “Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare”, essa apportò un profondo cambiamento nel sistema previdenziale italiano. Venne a crearsi una forte differenza in termini di...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Estonia

Uno dei migliori sistemi fiscali dell'Europa, per quanto concerne l'equità, in base alle differenti fasce di reddito, è in Estonia; l'ammontare della tassa di imposta e il suo successivo pagamento vengono stabiliti in maniera rigorosa, con il fine di...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la pensione di vecchiaia

La pensione è una obbligazione che consiste in una rendita vitalizia o temporanea corrisposta ad una persona fisica in base ad un rapporto giuridico con l'ente o la società che è obbligata a corrisponderla per la tutela del rischio di longevità o...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la pensione in Svizzera

L'indennità di pensione è una rendita vitalizia che lo Stato versa a tutti gli individui iscritti all'AGO o alle sue forme sostitutive per soddisfare le esigenze di vita in caso di vecchiaia o invalidità. Il sistema pensionistico in Svizzera è molto...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Nigeria

La Nigeria è uno stato federale dell'Africa, membro del Commonwealth. Indipendente dal 1960, il paese fu sottoposto a regime militare dal 1966 al 1979. Successivamente è stato retto da una Costituzione che affidava la funzione esecutiva al Presidente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.