Come Utilizzare I Buoni Lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I buoni lavoro sono un metodo di pagamento per il lavoro occasionale, cioè prestazioni lavorative svolte al di fuori di un normale contratto di lavoro, cioè in maniera saltuaria o non continuativa, quali possono essere le prestazioni lavorative svolte come babysitter, insegnante privato, pulizie domestiche o opere di raccolta agricola e giardinaggio. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad utilizzare correttamente i buoni lavoro. Scopriamo insieme come sia facile utilizzare i buoni lavoro senza particolari manovre finanziarie o difficoltà.

27

Occorrente

  • voucher buoni lavoro
  • offrire prestazioni lavorative occasionali
  • avere una retribuzione annuale inferiore ai 5000 euro
37

Questi buoni concedono notevoli agevolazioni per il committente del servizio, il quale può quindi beneficiare di prestazioni lavorative nella piena legalità, usufruendo anche della copertura assicurativa Inail in caso di sinistro, senza dover stipulare alcun contratto, senza comunicare nulla al Centro per l'Impiego e senza effettuare nessuna scritturazione sul Libro unico del Lavoro.
Il lavoratore invece avrà la possibilità di guadagnare senza subire la tassazione statale del fisco, accantonare una quota Inps e godere della copertura assicurativa.

47

I settori più utilizzati sono: quello agricolo, dove le piccole aziende possono usufruire di lavoratori occasionali solo se il volume d'affari non supera i 7000 euro, oppure le imprese familiari in campo turistico o commerciale, con volume di affari non superiore ai 10000 euro. Infine per le tipologie sopra descritte, è contemplata la mansione di domestica, oppure di babysitter o di insegnante privato.

Continua la lettura
57

I prestatori di lavoro possono però svolgere lavoro occasionale fino ad un massimo di 5000 euro netti, 6660 euro lordi, per ogni singolo committente nell'anno solare. Se il lavoratore è beneficiario di sussidi o pensioni, non può invece percepire più di 3000 euro netti in totale nell'anno solare. In questo ultimo caso il lavoratore può quindi utilizzare i buoni solo come integrazione del reddito che già ha e non per crearne uno ex novo. I buoni hanno valori da 10, 20 e 50 euro, e sono reperibili direttamente presso le sedi Inps, a cui il committente può rivolgersi per comprarli. Il pagamento orario del lavoratore sarà quindi effettuato con questi buoni che verranno poi cambiati alla posta e decurtati dell'assicurazione Inail e della quota da destinare all'Inps. In pratica i costi sono del 13% per gestione separata INPS, 7% a favore dell' INAIL e 5% a favore dell'Inps per il servizio reso.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Lavoro: come pagare le piccole collaborazioni con i voucher

Con la legge 92/2012, il Governo ha voluto riformare il mercato del lavoro, modificando la regolamentazione delle prestazione del lavoro occasionale. Con questa riforma ha inoltre confermato all'INPS il ruolo di concessionario del servizio stesso. Oggi...
Lavoro e Carriera

Lavoro: come far valere i propri diritti

E bene essere informati correttamente sul rapporto che deve intercorrere tra il datore di lavoro e il dipendente, ci sono delle norme giuridiche che ci garantiscono i diritti e i doveri che ci spettano. Lavoro: come far valere i propri diritti. Ovvio...
Aziende e Imprese

Lavoro occasionale: come funziona

Ormai da parecchio tempo, la crisi economica ha decimato notevolmente le opportunità di riuscire a trovare un'attività lavorativa stabile. Di conseguenza, anche un lavoro occasionale potrebbe costituire uno spiraglio di luce insperato. Il mestiere occasionale...
Lavoro e Carriera

Come regolarizzare la posizione del collaboratore occasionale che supera il reddito ai fini inps

Se durante l'anno solare un lavoratore che ha un contratto a collaborazione occasionale supera il limite superiore pari a 5.000 € (previsto dalla legge per questa tipologia di reddito), sarà necessario adeguare la posizione anche ai fini INPS (Istituto...
Lavoro e Carriera

Lavoro intermittente ed accessorio: differenze

Il decreto applicativo del "Jobs Act" ha portato alla cosiddetta "Riforma dei contratti", attraverso la quale sono state apportate delle modifiche relative, tra gli altri, al lavoro accessorio. Al contrario, quello noto come "lavoro intermittente" ha...
Aziende e Imprese

Come regolarizzare il lavoro saltuario

Il mondo del lavoro, specialmente negli ultimi anni, ha subito notevoli cambiamenti. Infatti sono presenti diverse tipologie di contrattato che configurano determinati rapporti di lavoro. In questa guida porremo maggiormente l'attenzione su un particolare...
Lavoro e Carriera

Come utilizzare i voucher per lavori brevi

I lavori cosiddetti brevi sono quelli che hanno la durata di un trimestre, un bimestre, un mese, una settimana, un week-end oppure una sola giornata: se siete dei committenti per categorie quali studenti universitari di età inferiore ai 25 anni, lavoratori...
Lavoro e Carriera

Come compilare la ricevuta per una Prestazione Lavorativa Occasionale

In questa guida, semplice e veloce, che vogliamo proporvi, abbiamo deciso di insegnarvi come poter compilare la ricevuta per una prestazione lavorativa del tutto occasionale, in modo da poter essere al sicuro ed anche in ordine con la legge e con lo Stato.Iniziamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.