Il Post

Come usufruire del bonus ristrutturazioni

di Francesco Capodicasa difficoltà: media

Come usufruire del bonus ristrutturazioni In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come usufruire del bonus ristrutturazioni. Il rifacimento e l'ammodernamento di un immobile talvolta si rende indispensabile a causa dell'usura dovuta al tempo e dei guasti inattesi. Inoltre, non va sottovalutato quello che è l'aspetto del recupero, il quale, tramite una ristrutturazione ben precisa, consente di riportare agli antichi splendori degli edifici di determinate epoche che erano stati trascurati spesso per mancanza di fondi. Quindi, per dare una spinta al settore edilizio, lo stato ha messo in atto delle politiche basate su agevolazioni fiscali a chi vuole apportare migliorie rilevanti al proprio immobile.

1 Va detto prima di tutto che la percentuale di agevolazione è pari al 50 per cento per tutti gli interventi effettuati nel periodo compreso fra il 25 giugno 2012 e il 31 dicembre 2013. I pagamenti per questo tipo di lavori devono essere effettuati tramite bonifico bancario o postale, indicando sulla relativa ricevuta il riferimento normativo che andrà chiesto al proprio commercialista. Inoltre, si dovranno indicare il proprio codice fiscale, nonché i dati del beneficiario del pagamento. Si tratta di un passaggio fondamentale a cui prestare molta attenzione, in quanto anche il minimo errore può far saltare questo beneficio. Successivamente, si dovrà corredare la richiesta con tutti i dati inerenti all'immobile e di chi ha fatto eseguire i lavori. In tutti i casi, vale la regola per la quale tutti i documenti da presentare devono avere una copia che deve rimanere a chi beneficia del bonus ristrutturazioni.

2 Come usufruire del bonus ristrutturazioni Al bonus inerente alle ristrutturazioni se ne è poi aggiunto un altro inerente ai mobili e gli elettrodomestici. Per usufruire di questa agevolazione, è assolutamente necessario che ci sia una ristrutturazione in corso e che i mobili siano stati acquistati in seguito, a partire dalla data del 4 luglio 2013 per ciò che riguarda i mobili e dal 4 agosto dello stesso anno in merito agli elettrodomestici. In particolare, questi ultimi vanno sotto la denominazione di ecobonus. Le spese andranno documentate con le stesse modalità illustrate al passaggio precedente.

Continua la lettura

3 In termini economici, per tutte le ristrutturazioni edilizie di tipo straordinario, si avrà una detrazione pari al 50 per cento in dieci anni su un tetto massimo di spesa di 96 mila euro.  Per i mobili e gli elettrodomestici di grandi dimensioni, si avrà lo sgravio del 50 per cento in dieci anni su un importo massimo di 10 mila euro.

Non dimenticare mai: Dal progetto alla presentazione della domanda per il Bonus, fatevi seguire da esperti.

Come ottenere il bonus di ristrutturazione Consigli per calcolo del rimborso Irpef sulle spese di ristrutturazione Come usufruire del bonus mobili per le giovani coppie Come usufruire delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli