Come tutelare i propri risparmi da un eventuale fallimento della banca

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

In questi tempi non è così facile trovare un lavoro a tempo indeterminato, con garanzia di pagamento. Anche chi ha la fortuna di averlo, fatica ad arrivare a fine mese e difficilmente riesce ad accumulare soldi. Per non parlare di chi ha terminato il periodo lavorativo e si ritrova con una pensione, che lo ripaga minimamente degli anni trascorsi lavorando per sè o per gli altri. Non è facile quindi in tempi come questi riuscire a porre fiducia negli enti e nelle istituzioni. Nel caso fortunato che, con fatica si abbia avuto modo di mettere da parte qualche soldino, come tutelare i propri risparmi da un eventuale fallimento della banca in cui li abbiamo depositati?

24

La Banca è una società, in genere per azioni, in cui i soci regolano e forniscono servizi in cambio di un riscontro economico. Quindi come tutte le aziende anche la banca può fallire ed in questo caso, diviene un problema riavere i sodli che si sono versati in essa, per custodia o per investimenti a breve e medio termine. A questo scopo L'Unione Europea ha istituito dei particolari fondi monetari che tutelano gli interessi sia delle banche che dei loro clienti. Se malauguratamente la banca fallisce quindi si potrà avere un rimborso dei soldi depositati, anche se in percentuale al numero dei depositari e degli importi depositati e non totale. Un tempo riuscire a mettere da parte qualche risparmio non era facile, come non lo è ora, ma fino in tenera età si abituava i piccoli a capire l'importanza di avere qualcosa su cui poter contare nel momento del bisogno. Sempre maggiormente ora, invece, manca la fiducia e la voglia di affidarsi ad enti bancari ed il risparmio oltre ad essere diventato quasi impossibile, diviene un deposito che non dà la completa sicurezza.

34

Il modo più semplice per tutelare i propri risparmi, con fatica accumulati, è quello di depositare i fondi in enti bancari diversi, che difficilmente andranno a fallire tutti nello stesso momento. Inoltre non è il caso che ogni versamento superi l'aliquota fissata per il rimborso, che non verrebbe effettuato da alcuna banca, se non in percentuale e non totalmente, in caso di fallimento. Questo procedimento tutela i depositi di denaro liquido e non ha niente a che fare con rapporti diversi di deposito, che evidentemente hanno un altro tipo di copertura in caso di fallimento o essendo a rischio non vengono rimborsati affatto.

Continua la lettura
44

È stato quindi stabilito un limite entro cui ogni depositario o correntista verrà rimborsato e questo non varia, ma rimane fisso anche nel caso abbia rapporti diversi o conti cointestati con altri, nella stessa banca. Naturalmente se si hanno conti correnti o depositi in banche diverse, il limite vieve ripetuto per ogni ente bancario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come acquistare i titoli di Stato

Quando abbiamo una piccola somma parte dei nostri risparmi raccimolata con fatica, potremmo decidere di investire parte dei nostri risparmi in diverse tipologie di investimenti. In questa pratica guida, capiremo come acquistare i titoli di Stato. Questi...
Finanza Personale

Come funziona il Fondo Tutela dei Depositi

Il Fondo interbancario di tutela dei depositi, FITD, è una solida garanzia per i risparmi degli italiani. Lo stato di insolvenza di una banca non rappresenta quindi un problema per i depositanti. Il rimborso avviene in tempi brevi, con la supervisione...
Banche e Conti Correnti

Come funziona la riserva frazionaria

Molte banche in passato sono state costrette a dichiarare fallimento durante i periodi di crisi finanziaria, a causa della sempre maggiore mancanza di clienti. Oggi ci sono molte misure di sicurezza in atto per prevenire che dei casi del genere si verifichino...
Finanza Personale

Come tutelare i propri risparmi

L'andamento economico degli ultimi anni ha messo un po' in allarme i risparmiatori. Purtroppo con l'entrata dell'euro pochi sono i soldi che i risparmiatori possono mettere da parte. Prima la gente dopo la la spesa quotidiana, metteva da parte qualcosa....
Banche e Conti Correnti

Come comprare obbligazioni tramite il conto Bancoposta

Esistono molto modi per investire i propri risparmi, le banche o la posta possono aiutare a scegliere quella che più fa per il cliente, esponendo le varie opzioni e consigliando a seconda delle varie esigenze. Uno di questi investimenti si chiama obbligazione....
Finanza Personale

Deposito di titoli in amministrazione: le posizioni delle parti

Molto spesso chi possiede titoli, difficilmente li tiene in casa o in posti poco sicuri. Molto spesso richiede l'ausilio di una banca per garantirsi la sicurezza e la protezione. A sua volta, la banca, utilizzando i diritti degli stessi titoli, è obbligata...
Banche e Conti Correnti

Come depositare del denaro in banca

Talvolta capita che regali o piccoli lavori ci facciano guadagnare una piccola somma in contanti che desideriamo versare sul nostro conto bancario: piccoli risparmi, grandi somme tenute in casa, regali, od altro. Capita piuttosto frequentemente. Vedremo...
Finanza Personale

Come aprire conto arancio

Gestire i propri depositi oggi è una cosa fondamentale ed il mercato offre, a tal proposito, molte alternative. In questa guida spiegheremo come aprire il Conto Arancio, tutto documentato nei passi successivi. Conto Arancio è utile per ricavare dai...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.