Come trattare in contabilità l'indennità di preavviso

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Oggi parleremo di contabilità e di indennità di preavviso, in questa guida. Come voi lettori e lettrici -probabilmente- ben saprete, l’istituto del preavviso tutela il soggetto che, all'interno dell’ambito del recesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, subisce la risoluzione del rapporto di lavoro. Nella fattispecie, la tutela riguarda i seguenti soggetti elencati: il lavoratore dipendente licenziato, che può trovare un’altra collocazione nel mercato del lavoro; il datore di lavoro, che in caso di dimissioni del proprio dipendente può ricercare un analogo profilo professionale. Il mancato ottemperamento gli obblighi normativi comporta la corresponsione di un’indennità di preavviso per il soggetto inadempiente: in questa semplice e breve (ma anche interessante ed utile) guida ci occuperemo, dunque, di trattare la prospettiva della contabilità dell’indennità di preavviso. Passo dopo passo, vediamo come trattare in contabilità l'indennità di preavviso.

24

L’aspetto sanzionatorio della normativa sul preavviso si pone come vero e proprio obiettivo la tutela della parte offesa, ovvero di chi subisce l’iniziativa della risoluzione del contratto di lavoro a tempo indeterminato. Tale salvaguardia garantisce tutti i casi di recesso salvo alcune determinate eccezioni come il licenziamento per giusta causa e la risoluzione consensuale. Nelle altre fattispecie, il mancato rispetto del termine di preavviso comporta l’obbligo di corrispondere la retribuzione dovuta e non liquidata alla parte offesa, retribuzione calcolata sul dato degli emolumenti percepiti al momento del recesso del contratto di lavoro. Sostanzialmente, il soggetto inadempiente al contratto di lavoro a tempo indeterminato è (per forza di legge) tenuto a risarcire parzialmente oppure totalmente l’altro contraente degli importi corrispondenti al periodo di lavoro che egli non ha effettuato.

34

Pertanto, durante quello che è un caso di dimissioni del lavoratore dipendente con mancato rispetto dei termini del preavviso il datore di lavoro è in totale diritto di trattenere (dal trattamento di fine rapporto) un importo corrispondente al periodo parziale oppure totale non prestato a titolo di risarcimento del danno. Nel caso diametralmente opposto, il datore di lavoro inadempiente può procedere all’integrazione delle competenze di fine rapporto con le medesime modalità di computo.

Continua la lettura
44

Dal punto di vista prettamente contabile, l’indennità sostitutiva del preavviso in contabilità viene registrata in bilancio dal datore di lavoro come una sottocategoria dei costi di produzione, ovvero come un costo del personale. In questa peculiare tipologia, infatti, vediamo che rientrano tutti i costi sostenuti nell’esercizio per il personale dipendente: in particolare, l’indennità va inserita nella voce salari e stipendi, ovvero tutti quegli elementi fissi oppure variabili che compongono la retribuzione come le ferie maturate e non godute, i compensi per lavoro straordinario, i premi di produzione. Viceversa, l’indennità sostitutiva a carico del lavoratore dipendente che comporta una ritenuta sulle competenze di fine rapporto rappresenta una componente positiva del reddito che va a rettificare il costo del lavoro. Ora che avete capito come trattare in contabilità l'indennità di preavviso, non vi resta che mettervi al lavoro: in bocca al lupo!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come licenziarsi da un contratto a tempo indeterminato

Il contratto a tempo indeterminato è un accordo redatto per iscritto tra il datore di lavoro ed un dipendente, regolato dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL). Esso non riporta la scadenza del rapporto lavorativo e deve contenere: i dati...
Lavoro e Carriera

Come dare le dimissioni per giusta causa

Talvolta alcune problematiche personali, motivi di salute o cambi di città, possono indurre a rinunciare al posto di lavoro. Questa azione, rientra nel programma stilato dallo statuto del lavoratore, e si chiama "dimissioni per giusta causa", per cui,...
Lavoro e Carriera

Licenziamento: differenze tra giusta causa e giustificato motivo

Il lavoro è un diritto di tutti gli uomini. Con la grande crisi economica e lavorativa che tutto il mondo sta attraversando, trovare un impiego stabile che fornisca una retribuzione dignitosa sembra ormai essere un miraggio. Per saperne di più su tale...
Aziende e Imprese

Come funziona la retribuzione nel contratto a chiamata

Nell'ambito dei contratti di lavoro di tipo occasionale, esiste il "contratto a chiamata". Denominato anche "contratto a intermittenza" oppure "job on call". Si tratta di un tipo di contratto di lavoro di introduzione piuttosto recente. Si disciplina...
Lavoro e Carriera

Come e quando consegnare una lettera di dimissioni

Di questi tempi è difficile trovare il coraggio di presentare una lettera di dimissioni, eppure quando si presentano alcune circostanze particolari, diventa purtroppo inevitabile. In questi casi, la legge italiana, riconosce al lavoratore il diritto...
Lavoro e Carriera

Come diventare procacciatore d'affari

Una delle figure professionali maggiormente diffuse e richieste dalle società è certamente il procacciatore d'affari. Possedete delle ottime abilità nei rapporti interpersonali e nella vendita? Avete una grande predisposizione agli affari? Allora,...
Lavoro e Carriera

Come inoltrare una vertenza sindacale

Nella guida che segue vi saranno spiegati i vari passaggi che consentono di inoltrare una vertenza sindacale, compresi i pre-requisiti necessari per potersi affidare a lei e le situazioni nelle quali normalmente si procede. Una vertenza sindacale è di...
Finanza Personale

Come calcolare l'indennità di malattia

L'indennità di malattia è un risarcimento in denaro riconosciuto ai lavoratori quando questi sono impossibilitati, a causa di una malattia, ad assolvere ai loro doveri lavorativi. L'indennità di malattia è a carico dell'INPS e non è un diritto di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.